vacanze

Coronavirus, Speranza: test per chi rientra da Croazia, Spagna, Malta e Grecia ,

Pubblicato il 13 Ago 2020 alle 6:45am

I contagi continuano a salire. Questo è quanto è emerso dal bollettino Covid del 12 agosto, dove sono stati registrati 481 nuovi casi e 10 morti. Molte positività sono state rilevate tra persone di ritorno dalle vacanze all’estero, si cerca pertanto una strategia di prevenzione mirata. (altro…)

Epilessia, farmaci alla stessa ora e mantenimento del ciclo sonno-veglia prime regole per vacanze sicure

Pubblicato il 09 Lug 2020 alle 6:08am

Vacanze in sicurezza anche per chi è affetto da epilessia. Basta rispettare alcune fondamentali regole. Assumere i farmaci alla stessa ora ed evitare alterazioni del ciclo sonno-veglia sono le prime importanti raccomandazioni a cui attenersi per poter godere appieno dei momenti di relax e svago al di fuori della propria città, senza correre rischi. A sottolinearlo è la Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE) che fornisce tutte le istruzioni per viaggiare sicuri.

Viaggiare in sicurezza significa evitare l’esposizione a quei fattori di rischio in grado di scatenare le crisi epilettiche. A contribuire al controllo e alla gestione di queste è, in primo luogo, l’assunzione quotidiana e regolare delle medicine alla stessa ora. Inoltre, se la destinazione è lontana, e quindi raggiungibile dopo alcune ore di volo, la dose del farmaco andrebbe aumentata o ridotta a seconda della differenza di fuso orario. È opportuno, dunque, informare il proprio medico che potrà indicare le eventuali dosi supplementari o, al contrario, ridotte così da permettere una corretta aderenza terapeutica.

“La maggior parte delle persone affette da epilessia può partire in vacanza senza particolari restrizioni, ad eccezione di quelle relative all’emergenza sanitaria in corso che invitano l’intera popolazione a rispettare le regole di distanziamento e non solo – dichiara il Professor Oriano Mecarelli, Presidente LICE, Dipartimento Neuroscienze Umane La Sapienza (Roma) -. Tuttavia, ci sono delle condizioni che il paziente deve conoscere prima di mettersi in viaggio. Di fronte ad una patologia a carattere cronico, la persona con epilessia deve essere correttamente informata e, allo stesso tempo, diventare parte attiva mettendo a conoscenza gli altri del proprio stato di salute. Dall’altra parte, il neurologo è chiamato a indicare quelle misure che, se seguite con attenzione, mettono al riparo da pericoli e consentono di godere delle tanto desiderate vacanze”.

Anche il ritmo sonno-veglia, se sconvolto, può rappresentare un fattore di rischio. Le differenze di fuso orario, infatti, potrebbero alterarlo fino a due o tre giorni dopo il volo. Si raccomanda, in generale, di evitare tutto ciò in grado di influenzare negativamente la qualità del sonno. Lo svolgimento di attività fisica nelle ore serali, l’assunzione eccessiva di caffeina e teina, il consumo di pasti pesanti, nonché l’andare a dormire a orari sempre differenti, possono infatti alterare il naturale ritmo circadiano del sonno.

E se la notte è opportuno assicurarsi un sonno ristoratore, durante il giorno via libera ad attività di svago e sportive, in grado di apportare numerosi benefici. In caso di assenza di crisi, o di crisi rare e lievi, non ci sono importanti limitazioni. Tuttavia, per rendere sicuri il nuoto e gli sport acquatici è opportuno entrare in acqua solo se ci si sente bene e alla presenza di un nuotatore esperto, che sia informato sulla condizione del paziente e conosca le misure di pronto soccorso. Le immersioni in profondità sono autorizzate solo in caso di un periodo prolungato senza crisi e con relativo attestato medico.

La Lega Italiana Contro L’Epilessia raccomanda inoltre di:

· Accertarsi, nel caso in cui si viaggi in aereo, se sia necessario presentare alla compagnia aerea un certificato medico sulla propria condizione di salute. Nel caso, questo dovrà contenere indicazioni sul tipo di crisi, sui farmaci prescritti e su eventuali regole di comportamento e, nell’eventualità, indicare la necessità di un accompagnatore.

· Fare una scorta sufficiente dei propri farmaci antiepilettici: la maggior parte di questi è disponibile anche negli altri Paesi, ma i farmaci di nuova generazione possono non essere facilmente reperibili. Inoltre, i marchi commerciali sono spesso diversi generando pertanto confusione. Attenzione, però, perché una grande scorta di farmaci può causare problemi in dogana, per cui è consigliato portare con sé un certificato che attesti i farmaci e le quantità necessarie. Si raccomanda inoltre di riporre i farmaci nel bagaglio a mano così da non correre rischi nel caso in cui il bagaglio venga smarrito.

· Nell’eventualità, verificare se la propria assicurazione sanitaria copra anche le spese di cura nel Paese di destinazione. A seconda dell‘assicurazione e del Paese di destinazione può essere necessario stipulare un‘assicurazione complementare.

· Valutare con il proprio medico se opportuno partire con un accompagnatore. Questa eventualità dipende dal tipo e dalla gravità dell‘epilessia.

