Nuove raccomandazioni arrivano dall’Ue per aumentare la prevenzione dei tumori con una più ampia indicazione degli screening. Si raccomanda ora lo screening per il cancro al seno alle donne tra i 45 e i 74 anni (dai 50-69 attuali), e contro il tumore cervicale del test del papillomavirus tra i 30 e i 65 anni. Si prevede inoltre il test per il cancro del colon-retto tra i 50 e i 74 anni, e del tumore al polmone per fumatori ed ex tra i 50 e i 75 anni. Per gli uomini fino a 70 anni si prevede il test dell’antigene prostatico. Indicati poi screening sull’Helicobacter pylori a altro, dove vi sia alta incidenza di cancro gastrico.

Spiega la Commissione europea, lo scopo è quello di voler raggiungere il 90% per il 2025 di screening del cancro della mammella e del colon-retto e cervicale, su quanti previsti dal Piano europeo contro il cancro, ed estendere gli screening mirati anche ad altri tumori come ad esempio quelli alla prostata, ai polmoni o allo stomaco.

L’obiettivo della raccomandazione proposta è quello di voler aumentare il numero di screening, coprendo più gruppi target possibili ed inimmaginabili e più tumori, con un nuovo approccio, basato sugli ultimi sviluppi e prove scientifiche disponibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.