Crollano le entrate per il canone Rai ma l’azienda smentisce

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Apr 2011 alle ore 1:18pm


Davvero una brusca caduta per le entrate Rai relative al canone. Nel primo bimestre dell’anno in corso, dichiara il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia, sono state di 938 milioni di euro.

Il dato emerso segnala così una contrazione del 37,5% rispetto allo scorso anno, con 562 milioni di euro in meno. Ma la Rai comunica attraverso il direttore Masi che in realtà rispetto allo scorso anno, la raccolta del canone ha registrato un incremento di 15 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.

Qualora il dato del Ministero dovesse esser confermato, sarebbe davvero preoccupante, si tratterebbe di un deficit sensibile che potrebbe provocare importanti ripercussioni nel bilancio della società.

Tanti italiani pagano la tassa saltuariamente, generando un incremento notevole della volatilità tra un anno e l’altro.

Per questo il direttore generale Masi cerca di minimizzare la situazione, dichiarando che è sicuramente un errore contabile commessa dal Dipartimento ministeriale.