Sicilia

Maltempo in Sicilia, esonda fiume Milicia, 12 morti

Pubblicato il 04 Nov 2018 alle 11:14am

La furia dell’acqua e del fango ha fatto altre 12 vittime. Questa volta è avvenuto il disastro in provincia di Palermo: nove persone hanno perso la vita a Casteldaccia e una a Vicari, e due in provincia di Agrigento. Una casa nelle campagne di Casteldaccia, in contrada Dogali, è stata travolta dall’acqua che ha invaso le strade. Sono morti due bambini di uno e 3 anni e un ragazzino di 15 anni. (altro…)

Fibromialgia: in Sicilia un gruppo di lavoro specializzato

Pubblicato il 17 Ott 2018 alle 8:31am

Un enorme passo in avanti arriva dalla sanità siciliana, grazie ad un’importante iniziativa messa in campo dal governatore Nello Musumeci e dall’assessore Ruggero Razza, che ha istituito un gruppo di lavoro per l’approfondimento di problematiche legate alla Fibromialgia, Encefalomielite mialgica benigna e Sensibilità chimica multipla. (altro…)

Diabete, la Sicilia la regione con più morti in Italia

Pubblicato il 13 Mag 2018 alle 6:52am

Secondo diversi studi ed indagini aumentano in Italia i casi di diabete tipo 1 e 2. L’Italian Diabetes e Obesity Barometer Report rivela i numeri allarmanti regione per regione. (altro…)

Osteoporosi, in Sicilia mezzo milione di donne affette da questa malattia delle ossa

Pubblicato il 13 Mag 2018 alle 6:25am

“In Sicilia si verificano oltre 19.000 fratture da fragilità all’anno – a spiegarlo è Giulia Letizia Mauro, direttore Uoc di Riabilitazione del Policlinico Paolo Giaccone di Palermo – e le terapie innovative, come gli anticorpi monoclonali, determinano una diminuzione significativa del rischio di frattura a livello vertebrale, non vertebrale e femorale. Queste terapie, grazie a una semplice modalità di somministrazione, migliorano la persistenza al trattamento, che è il vero problema delle patologie croniche come l’osteoporosi. La mancata aderenza alla terapia, con una percentuale di abbandono che sfiora il 50 per cento, è uno dei motivi per cui molte donne, se pur trattate, si fratturano”. (altro…)

Il mare più bello del 2017: le spiagge con 5 vele. La Sardegna in testa

Pubblicato il 17 Giu 2017 alle 5:57am

Legambiente e Touring Club Italiano offrono nella consueta guida estiva ai propri lettori una nuova bussola, per orientarsi al meglio tra i vari comprensori turistici della nostra penisola. (altro…)

Nasce a Messina Il Registro siciliano per i malati di Sclerosi Multipla

Pubblicato il 16 Mag 2017 alle 7:37am

E’ nato a Messina, nei giorni scorsi, il Registro siciliano per la Sclerosi multipla. Presente all’inaugurazione il ministro della salute, Beatrice Lorenzin. (altro…)

Capodanno a Civitanova Marche per Gigi D’Alessio&Friends, dopo il no del sindaco di Palermo

Pubblicato il 09 Nov 2016 alle 8:22am

Il Comune di Palermo avrebbe detto no a Mediaset riguardo la proposta di far svolgere la trasmissione televisiva di Capodanno “Gigi D’Alessio&Friends” in città. (altro…)

Goletta Verde, la mancata depurazione delle acque di Sicilia e Calabria mette a rischio la stagione balneare

Pubblicato il 22 Lug 2016 alle 7:51am

La mancata depurazione è una delle principali minacce del mare di Sicilia. Su ventisei punti monitorati da Goletta Verde ha evidenziato che ben diciassette risultano presentare cariche batteriche elevate. (altro…)

Sicilia, tre treni storici per scoprire gli itinerari più suggestivi di questa terra

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 7:40am

Saranno tre, i treni storici per scoprire alcuni degli itinerari più suggestivi di una delle regioni più belle d’Italia: la Sicilia.

