Omicidio Sarah Scazzi: confermate le condanne all’ergastolo per Cosima e Sabrina

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Lug 2015 alle ore 8:54pm

cosima e sabrina ergastolo
Dopo oltre 80 ore di camera di consiglio è arrivata la decisione.

La corte di appello di Taranto conferma le condanne del primo grado nei nei confronti di Cosima Serrano e Sabrina Misseri, madre e figlia, e rispettivamente zia e cugina della 15enne Sarah Scazzi, di Avetrana (Taranto) strangolata e gettata in un pozzo il 26 agosto del 2010.

La sentenza è arrivata dopo tre giorni di camera di consiglio. La lettura è stata fatta alle ore 20.30, invece che alle 19.

Le due donne resteranno pertanto in carcere, nella stessa cella. Dovranno scontare l’ergastolo.

Anche se con buona probabilità i loro legali ricorreranno in Cassazione.

Tra circa una settimana sono attese le motivazioni della sentenza.