zanzare

Zanzare, tra gli animali più piccoli, il più pericoloso della Terra

Pubblicato il 20 Ago 2019 alle 6:15am

Tra gli animali più piccoli e pericolosi della Terra per l’uomo, c’è la zanzara. Miete diverse centinaia di migliaia di vittime ogni anno. Il 20 agosto è il World Mosquito Day, giornata istituita su iniziativa soprattutto di istituzioni e Ong contro la malaria. La data scelta per la ricorrenza commemora Sir Ronald Ross, che proprio in questo giorno del 1897 scoprì che è la zanzara femmina a trasmettere la malaria. Proprio questa malattia è la principale causata dall’insetto, e secondo l’Oms ha causato nel 2017 435mila morti e 215milioni di casi nel mondo, concentrati in 11 paesi, dieci in Africa più l’India.

Secondo una stima recente, ricercatori della Fondazione sostengono che le zanzare uccidono ogni anno 725mila persone, molte di più rispetto a serpenti (50mila) e cani (25mila), che seguono in classifica. Tra le varie armi contro questi insetti, che oltre alla malaria veicolano decine di altre malattie, come la dengue e il Virus del Nilo che è ormai endemico anche in Italia, recentemente si sono aggiunte le zanzare stesse: in tutto il mondo sono in corso esperimenti che prevedono l’introduzione in natura di esemplari resi sterili con modifiche al Dna o attraverso radiazioni o l’esposizione a batteri per controllare le popolazioni.

Zanzare: il caffè fa miracoli

Pubblicato il 26 Giu 2019 alle 9:45am

Per difendersi dalle zanzare, dalle loro punture, ecco a voi un rimedio tutto naturale. Immediato e semplice da utilizzare: il caffè. Può essere utilizzato in polvere, chicchi e liquido. Ecco come.

Per allontanare le zanzare basta bruciare un po’ di polvere: si prende un piatto ricoperto di carta di alluminio, si mette un po’ di caffè in chicchi ricoperto da quello macinato, e gli si dà fuoco, facendo bruciare il tutto molto lentamente. Così le zanzare saranno messe in fuga appena sentiranno l’odore. Si può aumentare l’effetto spargendo la polvere dove c’è acqua stagnante, che, come è noto attira le zanzare.

Anche il caffè liquido risulta essere molto efficace: basta nebulizzarlo e spruzzarlo nelle zone infestate o quelle più esposte come i balconi e i davanzali o le aree con le piante. La fuga è assicurata.

E per le larve? Si prendoni i chicchi e li si mette nella terra delle piante oppure nell’acqua stagnante. Oltre a uccidere le larve il caffè anche il potere di rinforzare le piante e renderle più fertili.

Dieta antizanzare per tenerle lontane

Pubblicato il 18 Giu 2019 alle 6:36am

Con l’arrivo dell’estate è puntuale l’arrivo anche delle odiate zanzare. Per evitare di essere punti e che si avvicinino a noi, con il loro fastidiosissimo ronzio, un aiuto può arrivare anche da cosa mangiamo, da una giusta e corretta alimentazione. Ecco spiegato subito il perché. (altro…)

Zanzare, Università di Pavia scopre come evitarle

Pubblicato il 13 Mag 2019 alle 7:26am

E’ dell’Università di Pavia il merito della scoperta su comer evitare di essere punti dalle zanzare. O meglio ancora, come scoraggiare le zanzare dal pungerci. (altro…)

Lotta alle zanzare, ordinanze e come difendersi

Pubblicato il 02 Mag 2019 alle 11:54am

Dal 1 maggio al 31 ottobre entrano in vigore due ordinanze per il contrasto allo sviluppo di diverse specie di zanzara (dalla più comune alla zanzara tigre): la prima impone ai soggetti privati – cittadini e imprese – di contribuire all’eliminazione di ogni microfocolaio possibile; i ristagni d’acqua non eliminabili devono essere trattati con costanza, attraverso l’impiego dei prodotti antilarvali di sicura efficacia distribuiti in modo gratuito nelle sedi comunali decentrate e in vendita nelle farmacie. (altro…)

