Lea

Cure sotto la minima in 5 regioni, ecco quali

Pubblicato il 02 Apr 2017 alle 6:23am

In 5 regioni italiane (Molise, Calabria, Puglia, Sicilia e Campania) non si raggiunge la “soglia minima” delle cure garantite ai cittadini dal Servizio sanitario, ovvero dei Livelli essenziali di assistenza, “nonostante un miglioramento dei conti verificatosi negli ultimi anni”.

Ad affermarlo in un’intervista rilasciata all’ANSA è stato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che ha anche anticipato i primi risultati del 2015. Si tratta, di regioni tutte in Piano di rientro o commissariate.

I commissariamenti, cioè, spiega il ministro “hanno migliorato i conti ma non il livello delle cure”.

Il punteggio minimo da raggiungere per essere adempienti rispetto all’attuazione dei Lea, ha spiegato ancora la Lorenzin , “è 160 ma dai primi risultati del 2015, anche se non ufficiali, sono ancora sotto soglia la Calabria (147 punti), il Molise (156 punti), la Puglia (155 punti), la Sicilia (153 punti) e la Campania con 99 punti”.

La Val d’Aosta reintroduce i trattamenti con agopuntura nei Lea regionali

Pubblicato il 20 Ago 2016 alle 6:32am

Il governo della Val D’Aosta ha approvato una modifica ai Lea regionali ( prestazioni del SSN) per reintrodurre una serie di trattamenti con agopuntura.

La novità riguarderà le prestazioni per i pazienti che soffrono di cefaea emicranica e di dolori all’apparato muscolo-scheletrico e osteoarticolare cronici e che non hanno tratto giovamento dalle comuni terapie antidolorifiche oppure che si avvalgono dell’agopuntura per scelta personale.

Nonché, i trattamenti dei casi di nausea e vomito in gravidanza e degli effetti collaterali delle terapie nei pazienti oncologici.

Laurent Viérin, assessore alla Sanità, spiega: «Abbiamo ritenuto importante ridare la possibilità di avvalersi di questa terapia complementare all’interno delle prestazioni erogate dal Ssn ricordando, tra le altre cose, che la collaborazione tra la Terapia del dolore e il Centro cefalee con altre strutture dell’ospedale, ad esempio, per la cura delle numerose pazienti fibroialgiche, può ora riprendere».

Endometriosi, il ministro Lorenzin annuncia: “Terapie esenti dal ticket e inserite nei nuovi Lea”

Pubblicato il 20 Mar 2016 alle 7:00am

Il ministro della salute Beatrice Lorenzin ha dichiarato ieri sulla sua pagina Facebook “Sono molto felice di poter dire oggi che è la Giornata mondiale dedicata all’endometriosi che l’impegno che avevamo preso un anno fa con tutte le donne è stato mantenuto e che la promessa fatta è diventata realtà. Con la conclusione dell’iter di aggiornamento dei nuovi Lea, questa patologia rientrerà infatti nell’elenco delle malattie croniche invalidanti che danno diritto all’esenzione”.

“Colgo anche questa occasione – ha proseguito la Lorenzin – per dire a tutte le donne che ogni giorno si confrontano con questa malattia, e sono tante, in Italia si stima siano più di tre milioni, che sono loro vicina, come ministro e come donna”.

“Sin dall’inizio del mio mandato ho posto grande attenzione a questa patologia che è spesso di difficile diagnosi e che oltre a provocare grandi sofferenze compromette la vita di relazione di chi ne è colpita e mette anche a rischio la sua fertilità. Proprio per dare una risposta concreta ai bisogni assistenziali connessi a questa malattia ho voluto che fosse inserita nei nuovi Lea e le ho dedicato una specifica attenzione anche nel Piano nazionale per la fertilità”.

“In questa Giornata – ha concluso il ministro – vorrei quindi che tutte le donne ammalate di endometriosi sappiano che non sono sole, che il ministro della Salute si occupa delle loro problematiche assistenziali, della loro salute”.

Autismo, via libera dalla Camera. Nei Lea diagnosi e cura

Pubblicato il 09 Lug 2015 alle 6:15am

Dalla Camera dei deputati arrivano alcune norme per la cura dei pazienti affetti da autismo, sostegno per le loro famiglie. (altro…)

Sanità: al via i nuovi Lea, epidurale e fecondazione assistita a carico del Ssn

Pubblicato il 28 Gen 2015 alle 10:12am

Al via i nuovi Lea, i Livelli essenziali di assistenza per tutte le regioni da erogare gratuitamente ai cittadini che si rivolgono al servizio sanitario nazionale. (altro…)