musica

Giorgio Gaber – Il 25 gennaio una targa nella sua casa natale a Milano in occasione degli 80 anni dalla nascita

Pubblicato il 24 Gen 2019 alle 5:45am

Venerdì 25 gennaio 2019, alle ore 18.00 verrà scoperta una targa posta sulla facciata della casa di via Londonio 28 di Milano, in ricordo degli ottant’anni della nascita di Signor G. (altro…)

Sanremo, Claudio Baglioni e Matteo Salvini con una telefonata si sono chiariti: pace fatta

Pubblicato il 19 Gen 2019 alle 2:04pm

E’ pace fatta tra il cantautore italiano e direttore artistico del Festival di Sanremo Claudio Baglioni e il ministro dell’interno e vice premier Matteo Salvini. (altro…)

Radio Italia Live, da domani 16 Gennaio ore 21.10 su Real Time la nuova stagione

Pubblicato il 15 Gen 2019 alle 3:10pm

RADIO ITALIA LIVE”, la trasmissione dedicata alla musica italiana e ai suoi protagonisti, prodotta e realizzata da Radio Italia, torna su Real Time (canale 31 del digitale terrestre free) e in contemporanea su Radio Italia, Radio Italia Tv e in streaming sul sito radioitalia.it da domani 16 gennaio 2019 ore 21:10.

La trasmissione vede confermata alla conduzione la speaker Manola Moslehi che condividerà momenti esclusivi con l’artista, in viaggio verso lo studio e tra il pubblico per un’intervista prima dell’esibizione live. Manola sarà affiancata dalla speaker di Radio Italia Daniela Cappelletti che avrà il compito di stupire l’artista con simpatiche sorprese.

Tra i primi protagonisti confermati di questa stagione abbiamo LAURA PAUSINI (16 GENNAIO), ELISA (23 GENNAIO), EMMA (20 FEBBRAIO), ALESSANDRA AMOROSO (6 MARZO) e JOVANOTTI (30 GENNAIO) con lo speciale appuntamento “Mai stato single”, un live unico con un set inedito realizzato proprio per l’occasione.

I concerti saranno trasmessi su Radio Italia, Radio Italia Tv (canale 70 dtt e 35 TvSat, in HD can 570 dtt, 725 Sky, 135 Tivùsat e via cavo su Video Italia HD in Svizzera), in streaming su radioitalia.it e in contemporanea su Real Time (canale 31 del dtt).

I concerti inoltre saranno disponibili anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Le puntate vivranno anche sui social network di Radio Italia e Real Time.

Michelle Hunziker conduttrice di Adrian, il mega-show di Adriano Celentano dal 21 Gennaio su Canale 5

Pubblicato il 13 Gen 2019 alle 10:01am

Michelle Hunziker arrivata al teatro Camploy di Verona alle 11 dell’altra mattina, elegante come sempre nella sua semplicità, confermando i rumors circolati in questi giorni. (altro…)

Canzone dell’amore perduto, esce oggi, venerdì 11 gennaio, un’imperdibile versione reinterpretata da cantautore siciliano Colapesce!

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 10:41am

A vent’anni dalla scomparsa di Fabrizio De André esce oggi, venerdì 11 gennaio, “CANZONE DELL’AMORE PERDUTO” (Sony Music / Legacy Recordings per gentile concessione di 42 Records), in un’imperdibile versione speciale del brano, reinterpretato dal cantautore siciliano COLAPESCE!

Da oggi in radio, il brano è disponibile in streaming e digital download, al link:

https://SMI.lnk.to/CanzonedellamoreperdutoColapesce

“Le canzoni di Fabrizio, questa canzone di Fabrizio, fanno parte del nostro patrimonio genetico collettivo, sono di tutti, si riflettono nella vita di tutti. Parlano a tutti. E noi che le eseguiamo, quando le eseguiamo, diventiamo dei tramiti. Per cui sì, mi scuso con i fan, la famiglia, e tutti, io odio chi fa le cover di De André. E da oggi odio un po’ anche me stesso. Ma in realtà sono felice di averlo fatto e di averlo fatto ora”, dichiara Colapesce.

Luciano Ligabue, Luci d’America: da oggi in radio e in digitale, il singolo estratto dall’album di inediti in uscita a marzo. Ascoltalo

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 10:03am

E’ in rotazione radiofonica e download digitale, da oggi, 11 gennaio 2019, Luci d’America, il primo singolo di Luciano Ligabue estratto dal dodicesimo album di inediti in uscita a marzo 2019 (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music).

Lunedì 14 gennaio il video del brano, girato in California, sarà disponibile online.

Luci d’America” è prodotto da Federico Nardelli. In estate il rocker sarà poi in concerto con un tour nei principali stadi italiani.

