Sanremo 2018

Sanremo Giovani 2018: stasera e domani in prima serata su Rai 1. Chi avrà la meglio e l’accesso alla categoria big del Festival di Sanremo 2019?

Pubblicato il 20 Dic 2018 alle 9:00am

Ventiquattro i giovani in gara, due i posti prestigiosi accanto ai big del Festival della Canzone Italiana 2019. “Sanremo Giovani” ci da’ appuntamento questa sera e domani per scoprire chi tra i nuovi talenti della musica italiana conquisterà il pass per il palcoscenico dell’Ariston. (altro…)

Festival di Sanremo 2019, Mario Orfeo: “Con Baglioni è quasi fatta, deciderà lui la squadra”

Pubblicato il 06 Mag 2018 alle 12:10pm

“Baglioni condurrà Sanremo anche nel 2019? É quasi fatta. Ho motivo di pensare che sia più di un augurio”. Lo ha detto Mario Orfeo, direttore generale della Rai in occasione del Festival della Tv di Dogliani.

“Nel cda Rai di domani – ha spiegato Orfeo al termine dell’incontro – dirò che c’è la disponibilità di Baglioni. Sulla squadra deciderà lui come direttore artistico. Una cosa alla volta”.

Quanto a un possibile ritorno di Fiorello in televisione, Orfeo ha precisato: “E’ stato lui a dire che torna su Rai1 a novembre”.

Lo Stato Sociale, il singolo “Una vita in vacanza” è già certificato oro

Pubblicato il 27 Feb 2018 alle 9:05am

Dopo il primo posto ottenuto nella classifica Earone dei brani più trasmessi dalle radio e alla seconda settimana consecutiva come singolo più venduto in italia, “Una vita in vacanza”, la canzone con cui Lo Stato Sociale ha conquistato il secondo posto al 68° Festival della Canzone Italiana e il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla, viene certificato disco d’oro.

Un nuovo traguardo per un brano che ha superato i 3 milioni di streaming su Spotify e 7 milioni e mezzo di visualizzazioni su Youtube.

Il brano è una riflessione sul mondo del lavoro di oggi, in cui i regaz mettono in discussione la tendenza sempre più diffusa ad identificare completamente l’individuo con la sua professione. E’ il racconto epico dello scontro fra il lavoro e la sua nemesi di sempre; la vacanza. Attraverso un elenco di professioni improbabili, il collettivo vuole spingere il pubblico a interrogarsi sui perché della nostra ricerca di definizione attraverso le scelte professionali.

“Una vita in vacanza” è contenuto in “Primati”, nuovo progetto discografico della band composta da Alberto “Albi” Cazzola (voce, basso), Francesco “Checco” Draicchio (voce, sintetizzatori, percussioni), Lodovico “Lodo” Guenzi (voce, chitarra, pianoforte), Alberto “Bebo” Guidetti (voce, drum machines, programmazioni), Enrico “Carota” Roberto (voce, sintetizzatori, pianoforte, rhodes, programmazioni), uscito lo scorso 9 febbraio per Universal Music/Garrincha Dischi. “Primati” è la prima “raccolta differenziata” della band con i singoli che hanno segnato il percorso del gruppo dall’esordio fino alla partecipazione al Festival di Sanremo e anche gli inediti come “Fare mattina”, “Facile” feat. Luca Carboni e una nuova versione di “Sono così indie”.

Ma non solo. “Primati” contiene anche il DVD con i video dei due concerti fatti nei palasport: “L’ultimo concerto da gran fenomeni” del 21 novembre 2015 al PalaDozza di Bologna e “Un bel concerto da mitomani” del 22 aprile 2017 al Forum di Assago. Entrambi diretti da Paolo Santamaria e prodotti da Garrincha Dischi e Muse-X. Film che contengono l’esecuzione dal vivo di 41 brani con numerosi ospiti.

Foto Giuseppe Palmisano

Claudio Baglioni: “Sanremo è stata una pazzia”, ma non esclude un bis

Pubblicato il 21 Feb 2018 alle 11:48am

Calato il sipario sul festival di Sanremo, Claudio Baglioni, direttore artistico e co- conduttore del festival della canzone italiana 2018, con Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, scrive sulla sua pagina Facebook “Gli innocenti non sapevano che la cosa era impossibile e per questo la fecero”, citando il filosofo Bertrand Russell sintetizzando la sua ‘avventura’ sanremese, in un lungo post pubblicato ieri, tutto dedicato al suo primo festival, nel giorno in cui è stata annunciata una nuova data all’Arena di Verona, del tour ‘Al Centro’ che celebrerà i suoi primi 50 anni di carriera (data del 15 settembre è già sold out e si aggiunge anche quella del 14 settembre), da oggi al via le prevendite per gli iscritti al fan club.

