E’ avvenuto ieri pomeriggio a Brindisi il primo sopralluogo a bordo del Norman Atlantic, il traghetto italiano naufragato il 28 dicembre a largo delle coste dell’Albania, che ha provocato al momento 11 morti accertate.

Sull’imbarcazione sono saliti il pm della Procura di Bari Ettore Cardinali e gli ufficiali della capitaneria di porto, anche al fine di cercare la scatola nera.

 

Nominati i periti che dovranno effettuare i dovuti accertamenti tecnici irripetibili e che dovranno stabilire la causa dell’incendio ed eventuali malfunzionamenti.

Intanto, la Capitaneria di porto ha identificato già alcuni dei componenti dell’equipaggio che avevano responsabilità a bordo dell’imbarcazione.

Il pubblico ministero ha iscritto i loro nomi nel registro degli indagati con l’accusa di naufragio colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

Successivamente, sarà ascoltato anche l’armatore Carlo Visentini, indagato insieme al comandante Argilio Giacomazzi.

Trovata anche la scatola nera, che potrà rivelare molte cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.