Al via la nuova stagione dei ”Binari della cultura”, l’iniziativa promossa dall’assessorato regionale al Turismo, in collaborazione con la Fondazione Ferrovie dello Stato e Trenitalia. Il programma 18 treni d’epoca speciali su tre importanti direttrici culturali dell’Isola: Valle dei Templi, Barocco della Val di Noto e Taormina.

Oggi, Domenica 3 luglio è organizzato il primo viaggio: “Il Treno dei Templi” da Agrigento a Porto Empedocle. A bordo delle automotrici del 1970 i turisti potranno godere di un viaggio volutamente lento per apprezzare i suggestivi paesaggi attraversati, visitare il Parco Archeologico della Valle dei Tempi Patrimonio Unesco, gratuitamente in concomitanza della prima domenica del mese, il Giardino della Kolymbetra, con un biglietto di ingresso speciale riservato ai viaggiatori del treno storico. Chi invece preferirà fare un bel bagno, potrà prima visitare l’area archeologica, e poi raggiungere Porto Empedocle e quindi la Scala dei Turchi. L’iniziativa sarà ripetuta tutte le prime domeniche dei mesi di agosto e settembre, e ogni sabato di luglio e agosto.

Longevità, Italia divisa in due, si vive di più al Nord Est

Pubblicato il 17 Feb 2016 alle 11:23am

Secondo una nuova ricerca sulla longevità europea si scopre che Italia si spaccata in due: a Nord Est si vive più a lungo, mentre i dati diffusi per città come Napoli e la Sicilia dicono l’esatto contrario (soprattutto per le donne).

Lo studio in questione è stato pubblicato sul Journal of Epidemiology and Community Health e mette in evidenzia come negli ultimi 20 anni ci siano state ampie oscillazioni in merito alla misurazione della longevità.

In Europa ad esempio si vive più a lungo rispetto al nord della Spagna, del nord-est dell’Italia e del sud-ovest della Francia, mentre va meno bene a chi vive nei Paesi Bassi, in Scandinavia o Regno Unito.

Tra le cause principali povertà e i cattivi stili di vita. Il tasso di sopravvivenza si pensi che è di 10 anni, se le persone tra 75 e 84 anni avevano raggiunto gli 85-94 in 4.404 piccole aree di 18 Paesi europei.

I tassi di sopravvivenza delle 313.296.725 persone monitorate sono stati misurati in 2 periodi: tra il 1991 e il 2001 e tra il 2001 e il 2011. Escusi dallo studio Grecia, Cipro, Germania, Irlanda e i recenti membri Ue dell’Europa dell’Est, per via dei dati insufficienti sulla proporzione di anziani nelle rispettive popolazioni.

Inclusi, però, Norvegia, Svizzera, Andorra, Liechtenstein e San Marino, in quanto confinanti con Paesi dell’Unione europea.

Ebbene, in media, nel 2001 la percentuale di uomini di 75-84 anni che sono vissuti almeno altri 10 anni è stata del 27%. Un dato che sale al 40% per le donne. Nel 2011 i tassi di sopravvivenza sono aumentati, raggiungendo il 34% tra gli uomini e il 47% tra le donne, con ampie variazioni geografiche in entrambi i periodi.

Nel 2001 la percentuale di uomini di 75-84 anni che sono vissuti almeno altri 10 anni è stata del 27% , del 40% le donne. Nel 2011 i tassi di sopravvivenza sono aumentati, raggiungendo il 34% tra gli uomini e il 47% tra le donne, con ampie variazioni geografiche in entrambi i periodi esaminati.

Per le donne, nel 2001 c’erano 45 aree di alta sopravvivenza e 35 di bassa. Il Nord-Est dell’Italia (Emilia Romagna e Veneto) tra le regioni più virtuose e il Sud della Spagna, Napoli e la Sicilia tra quelle con basso tasso di sopravvivenza.

Nel 2011 le prime sono aumentate a 102, mentre le altre sono diventate 50. Ridotte, però, le aree di alta sopravvivenza del Nord-Est d’Italia rispetto al 2001.

«Molti fattori influenzano la longevità, tra cui le circostanze socio-economiche, i geni, gli stili di vita, l’inquinamento e l’accesso alle cure sanitarie», spiegano gli esperti.

Altre notizie

Archivio notizie

dicembre: 2018
lun mar mer gio ven sab dom
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31