Un post in cui, sul finale, Baglioni accenna anche alla possibilità di ritorno alla guida del festival: “Mentre andavo via, mi chiedevo: chissà se ci torneremo? Mi allontanavo da Sanremo, dal suo mare, dai suoi carruggi, dal suo milione di scale, dal suo presepe di case colorate, dalle sue voci e pensavo che è vero: anche dalle esperienze più belle, prima o poi – purtroppo – si deve uscire, ma le avventure più belle sono quelle che non escono mai da noi. Se pure non si dovesse tornare, dunque, sarà solo per un motivo: noi non siamo mai andati via. Non sapevamo che l‘impresa fosse impossibile e allora l’abbiamo fatta. Insieme. E l’abbiamo fatta davvero grossa! Una gran bella cosa. Che non si dimentica”.

Poi usando la frase di Bertrand Russell sottolinea: “Rubo questa frase a un grande pensatore del Novecento perché, in qualche modo, è andata davvero così. Parlo del Festival. E, con innocenti, intendo, naturalmente, ingenui. Perché questo è ciò che siamo stati: ingenui. Così tanto da non renderci conto a cosa andavamo incontro e, dunque, da andarci. Perfino adesso penso sia stata una pazzia. Provare a riportare la musica e le parole al centro. Musica e parole come meta e luogo dell’appuntamento. E una pazzia è stata. Pazzesco assecondarla, pazzesco quanto è successo lì e ancora più pazzesco quanto è successo tutt’intorno a noi”.

“Ancora oggi – prosegue il direttore artistico e cantautore romano – sogno le riunioni con gli autori e le prove con i conduttori, i musicisti e gli ospiti. E ancora oggi avverto un brivido corrermi lungo la schiena, l’istante prima di andare in scena, al pensiero di non aver messo bene a fuoco questo o quel momento o di non aver avuto il tempo di provare quanto avremmo dovuto quel pezzo o quel duetto. Ormai non c’è più tempo, però: la regìa sta chiamando il tempo. Pochi secondi e parte la diretta. Ma quando mi trovo nel mezzo del palco e tutto sta per cominciare, mi sveglio, apro gli occhi, in un silenzio immobile e irreale, e il respiro sonnacchioso della città dietro ai vetri, mi ricorda non solo che è tutto finito, ma che è andata: al di là di ogni aspettativa. Missione compiuta. Volevamo sorprendere Sanremo portando l’immaginazione al Festival, ma il Festival ha sorpreso noi, regalandoci un’esperienza al di là di ogni immaginazione. E, così, mentre l’ansia a poco a poco si allontana, si avvicinano visi, sguardi, gesti e parole di tutti gli ingenui che, insieme a me, hanno reso l’impossibile possibile. Va a loro il mio primo grazie. A chi mi ha seguito in tante scelte difficili e progettazioni complesse, da vicino e a chi lo ha fatto da un po’ più lontano. Tutti, però, con la stessa passione. Grazie alla loro fantasia, alla loro energia, alle loro idee, alle loro parole; soprattutto a quelle che mi hanno costretto a lottare per migliorare le mie e migliorare me. Una formidabile squadra. Un equipaggio fantastico, unito e intrepido, che ha saputo tenere la rotta con qualunque mare e qualunque tempo. E se, rientrando in porto, le sirene hanno suonato e le altre navi hanno issato il gran pavese, è merito di tutti loro”.

“Il secondo grazie – continua Baglioni – è per i protagonisti di questo irripetibile film: giovani, big, ospiti di qui e di fuori. In una parola: gli artisti, coloro senza i quali l’arte semplicemente non esisterebbe e la nostra vita – che lo ammettiamo o no – sarebbe un po’ più pesante e affannosa e di certo un po’ meno ricca di pensieri, emozioni, sorrisi e leggerezza. Le canzoni saranno pure un’espressione breve, è vero, ma sono, pur tuttavia un’arte. Un’arte semplice, povera, fragile, piccola che entra, però, dentro di noi, ci prende, ci stordisce, ci travolge, ci commuove, ci emoziona, ci innamora e ci resta addosso per sempre. Nient’altro riesce a cambiare il mondo fuori e dentro di noi in pochi secondi. Una bella canzone lo fa. Invisibile agli occhi, come tutte le cose essenziali. Non al cuore, però, al quale regala battiti nuovi e un nuovo paio di ali, per volare a tempo con mille altre vite e mille altre storie”.

