Adottare un bambino: il diritto di ogni bambino ad avere una famiglia

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Set 2015 alle ore 8:00am

adottare un bambino
Adottare un bambino è una scelta importante, da prendere con estrema cautela e dopo un’adeguata riflessione e preparazione, per questo è fondamentale rivolgersi ad enti autorizzati, che possano affiancare la coppia e sostenerla in qualsiasi momento.

Adottare un bambino significa principalmente mettersi a disposizione di un bambino che per vari motivi è stato abbandonato o allontanato dalla famiglia di origine ed è quindi in attesa di un padre e una madre che si prendano cura di lui.

Ricordiamo che possono adottare solo coppie coniugate da almeno 3 anni, tra lei quali non ci sia mai stata separazione personale o di fatto. Vengono in ogni caso riconosciuti i 3 anni di convivenza prematrimoniale. La coppia deve inoltre essere idonea ad educare, istruire e a mantenere i minori che andranno ad adottare. Con tutta la serenità e la sincerità la coppia deve domandarsi se si sente in grado di accogliere un bambino che ha già una sua storia vissuta e proviene da un altro paese. Una coppia o famiglia che si appresta a intraprendere questo tipo di percorso, ha bisogno quindi di una preparazione adeguata, che vada ad esplorare le diverse difficoltà che si possono incontrare durante un processo di adozione. Essere buoni genitori, è necessario, ma non sufficiente per essere automaticamente buoni genitori adottivi. La consapevolezza e la conoscenza delle problematiche dell’adozione sono alla base della buona riuscita di questo importante progetto familiare. Questo mettersi in discussione e in ascolto è spesso visto come uno scoglio per molte coppie una novità che non sempre viene accettata come un fattore di aiuto per la buona riuscita di un’adozione. Non dimentichiamoci mai che i bambini che vengono messi in adozione sono bambini già traumatizzati per la mancanza dei genitori e hanno bisogno di credere ancora alla famiglia, un fallimento di questo sogno per loro diventerebbe molto difficile da superare.

Importante è sottolineare che l’adozione non è il diritto di una coppia ad avere un bambino, ma è il diritto di ogni bambino ad avere una famiglia.

E’ importante poi seguire un percorso anche dopo l’arrivo del bambino, per aiutarlo ad inserirsi in questa nuova realtà e anche per la coppia che si trova ad essere genitori dopo un lungo percorso.
Normalmente gli enti autorizzati organizzano incontri e affiancamenti ma ci si può rivolgere anche a psicologi o mediatori famigliari come quelli presenti sul portale online di servizi alla famiglia Familydea.it