In questa settimana tra Natale e Capodanno sarebbe prevista un’impennata del numero dei casi di influenza stagionale: si andrebbe così dagli attuali 80 mila, registrati nelle ultime settimane, ai 140mila previsti.

A scattare tale fotografia, il virologo dell’università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco, che in un’intervista all’Adnkronos Salute spiega il perché di questa ‘accelerata’ dell’influenza: “Il freddo che è ormai arrivato e i baci e gli abbracci ‘untori’ fra amici e parenti nei giorni di festa”.

Ebbene secondo l’esperto, la curva delle infezioni inizierà ad impennarsi con la riapertura delle scuole subito dopo la Befana. Così, nonostante i segnali positivi che giungono dal monitoraggio, lo specialista sottolinea l’importanza della vaccinazione, lanciando un appello ai ritardatari.

Pare, infatti, che quest’anno le persone che hanno fatto il vaccino contro l’influenza siano davvero poche. Secondo le prime stime infatti, il livello di copertura è più basso, in quanto si sono sottoposte all’iniezione preventiva soltanto il 10-15% in meno rispetto all’anno scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.