Sarah Scazzi

Omicidio Sarah Scazzi: confermate le condanne all’ergastolo per Cosima e Sabrina

Pubblicato il 27 Lug 2015 alle 8:54pm

Dopo oltre 80 ore di camera di consiglio è arrivata la decisione.

La corte di appello di Taranto conferma le condanne del primo grado nei nei confronti di Cosima Serrano e Sabrina Misseri, madre e figlia, e rispettivamente zia e cugina della 15enne Sarah Scazzi, di Avetrana (Taranto) strangolata e gettata in un pozzo il 26 agosto del 2010.

La sentenza è arrivata dopo tre giorni di camera di consiglio. La lettura è stata fatta alle ore 20.30, invece che alle 19.

Le due donne resteranno pertanto in carcere, nella stessa cella. Dovranno scontare l’ergastolo.

Anche se con buona probabilità i loro legali ricorreranno in Cassazione.

Tra circa una settimana sono attese le motivazioni della sentenza.

Sarah Scazzi: Sabrina piange, ‘Non l’ho uccisa io’, inizia la requisitoria pg

Pubblicato il 12 Giu 2015 alle 11:25am

Sono molto addolorata che si pensi che abbia ucciso io Sarah. Non l’ho uccisa, so io quanto sono addolorata”. (altro…)

Omicidio Sara Scazzi: ergastolo a Sabrina e Cosima, 8 anni a Michele Misseri

Pubblicato il 20 Apr 2013 alle 3:13pm

Sabrina Misseri e la madre Cosima, sono state condannate all’ergastolo per l’omicidio della cugina, e nipote, Sarah Scazzi, uccisa ad Avetrana il 26 agosto 2010. (altro…)

Omicidio Sarah Scazzi: ergastolo per Sabrina Misseri e la madre Cosima

Pubblicato il 06 Mar 2013 alle 11:50am

La procura di Taranto, dopo una lunga requisitoria del pm Buccoliero, ha chiesto l’ergastolo per Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano, accusate dell’omicidio della piccola Sarah Scazzi. Inoltre, sono stati chiesti 9 anni per il padre di Sabrina, Michele Misseri, e 8 anni per il nipote Cosimo Cosma.

Ricordiamo che la piccola Sarah, fu uccisa il 26 agosto del 2010 all’età di 15 anni. Cosima Serrano e la figlia Sabrina rispondono ora per concorso in omicidio volontario, sequestro di persona, mentre Michele Misseri per occultamento di cadavere. Quest’ultimo si è più volte accusato del delitto fornendo durante gli interrogatori nel corso delle indagini versioni differenti dei fatti. Allo stato attuale è libero, mentre la moglie e la figlia sono in carcere a Taranto.

Il pm Buccoliero ha concluso la sua requisitoria che si era svolta il 25 e 26 febbraio, con l’intervento del procuratore aggiunto Pietro Argentino.

Buccoliero ha così spiegato le motivazioni delle condanne “La procura della Repubblica è costretta a chiedere queste condanne (all’ergastolo, nrd) per le modalità dell`azione, la capacità a delinquere, i modi, i luoghi. Sarah è morta dove è stata cresciuta. E` entrata in quella casa per andare a mare, è uscita in lacrime, è stata ripresa in lacrime, riportata in casa in lacrime ed uccisa in lacrime. Lacrime che non hanno sortito alcun effetto“.

E continuando il pm ha aggiunto “L`omicidio è durato dai tre ai cinque minuti. Lei ha capito in quei minuti che stava morendo per mano di chi diceva di volerle bene. Nessuna delle due donne ha avuto un momento di resipiscenza, fermarsi e dire che stiamo facendo“.

E ha concluso “E subito dopo è scattata l`organizzazione, con ruoli specifici, l`istinto di conservazione. Ripeto, signori della Corte, ciò che ho detto ieri, è mancata la pietà umana quel giorno“. Nel sentire queste parole Sabrina Misseri è scoppiata in lacrime mentre Michele Misseri e Cosima Serrano sono rimasti impassibili.

Il Pm ricostruisce gli ultimi minuti di Sarah Scazzi

Pubblicato il 26 Feb 2013 alle 4:16pm

“Michele Misseri ha rotto un patto familiare scellerato”. Lo ha detto il pm Mariano Buccoliero al processo davanti alla Corte di Assise di Taranto per l’omicidio di Sarah Scazzi. “In questo processo abbiamo assistito a lacrime di plastica”, ha aggiunto.

(altro…)

Caso Scazzi: ascoltata un’amica di Sabrina Misseri

Pubblicato il 30 Gen 2013 alle 6:54am

Ieri si è tenuta una nuova udienza per l’omicidio di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana strangolata il 26 agosto del 2010. Ebbene è stata ascoltata l’ultima testimone della fase di istruttoria dibattimentale, Lyala Nigro, amica di Sabrina Misseri. (altro…)

Omicidio Scazzi: ex psicologa del carcere ritratta su Misseri

Pubblicato il 11 Dic 2012 alle 6:07am

A Taranto in occasione della 31esima udienza del processo sull’omicidio di Avetrana di Sarah Scazzi, a parlare dinanzi ai giudici, questa volta è la ex psicologa del carcere pugliese Dora Chiloiro, citata come teste dalla difesa di Sabrina Misseri. (altro…)

A Domenica Live, Giacomo Scazzi dice “Non è stato Michele ad ammazzarla”

Pubblicato il 06 Nov 2012 alle 7:05am

Giacomo Scazzi, il padre della 15enne Sarah, uccisa il 26 agosto del 2010 ad Avetrana, in tv durante il programma pomeridiano di Barbara D’UrsoDomenica Live” Canale 5, in onda dalle 14 alle 19, dichiara: “Michele l’ha buttata ma non l’ha ammazzata“.

Ospite per la prima volta in un programma televisivo a proposito dell’omicidio della piccola figlia ha detto: “Non è stato lui (Michele Misseri, ndr) perché secondo me non ne è capace. Io penso siano state le due donne“.

E quando la D’Urso gli ha chiesto del processo, il papà di Sarah si è detto convinto che “non parleranno mai. Se non lo hanno fatto finora non lo faranno certo al processo. Voglio solo dire loro ‘Se avete sbagliato, ditelo e basta“.

Morte Sarah Scazzi: iniziata l’udienza per scarcerazione di Sabrina

Pubblicato il 17 Mag 2011 alle 12:52pm

E’ iniziata da poche ore e a porte chiuse, davanti alla Prima Sezione penale della Cassazione, l’udienza 
nella quale i legali di Sabrina Misseri chiedono la sua 
scarcerazione.

Ricordiamo che la ragazza e’ detenuta nel carcere di Taranto con 
l’accusa di aver ucciso lo scorso 26 agosto, ad Avetrana, la 
cugina quindicenne Sarah Scazzi. (altro…)