marzo, 2013

Lady Diana, travestita da uomo, in un pub gay con Freddie Mercury

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 11:33pm

La principessa Diana vestita da uomo? Sì, in divisa militare e occhiali da sole per non farsi riconoscere, insieme a Freddie Mercury.

A rivelare l’indiscrezione l’attrice Cleo Rocos nelle sue memorie pubblicate dal Sunday Times.

La principessa si era recata insieme a due amici e al cantante dei Queen in un pub gay, il Royal Vauxhall Tavern, dove l’attenzione fu tutta rivolta verso Mercury. Lady Diana fu ignorata e quando il cameriere le portò da bere, mimetizzata dalla divisa, dal cappello e dagli occhiali da sole, non la riconobbe. Il tutto con enorme gioia e sollievo da parte della principessa che lo raccontà alla Rocos.

Matteo Renzi, ospite ad Amici

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 7:47pm

Matteo Renzi è l’ospite d’onore della puntata d’esordio del serale di Amici, la trasmissione condotta da Maria De Filippi in onda il prossimo 6 aprile alle ore 21 su Canale 5.

La puntata in realtà è stata registrata nella giornata di sabato 30 marzo negli studi di Mediaset sulla Tiburtina. Il sindaco di Firenze è stato il mattatore della puntata, in giubbino di pelle, jeans e maglietta per avvicinarsi al pubblico dei giovanissimi che l’ha accolto come se fosse stato un membro degli One Direction.

E Renzi non avrebbe potuto sfruttare in modo migliore l’occasione, parlando ai giovani con cuore aperto, onesto e sincero nei tre minuti accordati dalla padrona di casa. “Dateci una mano a dimostrare che credendo e investendo nei sogni uno ce la può fare. Lo dovete a quei ragazzi, a quei tre milioni di persone senza lavoro che il proprio sogno lo vedono lontano. Non so se voi vincerete o perderete, magari perderete la battaglia. Ma non perderete la faccia, che è la cosa più importante”, ha dichiarato.

“Se c’è una cosa bella è che noi, da voi, ci aspettiamo di non fare come abbiamo fatto fino a oggi, dove troppo spesso si trovava lavoro per via di una raccomandazione. Sarà un grandissimo momento quando questo Paese sarà fatto dalle persone che vanno avanti con la forza del proprio sudore, anche prendendo qualche botta. A me è capitato di perdere e può essere bello, ma mica tanto…”, ha poi proseguito accennando alla sconfitta subita alle primarie del PD.

Forse non avrà vinto le primarie, ma sicuramente ieri, ad Amici, il vincitore è stato lui.

Oroscopo settimanale 1-7 aprile 2013

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 11:21am

Ariete: la settimana sarà per voi davvero magica. Chi ha già un amore potrà rafforzarlo, i single, invece, riusciranno ad incontrare l’anima gemella. (altro…)

Siria: immagini e video shock di un bambino soldato

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 10:44am

Sono immagini molto forti, quelle di Ahmed, il bimbo-soldato ad Aleppo, che combatte tra le rovine in una delle strade più pericolose della città ormai distrutta: il video è stato pubblicato dal quotidiano britannico Telegraph e mostra questo bambino destreggiarsi in modo anche goffo con il suo fucile Ak-47 mentre tra le dita ha una sigaretta che aspira profondamente.

Nell’intervista il bimbo racconta che i genitori sono morti sotto a colpi di mortaio nel quartiere dove suo padre era combattente del Libero Esercito Siriano.

Così, l’unico parente che gli è rimasto è uno zio, un miliziano che il ragazzino è costretto a seguire. Infatti Ahmed spiega il perché di tale scelta dicendo “Non ho altra scelta: niente scuola, la mia famiglia è morta. Che altra possibilità ho?“.

Inoltre, secondo un rapporto di Human Rights Watch, sarebbero centinaia i bambini che combattono nelle città siriane, e vengono addestrati per partecipare alle guerre: ragazzi, che arrivano massimo a 13-14 anni.

Madonna prima donna popstar fra i Paperon dè Paperoni

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 10:27am

La cantante Madonna di anni 54 è entrata a far parte della hit dei personaggi dello showbiz più ricchi del Mondo. Sì, perché, è la prima popstar donna ad accedervi. (altro…)

Al Brotzu di Cagliari il trapianto di rene lo fa un robot

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 10:18am

Il trapianto di rene lo si può fare ora anche con un robot: in pratica, è già stato effettuato al Brotzu di Cagliari il primo intervento interamente automatizzato. (altro…)

Crisi: Draghi invita Napolitano a restare

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 10:09am

Giorgio Napolitano ha scelto di restare. Una decisione molto saggia la sua, maturata nella serata di venerdì, dopo l’incontro con la delegazione del Pd, corroborata da una serie di mail, tweet e dichiarazioni con le quali si auspicava che il Presidente della Repubblica restasse al suo posto. (altro…)

Ostensione a Torino: Papa Francesco “La Sacra Sindone ci invita a non perdere la speranza”

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 9:56am

Papa Francesco è apparso ieri pomeriggio sul megaschermo. Il Pontefice, ha scelto, infatti, una videoconferenza per lanciare il suo messaggio durante l’ostensione della Sindone esposta nel Duomo di Torino. (altro…)

Il mondo dello spettacolo piange Franco Califano

Pubblicato il 31 Mar 2013 alle 12:03am

Dopo la scomparsa di Enzo Jannacci avvenuta venerdì, il mondo dello spettacolo dice addio a un altro suo grande protagonista, Franco Califano.

