In 60mila per ‘Il jazz italiano per l’Aquila’ di Paolo Fresu

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Set 2015 alle ore 9:20am

jazz italiano per laquila
Sono arrivati in 60 mila per seguire gli oltre cento concerti di “Il jazz italiano per l’Aquila”, la manifestazione fortemente voluta e organizzata dal trombettista Paolo Fresu che ha coinvolto circa 600 musicisti jazz provenienti ogni parte d’Italia, e tra i protagonisti, di questa rassegna musicale anche Enrico Rava, Enrico Pierannunzi, Rita Marcotulli, Massimo Nunzi, Danilo Rea, Maria Pia De Vito e Gino Paoli, tutti sul palco nell’evento clou della serata in piazza Duomo.

A sei anni dal terribile terremoto del 6 aprile del 2009 che distrusse gran parte del capoluogo abruzzese, mietendo 309 vittime, il jazz italiano si è dunque mobilitato per accendere i riflettori sulla città e i suoi abitanti, perché a distanza di anni, resta da fare ancora tanto.

“Abbiamo dimostrato che ce la possiamo fare” ha detto il sindaco Massimo Cialente, “i soldi per la ricostruzione ci sono, cominceremo presto a spendere 400 milioni dei 5 miliardi e 800 milioni messi a disposizione dal Governo. Vedrete: entro il Natale del 2017 la città sarà tornata in ordine”.

I concerti hanno animato le vie della città per tutto il giorno anche grazie a palchi improvvisati.