Addio a Giacomo Rondinella, attore e cantante che rese celebre la canzone napoletana e la ‘Malafemmena’ di Totò

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Feb 2015 alle ore 12:09pm


Scompare a Roma, all’età di 91 anni, Giacomo Rondinella, il primo ad incidere ‘Malafemmena‘ di Totò nel 1951.

Star della canzone napoletana fin dagli anni ’40, Rondinella era nato a Messina il 30 agosto del 1923 e alla sua carriera musicale affiancò anche quella cinematografica: tra i suoi film più famosi si cita il “Carosello napoletano” di Ettore Giannini.

Entrato nelle grazie del principe della risata, Antonio De Curtis, in arte Totò, fu spronato a studiare recitazione e a far parte delle compagnie teatrali dei fratelli Eduardo e Peppino De Filippo.

Nei 50 film all’attivo, Rondinella è stato diretto da registi come Rossellini in “Dov’e’ la libertà?” e richiesto per commedie romantiche.

Scoprì lui attrici come Virna Lisi e Marisa Allasio.

Iniziò la sua carriera artistica vincendo un concorso di Voci Nuove di Radio Napoli nel 1944, e tentò anche di fare il pugile.

A teatro ha lavorato con Garinei e Giovannini, Anna Magnani, Gino Cervi, Scotti, Dapporto oltre allo stesso Totò.

Ritiratosi dalle scene ha vissuto a Toronto, dove ha gestito un teatro di rivista. Il suo sogno era, però, quello di rilanciare il festival di Napoli.