Dopo ben 20 anni, finalmente spogliata da impalcature e ponteggi, torna a far capolino nel panorama italiano la Torre di Pisa, più bianca e forte che mai.

I lavori hanno compreso non solo operazioni di pulizia e restauro conservativo (sono stati usati i marmi originali), che hanno rimosso danneggiamenti, incisioni, graffiti e sporcizia da smog per riportare il monumento al suo originale candore, ma anche un preciso progetto di consolidamento e rafforzamento per permettere alla Torre Pendente di sostenersi con sicurezza ancora per qualche secolo.

Certamente entusiasti dei risultati gli appassionati d’arte e i turisti, ma anche e soprattutto i pisani, primo fra questi il sindaco Marco Filippeschi che, intervistato dal Corriere della Sera, ha definito l’evento come “Una sorpresa di Pasqua per Pisa, l’Italia e il mondo. Il restauro è stato eccellente, un’opera di valenza internazionale ammirata e invidiata da tutti”.

Vi sarà un festeggiamento ufficiale organizzato dalla sovraintendenza del monumento il 17 giugno, quando i lavori saranno dichiarati ufficialmente conclusi.

Ripulita da ogni impurità e sconfitto l’allarme pendenza, rinasce la Torre di Pisa, in una Piazza dei Miracoli che, stavolta, il miracolo l’ha visto per davvero.

di Mariachiara Silleni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.