Testo Luci d’America

Ligabue, Luci d’America, Testo Vieni qui e guarda fuori Fammi un po’ vedere come tu la vedi Io vedo fumo sulle macerie Tu guardi nello stesso punto e sorridi

Dai che allora andiamo al mare La penisola intanto riesce a galleggiare Facciamo che guido e tu guardi fuori Perché a guardare resti tu la migliore

E serve pane e fortuna E serve vino e coraggio Soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio

Le luci d’America Le stelle sull’Africa Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima

Vieni qui andiamo fuori Fuori da uno schermo, dalle mie prigioni C’è ancora il sole che fa il suo lavoro Sui Santi subito e sui tagliagole Prestami i tuoi occhi ancora che io guardo un dito Mentre tu la luna E fatti vicina, un po’ più vicina Che adesso voglio un altro panorama

E serve pane e fortuna E serve avere coraggio Soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio

Le luci d’America Le stelle sull’Africa Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima La luce dell’Africa Le stelle d’America

Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima La luce dell’Africa Le stelle d’America

E fra distruzione e meraviglia E tu che mi aspetti sulla soglia Di certi miracoli Uno può accorgersi Solo da sveglio

Le luci d’America Le stelle sull’Africa Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima La luce dell’africa Le stelle d’america

Luci d’America” è una road song perfetta per essere ascoltata e cantata durante un viaggio in macchina, sfrecciando in autostrada – immaginando di percorrere la Route 66: “E serve pane e fortuna / e serve avere coraggio / soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio”. I suoni sono compatti, solidi, i ritmi trascinanti, con un riff affidato alle tastiere che sembra ricordare molto certe produzioni dei Coldplay o degli U2.

Sanremo 2019, conferenza stampa di presentazione: Claudio Baglioni “Sarà un festival con la musica al centro con significati nuovi per il racconto”

Pubblicato il 09 Gen 2019 alle 9:27pm

Si è tenuta questa mattina di mercoledì 9 Gennaio 2019, la conferenza stampa di presentazione del 69esimo Festival della Canzone Italiana, trasmessa in diretta streaming, in presenza di Claudio Baglioni, direttore artistico e conduttore del Festival (al suo secondo mandato, per il secondo anno consecutivo), Alberto Biancheri (sindaco), Teresa de Santis (direttore di Rai1), Claudio Fasulo (autore del festival), Massimo Calvi (presidente del Casino’), Duccio Forzano (regista alla sua 7° collaborazione), Francesca Montinaro (scenografa con all’attivo diverse collaborazioni televisive con le reti Rai e La7, Sanremo 2013), Claudio Bisio e Virginia Raffaele (co-conduttori del festival, lei già co-conduttrice nel 2016 accanto a Conti e ospite di Baglioni nell’edizione 2018) che il direttore artistico ha voluto ribattezzare come “fratello Sole e sorella Luna”.

“Non abbiamo mai lavorato insieme, non vedevo l’ora – ha spiegato prima Bisio in conferenza stampa, in un continuo scambio di battute con l’attrice e imitatrice tv -. Avremmo dovuto fare Zelig insieme, ma non è accaduto. Temevo che fosse un po’ arrabbiata, non era vero. Ci siamo conosciuti un giorno a casa sua, era afona: pensate per un uomo una serata con una donna afona, è un sogno”..

“Lo stimo da sempre, ero piccola e lui già lavorava… – ha ribattuto la Raffaele punzecchiandolo – E’ un mostro. La cosa positiva è che quest’anno devo imparare un solo nome, Claudio. Ringrazio Baglioni per avermi richiamata anche quest’anno, nonostante l’anno scorso lo abbia fatto passare per anziano, e l’anno scorso non lo era… Siamo solo all’inizio, cominceremo ora a lavorare, a scrivere simpaticissime situazioni. Speriamo di colorare il festival, ma saremo rispettosi verso la gara”.

Baglioni nel presentare il suo festival, al secondo anno consecutivo, in onda dal 5 al 9 Febbraio 2019 su Rai1 e Rai Radio2, ha spiegato “Il 69 richiama alla simmetria e al sincronismo, ed io cerco sempre dei significati nuovi per il racconto”. “Punto sull’armonia per sposare elementi opposti e lontani: la bellezza è nella diversità”.

Rocco Papaleo alla conduzione del Dopofestival, ma di altri artisti che dovrebbero partecipare non si è ancora deciso nulla.

Confermati i nomi di Andrea Bocelli e il figlio Matteo, Giorgia e Elisa come ospiti . “Già lo scorso anno – ha spiegato Bgalioni – la regola d’ingaggio al Festival era che anche l’ospite quando arriva deve portare qualcosa e non prende e basta. Io sto aspettando ancora proposte, ma al momento non ce ne sono. Il Festival è internazionale per se stesso e non ha bisogno di ‘figurine'”, riferendosi ad artisti internazionali.

