musica

NEK: esce domani il nuovo album “Il mio gioco preferito – Parte II” con un concerto nella piazza della sua città. Dalla prossima settimana “instore” virtuali!”

Pubblicato il 28 Mag 2020 alle 4:13pm

Esce domani, venerdì 29 maggio, “IL MIO GIOCO PREFERITO – parte seconda” (distribuito da Warner Music Italy), il nuovo album di NEK Filippo Neviani e seconda parte del disco uscito lo scorso anno. (altro…)

Nastri d’argento 2020, candidati Diodato, Baglioni e Brunori Sas

Pubblicato il 27 Mag 2020 alle 8:01pm

Quest’anno ai Nastri d’Argento 2020 sono candidati per la miglior canzone originale Diodato ‘Che vita meravigliosa’, Claudio Baglioni con ‘Gli anni più belli’ e Brunori Sas con ‘Un errore di distrazione’. Antonio tenta il “triplete”, mentre per la colonna sonora sono in lizza sia Dario con il film “Odio l’estate” di Aldo, Giovanni e Giacomo sia la pellicola di Muccino con il brano di Baglioni.

Nel dettaglio a seguire le candidature musicali 2020 dei prestigiosi premi dei giornalisti italiani per il cinema.

Nella categoria “Miglior canzone originale” sono candidate 6 canzoni:

– “Che vita meravigliosa”: testo, musica e interpretazione di Diodato per il film di Ferzan Ozpetek “La dea fortuna”

– “Gli anni più belli”: testo, musica e interpretazione di Claudio Baglioni per l’omonimo film di Gabriele Muccino, che tra l’altro vede anche la cantante Emma Marrone nel cast di attori – “Un errore di distrazione”: testo, musica e interpretazione di Brunori SAS (Dario Brunori) per il film “L’ospite” – “Il ladro di giorni”: testo e musica di Alessandro Nelson Garofalo, interpretazione di Nero Nelson e Claudio Gnut per il film omonimo – “Rione Sanità”: testo, musica e interpretazione di Ralph P. (Raffaele Buonomo) per il film “Il sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone – “We come from Napoli”: testo e interpretazione di Liberato (con Gaika, in collaborazione con 3D alias Robert Dal Naja dei Massive Attack) per il film “Ultras”.

Tra i candidati nella sezione “Colonna sonora” ci sono di nuovo Brunori Sas con le musiche dell’ultimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo dal titolo “Odio l’estate”, Mauro Pagani per “Tutto il mio folle amore” e Nicola Piovani per “Gli anni più belli” di Gabriele Muccino, che contiene l’omonimo brano di Baglioni.

Il 2020 ha già visto Diodato vincere con la canzone Fai Rumore il Festival di Sanremo, il Premio della critica Mia Martini, il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web e il Premio Lunezia. E l’8 maggio scorso gli è stato assegnato il premio David di Donatello “Miglior canzone originale” proprio per il brano Che vita Meravigliosa, riconoscimento che gli ha permesso di affermarsi come unico artista italiano solista ad aver vinto sia Sanremo sia il David, per di più nello stesso anno e con due canzoni diverse, entrambe contenute nell’album Che vita meravigliosa.

Video Gli Anni più belli

“Una.Nessuna.Centomila. Il concerto”: rinviato al 26 Giugno 2021 alla Rcf Arena Reggio Emilia (Campovolo) il più grande evento musicale di sempre contro la violenza di genere!

Pubblicato il 22 Mag 2020 alle 6:27am

A causa della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, è rinviato al 26 giugno 2021 “UNA. NESSUNA. CENTOMILA. IL CONCERTO”, il più grande evento musicale di sempre contro la violenza di genere. (altro…)

Zucchero “Sugar” Fornaciari: i 14 concerti in calendario a settembre e ottobre 2020 all’Arena di Verona rinviati a data da stabilirsi

Pubblicato il 19 Mag 2020 alle 6:00am

Le 14 date di ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI previste nei mesi di settembre e ottobre 2020 all’ARENA DI VERONA (22, 23, 24, 25, 26, 27, 29, 30 settembre e 1, 2, 3, 4, 6 e 7 ottobre 2020) non possono essere al momento confermate in ragione della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni ministeriali. Le date definitive saranno comunicate al più presto possibile, non oltre il 31 luglio 2020.