E conclude: “L’ultimo grazie – il grazie più grande – va a tutte le persone che si chiamano pubblico. Un numero – sottolinea – enorme, impensabile, straordinario. A tutti voi, perché, se è vero che senza gli artisti l’arte non esisterebbe, è ancora più vero che, senza di voi, l’arte non avrebbe alcun senso; così come non avrebbero alcun senso un panorama, un tramonto o una stellata di quelle che lasciano senza fiato, se non ci fossero almeno degli occhi da stupire, una bocca che l’incredibile ci fa lasciare aperta o un petto che comincia a palpitare. Grazie a tutti voi, milioni di individui e di universi, che vi siete ritrovati a condividere tutto questo. A vivere, per qualche giorno, al centro della musica. A rimetterla al centro dei prossimi sguardi, dei pensieri futuri. Dei viaggi a venire”.

Sanremo 2018, promossa tutta la squadra di Baglioni. Ci sarà un’edizione bis?

Pubblicato il 18 Feb 2018 alle 8:39am

Il pubblico del web ha promosso tutta la squadra del 68esimo Festival di Sanremo targata Claudio Baglioni. Apprezzatissimi, sia il direttore artistico che i conduttori Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Baglioni ha brillato sul palco dell’Ariston per originalità, classe, per aver portato in scena un prodotto nuovo, mentre la Hunziker per la sua bravura e Favino per essere stata la vera rivelazione di questo Festival. (altro…)

Gli abiti di Armani Privè indossati da Michelle Hunziker a Sanremo 2018

Pubblicato il 12 Feb 2018 alle 5:08am

Il Festival di Sanremo ha visto trionfare anche l’eleganza del made in Italy, la dolcezza e la femminilità di Michelle Hunziker, indiscussa Regina di stile della kermesse canora targata Claudio Baglioni. (altro…)

Claudio Baglioni vincitore della 68^ edizione del Festival di Sanremo. Vinta la sfida, la musica torna ‘al centro’, oltre il 58% lo share

Pubblicato il 11 Feb 2018 alle 11:09am

Ascolti straordinari per la serata finale del Festival di Sanremo 2018, targato Claudio Baglioni. La kermesse canora è stata seguita da 12 milioni 125 mila spettatori, share 58,3%, restando il secondo miglior risultato dal 2002.

Claudio Baglioni è il vincitore morale di questo festival 2018. E’ entrato da “sacrestano” e ne è uscito da Papa, vincitore. Sin dall’inizio, ha dimostrato di aver le idee chiare su quello che doveva essere il ‘suo’ Festival: “portare la musica al centro della scena, perché stella polare “, e ci è riuscito alla grande!

Ha “ripulito” il Festival da scorie e orpelli che negli ultimi anni lo avevano reso solo spettacolo ed intrattenimento, privo di ogni contenuto. Per dargli una veste nuova, una ventata di originalità e fantasia, uno spettacolo che sarà ricordato per sempre. E dal quale poter ripartire anche il prossimo anno, per riuscire a fare ancora di più.

C’è voluto coraggio, e Claudio ne ha avuto tanto. Prendersi questo fardello e farne qualcosa di diverso, di straordinario.

Portare sulle proprie spalle il peso di un impegno così grande, i ritmi, le beghe, i confronti con l’auditel, le critiche alla persona e alla carriera. Ma Claudio Baglioni ne è uscito vincitore.

Ci ha creduto fino in fondo e ha fatto bene. Ha esercitato il suo ruolo di direttore artistico e co-conduttore, in modo impeccabile: si è messo in gioco, con tutto se stesso, dando però anche spazio, merito ai veri protagonisti della scena e del festival.

Baglioni quest’anno, compie 50 anni di carriera. Ricordiamoci che è uno dei cantautori più importanti della storia della musica leggera italiana.

Il prossimo 15 settembre sarà impegnato con un grande concerto all’Arena di Verona, dove porterà ‘AL CENTRO’, proprio la musica, per festeggiare, questo importante traguardo. E poi un lungo tour nelle arene indoor.

Tantissimi gli ospiti che hanno duettato con Claudio e con lui si sono emozionati durante il Festival di Sanremo: Biagio Antonacci, Gianna Nannini, Gino Paoli, Giuliano Sangiorgi e i Negramaro, Laura Pausini, Franca Leosini, Federica Sciarelli e tanti altri.

Duetti impeccabili che hanno sorpreso anche le nuove generazioni, per la versatilità di questo grande artista, cantautore italiano.