La competizione di Sanremo 2019 vedrà in concorso 24 big, 22 (più o meno noti) e 2 provenienti dall’ultimo Sanremo Giovani 2018 che ha visto vincere Einar con il brano “centomila volte” e Mahamood con il brano “Gioventù bruciata”. I due nuovi big si presenteranno in concorso con nuovi inediti “Parole Nuove” e “Soldi”.

I 24 big e brani in concorso:

– Paola Turci “L’ultimo Ostacolo” – Simone Cristicchi “Abbi cura di me” – Zen Circus “L’amore è una dittatura” – Anna Tatangelo “Le nostre anime di notte” – Loredana Bertè “Cosa ti aspetti da me” – Irama “La ragazza con il cuore di latta” – Ultimo “I tuoi particolari” – Nek “Mi farò trovare pronto” – Motta “Dov’è l’Italia” – Il Volo “Musica che resta” – Ghemon “Rose Viola” – Federica Carta e Shade “Senza Farlo Apposta” – Patty Pravo e Briga “Un po’ come la vita” – Negrita “I ragazzi stanno bene” – Daniele Silvestri “Argento vivo” – Ex-Otago “Solo una canzone” – Achille Lauro “Rolls Royce” – Arisa “Mi sento bene” – Boomdabash “Un milione” – Francesco Renga “Aspetto che torni” – Enrico Nigiotti “Nonno Hollywood” – Nino D’Angelo e Livio Cori “Un’altra luce” – Einar “Parole nuove” – Mahamood “Soldi”

Regolamento ed esibizioni

– Prima Serata (martedì 5 febbraio 2019) Si alzerà il sipario sul palco del Teatro Ariston e tutti e 24 gli artisti canteranno per la prima volta il proprio brano.

– Seconda Serata (mercoledì 6 febbraio 2019) Questa sarà l’occasione per dedicarci al secondo ascolto di 12 delle 24 canzoni in gara.

– Terza Serata (giovedì 7 febbraio 2019) Durante questo appuntamento potremo ascoltare per la seconda volta le restanti 12 delle 24 canzoni in gara.

– Quarta Serata (venerdì 8 febbraio 2019) Sarà una vera serata-evento in cui ogni artista canterà in compagnia di un ospite il proprio brano, in una versione “rivisitata” per l’occasione.

– Quinta Serata – Serata Finale (sabato 9 febbraio 2019) Dopo aver riascoltato tutte e 24 le canzoni in gara, scopriremo il brano vincitore della 69ᵃ edizione del Festival della Canzone Italiana!

Le votazioni avverranno attraverso quattro metodi di votazione: Televoto (da telefonia fissa e da telefonia mobile), giuria Demoscopica, giuria della Sala Stampa e giuria degli Esperti. Si arriverà, progressivamente poi nelle cinque Serate, a definire le graduatorie che decreteranno la canzone/Artista vincitrice di Sanremo 2019 che potrà anche gareggiare in rappresentanza dell’Italia, all’Eurovision Song Contest 2019.

Tiromancino: dal 21 gennaio live con “Fino a Qui – Tour”

Pubblicato il 08 Gen 2019 alle 12:11pm

Parte il 21 gennaio prossimo il “FINO A QUI – TOUR” dei TIROMANCINO, che con la inconfondibile forza e sensibilità cantautorale di Federico Zampaglione arriveranno in molti teatri italiani. Un imperdibile spettacolo dal vivo, in una versione unica e originale. L’ultimo progetto discografico “Fino a qui”, prodotto da Trident Music, con anche molti dei loro brani famosi tratti dal loro repertorio.

Per la prima volta, infatti, Federico Zampaglione e la sua band saranno accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra, una delle orchestre più conosciute nel panorama artistico nazionale che vanta anche la collaborazione con numerosi artisti di fama internazionale (Sting, Kylie Monogue, Robbie Williams, Sam Smith, Luis Bacalov e molti altri). L’orchestra è diretta dal Maestro Giacomo Loprieno.

Inoltre, per il concerto di Bologna, previsto il 26 gennaio al Teatro Manzoni, salirà sul palco il cantautore Luca Carboni che ha duettato con Federico Zampaglione nel brano “Imparare Dal Vento”, contenuto del disco “Fino A Qui”.

Sul palco avremo: Federico Zampaglione (voce e chitarra), Antonio Marcucci (chitarra elettrica), Francesco “Ciccio” Stoia (basso), Marco Pisanelli (batteria e percussioni) e Fabio Verdini (pianoforte e tastiere).