I biglietti già acquistati in prevendita sono validi per le date future.

Per info: www.friendsandpartners.it

Zucchero in questi mesi di lockdown è stato protagonista di importanti eventi di rilevanza nazionale e internazionale. Ha, infatti, partecipato al live streaming mondiale “One world: together at home”, a sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nella lotta al Covid-19, con una performance che ha ricevuto, tra gli altri, anche gli elogi del The Guardian, grazie alle lusinghiere parole del critico musicale Ben Beaumont-Thomas. Si è fatto portavoce di un messaggio universale in occasione del 50° anniversario della Giornata Mondiale della terra, il 22 aprile, suonando per la prima volta davanti ad un Colosseo deserto, l’inedito “Canto la vita”, tratto da “Let Your Love Be Known” di Bono Vox, con il testo in italiano a firma di Zucchero e un featuring con Bono nell’inciso finale del brano. E, ancora, ha preso parte alla manifestazione del Primo Maggio di Roma con un collegamento in diretta e un contributo musicale sulle note de “La canzone che se ne va”, singolo attualmente in rotazione radiofonica ed estratto dal suo ultimo disco di inediti “D.O.C.” e ha inviato un messaggio di speranza, che ha fatto il giro del mondo, eseguendo in una magica e desolata Piazza San Marco il brano“Amore adesso!”, adattamento della canzone “No Time For Love Like Now” di Michael Stipe e Aaron Dessner, con testo in italiano a firma di Zucchero.

Claudio Baglioni: rinviati a giugno 2021 i 12 concerti alle Terme di Caracalla, inizialmente previsti a giugno 2020

Pubblicato il 18 Mag 2020 alle 3:25pm

A causa del perdurare dello stato di emergenza legato alla pandemia da Covid-19, i concerti per voce, solisti, orchestra e coro “DODICI NOTE” – le 12 serate che CLAUDIO BAGLIONI avrebbe dovuto tenere alle Terme di Caracalla di Roma – sono rinviati al prossimo anno. I concerti si terranno da venerdì 4 a venerdì 18 giugno 2021.

Sarà la prima volta in assoluto che la stagione estiva dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla ospiterà dodici serate consecutive dello stesso artista.

Un concerto di pop-rock sinfonico, che spazia dalle sonorità della grande orchestra classica con coro lirico a quelle di una poderosa big band con voci moderne. Un insieme, a volte sperimentale, che fonde i molteplici linguaggi musicali alla cui base ci sono 12 note: i 12 mattoncini con i quali riedificare, in un luogo simbolo di bellezza e arte millenaria, una casa virtuale di musica e parole.

Queste le date di “DODICI NOTE”, prodotte e organizzate da Friends & Partners e in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla:

4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020)

5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020)

6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020)

8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020) 9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020)

10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020)

12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020)

13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020)

14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020)

15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020)

17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020)

18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020)

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

È possibile rivendere i biglietti utilizzando la piattaforma Fansale di TicketOne: https://www.fansale.it/fansale/

È possibile, inoltre, modificare il nominativo sul biglietto in proprio possesso, seguendo la procedura di cambio nominativo disponibile all’interno dell’area MyTicketOne sul sito www.ticketone.it.

Per tutte le informazioni: friendsandpartners.it

CLAUDIO BAGLIONI avrebbe portato “DODICI NOTE” in altri due teatri luoghi d’arte unici al mondo: il TEATRO GRECO di SIRACUSA e l’ARENA di VERONA. Anche questi show sono rinviati al 2021 e le nuove date verranno comunicate entro il 31 luglio 2020.

Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1991, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

Nek: esce venerdì 29 maggio il nuovo album “Il mio gioco preferito – Parte seconda”. Da ieri fuori in digitale il brano inedito “Allora Sì”

Pubblicato il 16 Mag 2020 alle 7:58am

Anticipato dal primo singolo “PERDONARE”, venerdì 29 maggio uscirà “IL MIO GIOCO PREFERITO – parte seconda”, il nuovo album di NEK Filippo Neviani. (altro…)

Primo Maggio 2020, in prima serata su RAI3 e su Rai Radio2 con i contributi di Gianna Nannini, Vasco Rossi, Zucchero e tanti altri grandi della musica italiana

Pubblicato il 28 Apr 2020 alle 7:54am

Venerdì 1 maggio, dalle ore 20.00 alle 24.00, in diretta su Rai3 e in contemporanea su Rai Radio2, andrà in onda un’edizione straordinaria del Concerto del Primo Maggio di Roma. (altro…)

La crisi del settore musicale a causa del Covid – 19: la richiesta di un intervento mirato per salvare l’intera filiera

Pubblicato il 21 Apr 2020 alle 6:48am

Le principali associazioni che rappresentano l’intera filiera imprenditoriale della musica, dal live alle case discografiche, e gli editori musicali, hanno inviato ieri al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e ai Ministri dei beni Culturali e dell’Economia, Franceschini e Gualtieri, una serie di interventi in cui evidenziano lo stato di crisi del settore a causa del coronavirus e la necessità di misure urgenti da mettere subito in atto, per un comparto che, secondo i dati per Italia Creativa da EY, vale quasi cinque miliardi di euro, occupando oltre 169 mila persone.

Le associazioni firmatarie sono: AFI, Anem, Assomusica, FEM, FIMI e PMI.

Con il decreto del 4 marzo 2020 il Governo ha sospeso le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura. In seguito sono state chiuse anche le attività commerciali, esercizi attivi nell’esercizio della vendita di musica registrata.

L’impatto di tali interventi è subito emerso nella sua complessità, e veridicità. Secondo Assomusica, a fine stagione estiva, le perdite saranno di circa 350 milioni di euro, solo per il settore del live.

A queste si andranno ad aggiungere anche quelle legate all’indotto musicale, che ammontano a circa 600 milioni di euro, solo per gli eventi di musica popolare contemporanea, a cui lavorano circa 60 mila persone: famiglie e imprese che necessitano di uno sforzo e un supporto finanziario straordinario e duraturo da parte delle Istituzioni governative italiane.

A questa situazione, si aggiunge poi, anche l’aspetto relativo ai diritti d’autore non corrisposti da chiusura degli esercizi commerciali, discoteche, palestre ed altri luoghi di aggregazione. Il potenziale danno, per gli autori e gli editori musicali, è stimato da Siae in termini di mancati incassi per un totale euro 200 milioni, cifra destinata a crescere ulteriormente in base alla durata dell’emergenza sanitaria e in base alle tempistiche di graduale riapertura delle diverse attività legate al settore musicale. Le vendite di dischi e CD sono crollate ad esempio, di oltre il 70% tra i mesi di marzo e di aprile (dati FIMI) e anche il digitale ha subito delle perdite, a causa della contrazione di novità in uscita, ricavi in meno per 100 milioni di euro.

Infine, il fermo delle attività musicali, ha portato già perdite di posti di lavoro, e a musicisti, tecnici, ecc che in questi mesi non percepiranno alcun compenso.