Zanzare, una medicina-barriera sulle zanzariere contro la malaria

Pubblicato il 03 Mar 2019 alle 7:02am

Grazie a recenti risultati pubblicati su Nature relativi allo studio condotto da un team di ricercatori guidato dall’italiana Flaminia Catteruccia, professoressa di immunologia e malattie infettive all’Harvard T.H. Chan School of Public Health sono arrivati alla conclusione che l’atovaquone, principio attivo usato per prevenire e curare la malaria negli essere umani, possa essere assorbito dalle zanzare attraverso le zampe e impedire agli insetti di sviluppare il Plasmodium falciparum (P. falciparum) parassita responsabile della malaria. (altro…)

Veneto, allerta febbre del Nilo

Pubblicato il 02 Ago 2018 alle 11:40am

Il Veneto deve fare i conti con una vera e propria emergenza, la West Nile, la terribile febbre del Nilo. (altro…)

Conegliano, giovane torna dall’Asia con febbre a 40: è “dengue”

Pubblicato il 31 Lug 2018 alle 8:49am

Probabile virus del dengue in un giovane coneglianese, rientrato da un lungo soggiorno in un Paese del Sud est asiatico. I sintomi della malattia si sono manifestati lunedì 23 luglio, due giorni dopo il ritorno.

Il giovane presentava febbre alta che superava i 40°, cefalea e dolori articolari diffusi.

Recatosi al Pronto Soccorso è stato immediatamente ricoverato all’Ospedale di Conegliano. Le sue condizioni sono apparse tuttavia buone. La conferma laboratoristica del probabile caso di Dengue si avrà lunedì. Di origine virale, la dengue è trasmessa all’uomo dalle punture di zanzare tigre che hanno, a loro volta, punto una persona infetta.

Non si ha quindi un contagio diretto tra esseri umani, anche se l’uomo è il principale ospite del virus. Nell’area in cui risiede il giovane saranno effettuati due trattamenti di disinfestazione, così come previsto dal Piano regionale di lotta ai vettori.

L’Ulss procederà poi ad effettuare, per due settimane, campionamenti delle zanzare nella zona circostante l’abitazione del giovane.

Virus West Nile, diffuso in Veneto

Pubblicato il 04 Lug 2018 alle 7:49am

Dopo la scoperta del primo caso di infezione da virus West Nile in Veneto, la Direzione Prevenzione dell’Area Sanità e Sociale della Regione del Veneto ha diramato informazioni utili rispetto al ripresentarsi del virus, trasmesso attraverso la zanzara Culex.

«Conosciamo bene questa realtà – ha dichiarato in una nota l’Assessore alla Sanità Luca Coletto – e anche quest’anno, dal primo giugno abbiamo attivato un capillare sistema di sorveglianza, abbinato ad azioni di contrasto il più incisive possibile. Il contagio umano nella forma neuro-invasiva – aggiunge l’Assessore – non è fortunatamente frequente ma, quando si presenta, il sistema sanitario, già allertato, è in grado di riconoscere prontamente la malattia ed erogare cure efficaci, quando un paziente si presenta con determinati sintomi di interessamento neurologico».

Nel 20% dei casi presentano sintomi di lieve natura come febbricola, mal di testa, nausea, vomito, eruzioni cutanee. Tra i consigli efficaci troviamo quello di svuotare giornalmente i contenitori di uso comune con presenza di acqua, coprire ermeticamente (anche attraverso reti a maglie strette) i contenitori d’acqua inamovibili (bidoni, cisterne). Per evitare la puntura di zanzara negli ambienti in cui non sia disponibile la climatizzazione che è fortemente consigliata con l’applicazione a porte e finestre di zanzariere a maglie strette, oltre all’utilizzo di dispositivi elettro emanatori insetticidi liquidi o a piastrine.

All’aperto, per la protezione individuale dalle punture di zanzare è consigliabile indossare indumenti di colore chiaro, il più possibile coprenti (maniche lunghe e pantaloni lunghi). Un sufficiente livello di protezione inoltre è assicurato grazie all’utilizzo di repellenti.

Zanzare aliene, nuove strategie per scongiurare epidemie

Pubblicato il 26 Giu 2018 alle 8:52am

Sono state scientificamente confermate, le migliori strategie per il controllo delle zanzare aliene, quelle che sono date da una combinazione di larvicidi, adulticidi e dalla rimozione dei siti di riproduzione delle zanzare. Ciò è avvenuto grazie ad uno studio condotto dai ricercatori del Centro Dondena dell’Università Bocconi di Milano, in collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler di Trento, la Fondazione Mach di San Michele all’Adige, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie e l’Istituto Superiore di Sanità di Roma, pubblicato su Scientific Reports. (altro…)