Queste le date del tour “Fino a qui” confermate ad oggi:

sabato 19 gennaio – Pala Riviera di SAN BENEDETTO DEL TRONTO (data zero);

lunedì 21 gennaio – Teatro Verdi di FIRENZE;

sabato 26 gennaio – Teatro Manzoni di BOLOGNA – ospite LUCA CARBONI;

domenica 27 gennaio – Teatro Colosseo di TORINO;

lunedì 28 gennaio – Teatro Civico di LA SPEZIA;

giovedì 31 gennaio – Teatro Augusteo di NAPOLI;

domenica 3 febbraio – Teatro Arcimboldi di MILANO;

lunedì 14 febbraio – Teatro Nuovo di MARTINA FRANCA (TA) – NUOVA DATA;

lunedì 1 luglio – Cavea Auditorium Parco della Musica di ROMA.

I biglietti dei concerti sono disponibili in prevendita sul sito di Ticketone.

L’album “Fino a qui” (Sony Music Italy), attualmente disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, è composto da 4 brani inediti (tra cui la hit “Noi Casomai”) e 12 tra le canzoni più significative della band risuonate, riarrangiate e reinterpretate da Federico Zampaglione insieme a grandi nomi della musica italiana! Prodotto e arrangiato da Federico Zampaglione e Antonio Marcucci, l’album vanta la partecipazione di Jovanotti, Alessandra Amoroso, Tiziano Ferro, Biagio Antonacci, Giuliano Sangiorgi, Elisa e Mannarino, Alborosie, Fabri Fibra, Thegiornalisti, Calcutta, Luca Carboni. Presente nel disco anche un cameo della piccola Linda, figlia di Federico.

Roberto Vecchioni: “Ho voluto dedicare una canzone a Francesco, perché il suo segreto è quello di portarsi Gesù sul viso”

Pubblicato il 04 Gen 2019 alle 12:44pm

Roberto Vecchioni dedica un brano a Papa Francesco e in un’intervista rilasciata a Tg2000 spiega anche il perché: “Il segreto di Francesco è quello di portarsi Gesù sul viso”, perché veramente lui ha Gesù sul viso. Ecco perché gli ho voluto dedicare una canzone”.

Il cantautore ha presentato il nuovo concept album dal titolo ‘L’ infinito’ con un chiaro riferimento a Leopardi ed altri personaggi da Giulio Regeni alla guerrigliera curda Ayse. E poi il duetto con l’amico storico Francesco Guccini con cui ha ripercorso la storia del pilota Alex Zanardi. E nella traccia 11 la ‘Canzone del Perdono’ dedicata proprio a Papa Francesco dice: “Francesco – ha aggiunto Vecchioni – è stato parecchio romanzato. E non voglio andare sul romanzo né sui luoghi comuni però ha delle caratteristiche di perfetta coerenza con quello che dice. Tra queste cose c’è un vero rincrescimento, un vero dolore – si sente e non è casuale – per le sofferenze dell’umanità. Lui ce l’ha e lo si vede quando parla, lo si sente da quello che scrive e da quello che dice. È un Papa di una sincerità immensa”.

Vecchioni ha raccontato un aneddoto sulla canzone dedicata proprio al Pontefice: “Il mio caro amico Arnoldo Mosca Mondadori, che è il nipote del famosissimo Mondadori, doveva vedere il Papa per qualcosa sull’Africa. Lui era un po’ timido e mi disse: ‘Roberto se mi fai una canzoncina per il Papa, io gli porto il dischetto, magari è più bello, così ho un approccio più facile con lui’. Io in un primo momento pensai che fosse una sciocchezza, poi invece di notte di pensai e al mattino scrissi la canzone. Lui arrivò dal Papa, gli assistenti gli presero le cose e gli dissero che gliele avrebbero date dopo. Invece non gliele diedero mai più quindi il Papa non sentì mai questa canzone. E allora per ‘vendetta’ l’ho messa nel disco e ho detto: ‘Così la sentirà’”

Fabrizio Moro: nel 2019 nei palasport con 4 imperdibili appuntamenti live

Pubblicato il 22 Dic 2018 alle 8:18am

FABRIZIO MORO reduce da un 2018 che lo ha consacrato come uno degli indiscussi protagonisti musicali dell’anno, attualmente al lavoro sul nuovo album di inediti che uscirà la prossima primavera, tornerà a esibirsi live nel 2019 con 4 imperdibili appuntamenti nei palasport da Sud a Nord Italia, con un doppio show proprio nella sua città, Roma!

Queste le date in programma nei “Palasport 2019”:

12 ottobre – Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT)

18 e 19 ottobre – Palazzo Dello Sport di ROMA

26 ottobre – Mediolanum Forum di MILANO

I biglietti per i live, prodotti da Friends & Partners, sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it e nei punti vendita e prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).

RTL 102.5 è media partner del tour.

Sul palco con Moro la storica band composta da: Claudio Junior Bielli (Pianoforte, Tastiere e Programmazioni), Roberto Maccaroni (chitarra e cori), Danilo Molinari (chitarra), Alessandro Inolti (batteria), Andrea Ra (basso e cori).

Foto Ufficio Stampa