Quando si balla con tacchi alti la salute delle dita dei piedi è a rischio

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 04 Gen 2011 alle ore 1:00am

Molte donne per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, hanno indossato scarpe con tacchi vertiginosi e a spillo, e in questi giorni, pertanto, stanno facendo i conti con forti dolori post-veglione.

A rivelarlo gli scienziati della John Moores University di Liverpool (Gb), i quali mettono in guardia: con le scarpe alte i piedi, e soprattutto le dita, sono sottoposti ad una pressione, molto superiore a quella provocata da una semplice camminata con gli stiletti.

Gli studiosi hanno voluto analizzare la distribuzione della pressione sul piede quando ci si muove in pista, in particolare nei balli latini, con diverse altezze di tacco.

Sono state eseguite, pertanto, misurazioni biomeccaniche su sei ballerini professionisti, concentrandosi sulle varie zone del piede e alzando progressivamente l’altezza del tacco delle scarpe.

Ebbene i risultati hanno evidenziato che man mano che si passa da cinque a otto, fino a 12 centimetri di tacco, aumenta la forza d’urto nella parte anteriore del piede e si riduce quella nella regione del tallone. Sono dunque le dita la parte del piede più colpite nel ballo.