È partita, anche, la stagione dei saldi invernali 2015. In molte città sono stati addirittura anticipati rispetto al calendario ufficiale. I primi negozi a praticare sconti sino al 50% sono quelli della Campania e della Basilicata. Poi da sabato  3 gennaio  partiranno anche in tutte le altre regioni italiane. 

I commercianti, a causa della crisi sono da alcuni anni costretti ad anticiparli, visto anche il flop registrato a Natale e a Capodanno. Sperano, intanto,  di riuscire a racimolare un po’ in più in occasione dell’Epifania.

Ogni famiglia, secondo gli esercenti, spenderà alcune centinaia di euro per abbigliamento, calzature e accessori, e sarà un italiano su due ad approfittare degli sconti invernali di inizio anno; facendo registrare un calo del 7,3% rispetto al 2014, nonostante la propensione dei consumatori ad acquistare in saldo, sia in crescita del 20% sugli ultimi 5 anni.

Gli sconti medi, secondo la stima di Federazione Moda Italia, saranno almeno del 40%; mentre la spesa complessiva dedicata agli sconti invernali si fermerà intorno ai 5,3 miliardi di euro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.