“Er Califfo”, così com’era soprannominato, oppure “il maestro”, per i fan, venuto a mancare nella sua casa di Acilia a 74 anni, era malato da tempo. Oltre ai problemi di salute, l’artista aveva anche problemi economici e negli ultimi anni aveva richiesto l’aiuto della legge Bacchelli.

La sua carriera era iniziata negli anni ’60 come attore di fotoromanzi. Si era poi proposto come autore di grandi classici della canzone, come “Minuetto”, scritta per Mia Martini, o “La Musica è finita”, per Ornella Vanoni, ma aveva messo le proprie parole anche al servizio di Mina.  A sua volta cantante, è stato attore e poeta dei nostri tempi che ha sempre vissuto sopra le righe, senza rinunciare agli eccessi che spesso l’hanno messo nei guai. Arrestato per droga e per possesso d’armi, nel 1984 ha inciso l’album “Impronte digitali” quand’era agli arresti domiciliari e non ha mai nascosto l’amicizia con uno dei principali criminali della Milano anni ’70, Francis Turatello… Uno dei suoi più grandi successi rappresenta in fondo il manifesto della sua esistenza, ed è la famosa canzone del 1976 “Tutto il resto è noia”.

L’uomo che “ha avuto 1500 donne”, tifosissimo dell’Inter, era animale da palcoscenico e si era esibito l’ultima volta il 18 marzo scorso al  Teatro Sistina di Roma. Il 4 aprile avrebbe dovuto suonare a Porto Recanati insieme al cantautore Enrico Giaretta, suo pianista e figlio artistico. Pochi giorni dopo, invece, avrebbero dovuto recarsi ad Avezzano in sala d’incisione.

Abituato a superare ogni limite, siamo sicuri che non si fermerà proprio ora. Perché , in fondo, tutto il resto è noia.

Il ministro Fornero blocca lo spot che inneggia al femminicidio

Pubblicato il 30 Mar 2013 alle 2:51pm

Nei giorni scorsi ha destato scalpore uno spot pubblicitario che ritraeva una donna nuda esanime nel letto e a fianco un uomo con lo strofinaccio in mano. Lo slogan, studiato da un’azienda di Casoria (Napoli) per pubblicizzare i propri prodotti per l’igiene della persona e della casa, recitava: “Elimina tutte le tracce”. La pubblicità era stata progettata anche nella versione femminile, con una donna con uno strofinaccio in mano e un uomo che giaceva per terra.

L’immagine con lo slogan, oltre ad essere apparsa sui manifesti pubblicitari per le strade di Napoli, è stata postata anche sulla pagina Facebook dell’azienda, attirando l’ira generale che ha visto il fatto come un’istigazione al femminicidio e alla violenza.

Dal canto suo l’azienda di Casoria di difende parlando di “una classica tempesta in un bicchiere d’acqua”. “C’è stata una lettura distorta del messaggio. Ovviamente non c’è alcuna istigazione al femminicidio: chi lo afferma lo fa in maniera davvero impropria. La ditta voleva far leva sull’ironia del messaggio: sul manifesto si vantano le doti del nuovo prodotto che ‘ammazza’ lo sporco – spiegano i rappresentanti dell’ufficio marketing –. Ci dispiace che ci sia stato questo clamore mediatico, è semplicemente un messaggio pubblicitario, come tanti altri, che serve a richiamare l’attenzione. Nessun intento offensivo verso le donne, come dimostra anche la doppia versione del manifesto. Anzi, ora siamo noi ad essere oggetto di messaggi offensivi’”.

Ad ogni modo il Governo ha ordinato lo stop immediato della pubblicità e a confermarlo è stato il ministro del Lavoro e delle Pari Opportunità Elsa Fornero: “In data 28 marzo ho immediatamente provveduto a chiedere all’Istituto per l’autodisciplina pubblicitaria il ritiro della pubblicità dello ‘straccio magico’ visibile nei cartelloni affissi nelle strade della città di Napoli. Pubblicità siffatte, che prendono spunto dal drammatico fenomeno del ‘femminicidio’, oltre a svilire l’immagine della donna, istigano ad ingiustificati e gravissimi comportamenti violenti. L’attenzione per le donne ed i loro diritti passa anche attraverso una pubblicità corretta che non svilisca la loro dignità”.