Medici e infermieri in servizio nel reparto dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli in cui una paziente è stata ripresa mentre intubata e inerme era letteralmente sommersa di formiche, sono stati sottoposti a inchiesta e a sospensione cautelare. Lo afferma la Regione Campania in questa nota.

“La Direzione Generale per la Tutela della Salute della Regione Campania, sulla vicenda della presenza di formiche nel letto di una paziente ricoverata presso il Presidio Ospedaliero “San Giovanni Bosco”, dopo aver disposto immediatamente l’intervento del Servizio Ispettivo Regionale, ha segnalato al Direttore Generale dell’Asl Napoli 1 di promuovere il provvedimento della sospensione cautelare dal servizio a carico del personale medico e infermieristico che si sia reso responsabile di omessa sorveglianza o di imperizia nelle operazioni di assistenza della paziente”.

La stessa Direzione ha anche disposto che ogni sviluppo della vicenda, seguita con la massima attenzione della Presidenza, sia tempestivamente comunicato alla struttura regionale.

Secondo i carabinieri, le formiche potrebbero essere entrate da una crepa presente nel muro.

Ieri, il ministro Giulia Grillo diventata madre da poche ore di un bellissimo maschietto di nome Andrea, ha scritto sui social “Questa mattina, ho inviato i Carabinieri del Nas per fare chiarezza sul caso segnalato con un video, dove si vede una paziente sommersa dalle formiche all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli.
La stanza del reparto di Medicina è stata sigillata, l’area bonificata e i pazienti trasferiti presso altri reparti.
Chiederò al presidente della Regione Campania un dettagliato piano di interventi affinché episodi simili non si verifichino più”.

Il video in oggetto era stato anche condiviso sulla pagine ufficiale di Luca Abete di Striscia la Notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.