Gli interventi urgenti richiesti allo Stato, sono i seguenti:

1) Aumento del fondo emergenze (Art. 89 – DL Cura Italia) a 200 milioni ed elaborazione di criteri oggettivi per la ripartizione del Fondo Em ergenze di cui all’art. 89 per i settori culturali colpiti dalla pandemia 2) Un contributo a fondo perduto per i mesi perduti a causa del lockdown alle imprese musicali 3) Sospensione di tasse e contributii per le industrie del settore musica per l’esercizio 2020, posticipando le contribuzioni con un meccanismo di rateizzazione pluriennale 4) Estensione della durata dei voucher da 12 a minimo 18 mesi per i concerti annullati (art. 88 DL Cura Italia) 5) Creazione di un bonus cult ura per le fam iglie (estendendo l’attuale bonus per i diciottenni). L’estensione del tax credit per le produzioni musicali, oggi previsto solo per l’opera prima, seconda e terza a tutte le produzioni, così come avviene nel cinema 6) IVA al 4% per la musica e lo spettacolo, così come avviene per i libri 7) L’annunciato “reddito di emergenza” deve coinvolgere anche figure anomale, contratti a chiamata e precari vari, del settore dello spettacolo ad oggi non ricompresi nell’articolo 38 relativo all’indennità ai lavoratori dello spettacolo, articolo che ha introdotto troppe variabili che esclude moltissimi lavoratori 8) Revisione delle pendenze erariali per gli organizzatori di spettacoli dal vivo per appianare tutte le asimmetrie nell’applicazione dell’IVA sugli spettacoli dal vivo 9) Apertura di un tavolo tecnico di confronto con il Comitato tecnico-scientifico e la Task Force presieduta dal Dott. Colao con la presenza di una rappresentanza delle Associazioni in grado di fornire indicazioni sugli strumenti di controllo e prevenzione da adottare in futuro alla ripresa delle attività live. 10) Certezza sui tempi per la ripresa delle attività ai fini di una efficace programmazione dei lavori.

Online il video del nuovo brano di Nek, “Perdonare”, con i contributi del pubblico e dei fan dell’artista

Pubblicato il 17 Apr 2020 alle 5:25am

E’ online su Youtube (https://youtu.be/srVLqLeGd9M) il video di “PERDONARE”, il nuovo singolo di NEK Filippo Neviani, già in radio e su tutte le piattaforme digitali, arrivato a sorpresa venerdì scorso con un annuncio social.

Il video è stato completamente girato in casa, da NEK e da centinaia di persone che hanno inviato i propri contributi video.

In poco più di 24 ore dalla call to action, postata sui social dell’artista venerdì scorso, sono arrivati dal pubblico e dai fan quasi 1000 video, registrati nelle proprie case con la voglia di condividere istantanee delle giornate di questo periodo.

Il risultato è un video corale, in cui compaiono Nek, i suoi musicisti e centinaia di persone comuni! Come ha già avuto modo di spiegare con l’uscita del brano venerdì scorso, l’esigenza di Nek è quella di condividere con la gente, per quanto possibile, la propria musica, che non deve fermarsi e non deve smettere di suonare. È con questa idea che è nato anche il video, e la voglia di condividerne la realizzazione con i fan.

«Questo è il video ufficiale di Perdonare – ha scritto Nek sui suoi social – ed è di tutti voi. Voi, che avete voluto regalare un vostro sorriso, attraverso le vostre clip, e in poco più di 24 ore ci avete mandato quasi 1000 contenuti! Impossibile utilizzarli tutti, ma sono grato a ciascuno di voi. Mi avete lasciato senza parole e il risultato è davvero emozionante. Grazie! »

“PERDONARE” (distribuito da Warner Music Italy e scritto da Nek, José Louis Pagan, Diego Cantero, Valerio Carboni e Giulia Anania) è una canzone d’amore, ma soprattutto è una canzone di speranza. “Rialziamoci da terra, ripartiamo da qui, se ancora due destini dicono di sì. Lo so che cambierà, cambierà e se cambierà amare è perdonare, perdonare”.

«Cominciamo da qui, e poi andiamo avanti, passo dopo passo, con altra musica, altri contenuti – ha detto Nek nell’annunciare l’uscita del brano – Cercherò di starvi vicino e di rendervi partecipi nei prossimi giorni di tutto quello che faremo. E credo che presto riuscirò anche a farvi sentire un album intero».

