“Black Panther”, al cinema il nuovo cinecomic Marvel tra avventura e coscienza politica

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Feb 2018 alle ore 12:49pm

Portrait (MRLND_019G_G – Japan Art B1 (Marketing Approval Only))

Il diciottesimo film della Marvel è in tutte le sale dal 14 febbraio. “Black Panther” è tratto dall’omonimo fumetto di Stan Lee e Jack Kirby pubblicato la prima volta nel 1966: il primo supereroe di colore che afferma una versione del black power. Sul grande schermo diventa un blockbuster che racconta la storia di T’Challa, giovane re africano che si trasforma in supereroe, tra fratellanza nera e uguaglianza.

Sinossi
T’Challa, dopo la morte del padre, Re del Wakanda (avvenuta nel film “Captain America: Civil War”), torna nella propria terra africana, una nazione isolata ma estremamente avanzata dal punto di vista tecnologico, per salire al trono. Tuttavia, un potente nemico riemerge dal passato e lo metterà a dura prova, trascinandolo in un terribile conflitto che rischia di nuocere al futuro del Wakanda e del mondo intero. Di fronte al pericolo e al tradimento, il giovane re radunerà i suoi alleati e scatenerà tutto il potere di Black Panther per sconfiggere i suoi avversari e preservare il pacifico stile di vita del suo popolo.

Dietro la macchina da presa troviamo Ryan Coogler, al suo terzo lungometraggio dopo “Prossima fermata Fruitvale Station” e “Creed-Nato per combattere”. Nel cast, troviamo Chadwick Boseman, Lupita Nyong’o, Danai Gurira, Martin Freeman, Daniel Kaluuya, Angela Bassett, Forest Whitaker.