Anche gli alimenti biologici sono a rischio arsenico

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Feb 2012 alle ore 7:44am


Sono molte le persone che credono che un regime alimentare sia sano solo perché basato su cibi etichettati come ‘biologici‘, cosa del tutto errata. Sembra, infatti, che in alcuni alimenti appartenenti a questa categoria, ci sia il rischio della presenza di un ingrediente con una parziale concentrazione di arsenico, nota sostanza per essere tossica e potenzialmente cancerogena.

Negli ultimi anni, soprattutto negli Stati Uniti si è diffusa la consuetudine, di sostituire, come dolcificante negli alimenti, lo sciroppo di fruttosio con lo sciroppo di riso integrale biologico.

Ebbene, grazie ad un gruppo di ricercatori del National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) di Dartmouth, si sono scoperte delle tracce di arsenico nei prodotti alimentari in commercio contenenti sciroppo di riso integrale ‘biologico’, non esclusi neppure il latte artificiale, i cereali, le barrette energetic e altri prodotti consumati soprattutto dagli sportivi.

I risultati della ricerca sono stati piuttosto allarmanti, in quanto anche un prodotto per l’infanzia è risultato essere positivo alla concentrazione di arsenico, in una percentuale, addirittura sei volte maggiore di quella ammessa dalla US Environmental Protection Agency (EPA). Da qui questi esperti sostengono che sia indispensabile una regolamentazione urgente per limitare la presenza di arsenico nei prodotti biologici.

Tale studio è stato pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives.