Scritte offensive contro Manganelli e la polizia: nel pomeriggio camera ardente

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Mar 2013 alle ore 9:21am


Diverse scritte offensive che inneggiano alla morte contro il Capo della Polizia, Antonio Manganelli, sono state trovate tra la scorsa notte e questa mattina, a Milano. A comunicarlo è stata la Questura.

In via Pomposa è stata rinvenuta una frase vergata con una A cerchiata che riportava questa dicitura “+ Manganelli morti! + sbirri morti“; un altra invece “Manganelli, uno di meno“. Altre scritte invece non sarebbero collegate a lui ma ad una recente manifestazione.

Manganelli è morto ieri, aveva 62 anni. Nato ad Avellino, era al vertice del Dipartimento di pubblica sicurezza dal 25 giugno 2007. Aveva preso il posto di Gianni De Gennaro di cui era stato il vice. Negli anni Ottanta ha prestato servizio presso il Nucleo Anticrimine della Polizia ed ha collaborato per molto tempo con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Manganelli è deceduto nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Giovanni di Roma dove era ricoverato dal 24 febbraio quando era stato operato d’urgenza per l’asportazione di un edema cerebrale.

Nel pomeriggio, sarà aperta la camera ardente nella scuola superiore di Polizia.