Tour Giorgio Panariello, posticipato in autunno a causa coronavirus

Pubblicato il 27 Mar 2020 alle 6:12am

A causa del perdurare dello stato di emergenza a causa del coronavirus e ultime disposizioni governative, è stato rinviato in autunno il tour “LA FAVOLA MIA” di GIORGIO PANARIELLO.

Queste le nuove date del tour:

7 e 8 ottobre – La Città del Teatro – CASCINA (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 13 e 14 marzo e già posticipato al 4 aprile)

10 ottobre – Teatro Goldoni – LIVORNO (recupero del 31 marzo)

14 ottobre – Teatro La Fenice – Senigallia – AN (recupero del 2 maggio)

15 ottobre – Teatro Dei Marsi – Avezzano – AQ (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 19 marzo e già posticipato al 30 aprile)

17 ottobre – Teatro Gentile – Cittanova – RC (recupero del 13 maggio)

19 ottobre – Teatro Golden – PALERMO (recupero del 15 maggio)

20 ottobre – Teatro Metropolitan – CATANIA (recupero del 16 maggio)

21 ottobre – Teatro Mandanici – Barcellona Pozzo di Gotto – ME (recupero del 18 maggio)

26 ottobre – Teatro Rossini – Civitanova Marche – MC (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 18 marzo e già posticipato al 22 maggio)

29 ottobre – Teatro Massimo – PESCARA (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 16 marzo e già posticipato al 1 maggio)

3 novembre – Politeama Greco – LECCE (recupero del 9 maggio)

4 novembre – Teatro Team – BARI (recupero del 10 maggio)

8 novembre – Pala Congressi – LUGANO (recupero del 25 marzo)

14 novembre – Grana Padano Theatre – MANTOVA (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 26 marzo e già posticipato al 28 maggio)

19 novembre – Teatro Pala Montepaschi – Chianciano Terme – SI (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 20 marzo e già posticipato al 23 maggio)

25 novembre – Teatro Openjob Metis – VARESE (recupero del 15 aprile)

26 novembre – Teatro Creberg – BERGAMO (recupero del 28 aprile)

28 novembre – Teatro Pala Bassano Due – Bassano Del Grappa – VI (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 21 marzo e già posticipato al 27 maggio)

30 novembre – Teatro Corso – Mestre – VE (recupero dello spettacolo inizialmente previsto il 24 marzo e già posticipato al 26 maggio)

6 e 7 dicembre – Teatro Politeama Pratese – PRATO (lo spettacolo del 6 dicembre sarà recupero dell’8 aprile mentre la serata del 7 dicembre sarà recupero del 9 aprile)

11 e 12 dicembre – Teatro Moderno – GROSSETO (recupero del 5 e 6 aprile)

14 dicembre – Teatro Verdi – Montecatini – PT (recupero del 23 aprile)

Entro il 15 aprile verranno comunicate le date di recupero degli spettacoli all’Auditorium Santa Chiara di Trento (inizialmente previsto il 23 marzo e già posticipato al 20 aprile), al Teatro Lyrick di Assisi (inizialmente previsto il 2 aprile e già posticipato al 7 maggio), al Teatro Galli di Rimini (recupero del 7 aprile), al Teatro Nuovo Giovanni da Udine di Udine (recupero del 14 aprile), al Teatro Verdi di Pisa (recupero del 18 aprile), al Teatro Dis_Play di Brescia (recupero del 21 aprile), al Teatro del Popolo di Colle Val D’Elsa – SI (recupero del 5 maggio) e al Teatro del Giglio di Lucca (recupero del 6 maggio).

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

È possibile rivendere i biglietti utilizzando la piattaforma Fansale di TicketOne: https://www.fansale.it/fansale/

Ulteriori informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

Radio Subasio è la radio partner di “LA FAVOLA MIA”.