Fare la spesa al supermercato o nei centri commerciali, ci spinge spesso a comprare anche altro che non è necessario. Succede spesso, infatti, che si arrivi alla cassa con il carrello stracolmo di merce che non era in programma.

Ebbene ad incrementare questa abitudine ci sarebbe il pagamento con la carta di credito.

Secondo la Cornell University e l’ateneo di Buffalo in merito ai comportamenti d’acquisto, l’ideale sarebbe di pagare in contanti. Così facendo gli acquisti sono limitati a ciò che serve davvero, evitando così di acquistare anche leccornie e cibi che fanno male.

In effetti, potrebbe davvero diventare una strategia che ci consentirà di fare una spesa salutare e di restare in forma.

Gli esperti sono arrivati a questa conclusione, dopo aver esaminare il rapporto tra i crescenti casi di sovrappeso e obesità nella popolazione e il largo utilizzo dei metodi di pagamento elettronici.

Dai risultati ottenuti, analizzando i comportamenti di mille famiglie americane, è emerso che portare con sè al supermercato carte di credito o bancomat equivale ad esporsi ad un rischio maggiore di acquistare alimenti cosiddetti “junk food”.

L’uso dei contanti, invece, aiuterebbe ad essere ponderti nella spesa, scegliendo cibi più sani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.