Il pubblico italiano ha gradito: è rimasto incollato allo schermo fino a notte fonda. Il Festival ha toccato picchi di ascolto del 58%, una cosa che non si vedeva da anni.

Tutto merito di Baglioni? Certamente, e delle persone che con lui hanno lavorato e reso tutto questo possibile.

Nulla è stato lasciato al caso, dalle scenografie all’abbigliamento, dalla scelta dei conduttori, Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino, che si sono rivelati dei fantastici compagni di viaggio, alla scelta dei brani in gara.

Oggi, che le luci si sono spente, dopo cinque “notti di note” immense, straordinarie, resta ancora la magia e l’incanto che solo Baglioni sa regalare; con la sua ironia, sarcasmo quanto basta, serietà, professionalità, precisione, tanto da riuscire a rendere indimenticabile un Festival proprio come ha fatto con le sue canzoni, la sua musica, le sue parole ricche di forza e di emozioni, invincibili da battere.

La sua creatività, la sua signorilità, e grande umanità, non smettono mai di sorprenderci e di stupirci.

Oggi “Agonia” ha lasciato il posto al “Signor Ariston”, come lo ha definito Nino Frassica. Il padrone di casa che ricorda il Pippo Baudo “direttore artistico totale” dei tempi che furono. Una sintesi perfetta di questa trasformazione è il “BaglionOne”, la nuova creatura presentata al Festival da Pierfrancesco Favino/Steve Jobs che canta, parla, suona, dirige, recita, balla, imita.

Lo vedremo anche il prossimo anno alla guida del Festival? Chissà..Certamente sarebbe un’altra bella sfida. Battere se stesso.

Foto Ufficio Stampa Baglioni

Vincono la 68esima edizione del Festival di Sanremo, Ermal Meta e Francesco Moro

Pubblicato il 11 Feb 2018 alle 1:47am

Ad aprire l’ultima serata del Festival di Sanremo 2018 è Claudio Baglioni, direttore artistico e conduttore del festival, che ringrazia tutti per il successo di questa straordinaria edizione 68. (altro…)

Sanremo 2018, stasera ospiti Laura Pausini, Fiorella Mannoia, trio Renga-Pezzali-Nek, Antonella Clerici in forse Fiorello

Pubblicato il 10 Feb 2018 alle 2:28pm

Questa sera, sul palco dell’Ariston avremo grandi ospiti. A cominciare da Laura Pausini, passando per Fiorella Mannoia, fino ad arrivare al trio MAX PEZZALI, NEK e FRANCESCO RENGA, Antonella Clerici con i dodici protagonisti di SanremoYoung, nuovo programma Rai dedicato esclusivamente ai giovanissimi nati nel nuovo millennio, che andrà in onda in prime time su RaiUno, per cinque venerdì, dal 16 febbraio al 16 marzo. Nella giornata di ieri, si era parlato anche di un possibile ritorno di Rosario Fiorello.

Tutti gli ospiti dovrebbero duettare con Baglioni.

Dopo il successo straordinario della prima parte del tour che sta conquistando i palasport di tutta Italia, questa sera, MAX PEZZALI, NEK e FRANCESCO RENGA canteranno con il Direttore Artistico del Festival, Claudio Baglioni sulle note di “STRADA FACENDO”.

Strada facendo, nella versione a tre voci, sarà in rotazione radiofonica e disponibile in tutti gli store digitali da mezzanotte e sarà contenuto nell’album “MAX NEK RENGA, il disco” (Warner Music), in uscita il 9 marzo.

Sul fronte della gara riascolteremo di nuovo tutte le canzoni dei venti cantanti in gara, in attesa del verdetto finale. Questa la scaletta: Barbarossa, Canzian, Elio, Ron, Gazzè, Annalisa, Rubino, Decibel, Vanoni-Bungaro-Pacifico, Caccamo, Lo Stato Sociale, Facchinetti-Fogli, Diodato-Paci, Zilli, Noemi, Meta-Moro, Avitabile-Servillo, Le Vibrazioni, Biondi.

foto Blackstage Press

Sanremo 2018, Claudio Baglioni vince ancora. Quarta serata 51,1% di share

Pubblicato il 10 Feb 2018 alle 10:37am

Altro grande successo per il festival di Sanremo targato Claudio Baglioni. Il cantautore italiano, direttore artistico e conduttore della kermesse canora, insieme a Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino, si porta a casa un altro bel 51,1% di share con 10,1 mln di spettatori. (altro…)