Come comunicare in vacanza spendendo poco, i 10 accorgimenti da seguire

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Lug 2014 alle ore 11:09am

Ecco a voi una guida su come affrontare al meglio le vacanze e risparmiare con il vostro cellulare.

1. Gli sms. All’estero il cellulare si connette a reti diverse da quelle del vostro gestore telefonico, in quanto viene attivato il così detto “roaming“: ossia il pagare anche le chiamate ricevute. Pertanto, se volete spendere meno, vi conviene inviare gli sms.

2. Attenzione ai social. La connessione ad internet quando siete all’estero, può costarvi fino a 200 euro in pochi giorni. Ricordatevi dunque di disattivare sempre, la connessione in roaming, altrimenti avrete delle spiacevoli sorprese.

3. Chiamare in Europa. Ricordate che l’Eurotariffa prevede un costo massimo per la comunicazione in roaming. Informatevi sempre a quanto ammonta nel Paese in cui vi recate.

4. Sì a SIM locali. Se il vostro soggiorno all’estero è lungo, e vi trovate in un Paese non Ue, vi conviene attivare una SIM locale per evitare i costi del roaming, che oscillano fino a 6 euro al minuto per le sole chiamate.

5. Cellulare in mare. Se viaggiate via mare: in crociera, traghetto o in barca a vela, non dovete lasciare a terra il cellulare, perché a pochi metri dalla riva il segnale è debole. Il roaming marittimo, messo a disposizione dalla rete cellulare della nave, può esservi utile. Attenzione, però, alle tariffe, variano da operatore ad operatore. Oscillano tra 1,67 e 3 euro al minuto per le chiamate effettuate, e 0,26 e 0.90 centesimi per gli sms inviati.

6. Tariffe a zona. Se il vostro soggiorno all’estero è breve, è consigliabile acquistare un pacchetto dal proprio operatore. Ogni compagnia divide il mondo in zone che non sempre coincidono con quelle geografiche. Pertanto, è opportuno verificare sempre con attenzione prima di scegliere il proprio pacchetto.

7. Per gli avventurosi sempre connessi. Se andate in vacanza in zone isolate, usare il cellulare è fondamentale per la vostra sicurezza. Ma poiché ci sono aree non coperte, servitevi di operatori satellitari. I costi possono essere talvolta molto elevati (fino ad euro 6 euro al minuto per chiamate effettuate).

8. Isolati in Italia. Anche nel nostro Paese potete rischiare di rimanere isolati senza poter telefonare. In tal caso, il consiglio è quello di controllare prima della partenza se l’area è coperta oppure no.

9. I ritardatari. Se volete attivare promozioni o piani tariffari ad hoc che richiedono tempo, il consiglio è quello di adoperarvi prima della partenza.

10. Essere offline. In vacanza vi servirà consultare mappe, guide e percorsi. Per questo è consigliato scaricare sul vostro smartphone tutto ciò che vi occorre, prima della partenza. Avere a disposizione una mappa senza dovervi connettere vi farà risparmiare tempo e denaro.