· Se l‘epilessia è accompagnata da disabilità fisica, è consigliato informare l’agenzia di viaggi o il tour operator: questi saranno capaci di individuare le strutture alberghiere idonee

Beauty routine del rientro, come prolungare gli effetti benefici delle vacanze

Pubblicato il 01 Set 2019 alle 7:44am

Esfoliare, reidratare, ossigenare. Questi i punti principali su cui agire al rientro dalle vacanze, una volta tornati alla quotidianità. Il sole, il mare, le passeggiate in montagna, il relax, una maggiore attività fisica e una pelle scoperta hanno dato effetti positivi sul corpo oltre che sulla psiche. Vediamo allora come fare quando si rientra a casa e tutto ciò non è più possibile.

Lo scrub, a seconda delle esigenze, troviamo quello al miele e sali del Mar Morto. Al mosto d’uva e miele di castagno o di sapone di Aleppo – che stimola la produzione di collagene – o la polpa di cocco. I benefici di questi trattamenti sono innegabili, sulla piattaforma beauty di prenotazioni online Treatwell nei primi sei mesi del 2019 solo in Italia le richieste di appuntamenti in salone sono aumentate del 70%. Il secondo passo per mantenere l’abbronzatura è l’idratazione, bevendo tanta acqua e coccolando il nostro viso con trattamenti reidratante – a base di vitamine e olii essenziali profumati per dare luce al volto – e al corpo un massaggio all’olio di Argan. Anche l’ossigenoterapia è una soluzione da prendere subito in considerazione per mantenere un incarnato fresco e luminoso. Con un aerografo un esperto del settore, rilascia sul viso ossigeno pressurizzato, capace di aumentare la produzione di collagene ed elastina, a cui segue poi l’applicazione di sieri nutrienti o acido ialuronico. Riducendo la carica sebacea e svolgendo un’azione tonificante su viso e collo, l’ossigenoterapia – le cui prenotazioni in Italia sono cresciute del 40% nel solo 2019 – è indicata anche per chi soffre di acne o desidera minimizzare o prevenire le rughe del viso, del contorno occhi e fronte.

Il thalasso stone linum e il massaggio bioenergetico, veri e propri toccasana per mente e corpo. Agiscono sulle vie aeree, la circolazione sanguigna e l’umore. Per riprodurre poi l’azione levigante dell’acqua marina c’è il thalasso scrub, prezioso alleato per eliminare le impurità e rigenerare lo strato superficiale della pelle.

Per migliorare la circolazione e combattere la cellulite è possibile anche ricorrere alla coppettazione, una pratica che affonda le sue radici nella medicina cinese e che oggi è molto utilizzata anche a casa. In rete coppette di tutti i tipi e per le diverse parti del corpo. Sono in vetro, gomma o plastica. Hanno un effetto tipo ventosa, favoriscono l’afflusso di sangue in punti specifici. Eseguiti anche nei centri estetici e spa.

Per rilassarsi e prepararsi ad un inverno di stress e lavoro, cosa c’è di meglio di un massaggio shiatsu? Aiuta anche a combattere dolori articolari e muscolari, a potenziare le difese immunitarie, tramite una pressione esercitata con mani, piedi, gomiti e ginocchia che riequilibra i flussi energetici.

Ritorno dalle vacanze con cibo come souvenir per 42% di italiani

Pubblicato il 30 Ago 2019 alle 6:28am

Secondo una recente indagine condotta da Coldiretti/Ixè, le persone che rientrano in città, dopo le vacanze estive, tornano a casa con prodotti alimentari tipici come souvenir del luogo dove sono stati. (altro…)

Vacanze con cani e gatti, cosa mettere in valigia e viaggiare sicuri

Pubblicato il 13 Ago 2019 alle 6:19am

L’Italia è il primo paese in Europa per numero di animali domestici, seguita da Francia e Spagna: il 38,8% delle famiglie vive con un cane o un gatto (Rapporto Pet Economy Assalco-Zoomark 2019). Un vero e proprio popolo di piccoli vacanzieri a quattro zampe pronto a lasciare le afose città per godere della frescura e del relax al mare o in montagna, al seguito dei loro padroni.

Ma cosa mettere in valigia per loro?

Se viaggiate in auto ricordate di partire con i vostri animali digiuni e di prevedere soste ogni 2 o 3 ore perché possano muoversi e bere acqua. Esistono vari accorgimenti per rendere il viaggio in auto più sicuro e poco traumatico, basta portare con sé, nel caso dei cani, un apposito guinzaglio antishock da affrancare da un lato ad una pettorina e dall’altro allo slot della cintura di sicurezza.

In questo modo, in caso di frenate o strada dissestata, l’animale non correrà alcun pericolo. Inoltre, per evitare la poca praticità delle ciotole tradizionali durante il tragitto, è consigliabile munirsi di ciotole dosatrici portatili, così che sia più semplice abbeverare “fido” anche in marcia.

Se si tratta poi del viaggio in treno o in aereo è necessario assicurarsi che il passaporto dell’animale sia valido e munirsi di una museruola, ne esistono di quelle fatte con materiali soft per non creare fastidio all’animale, un guinzaglio, magari con relativa pettorina che riduce lo stress per la stretta al collo e di un trasportino nel caso di gatti; anche in questo caso, ne esistono di confortevoli e maneggevoli.

Chi va all’estero poi deve far fare loro il vaccino antirabbica, che deve essere somministrato 21 giorni prima della partenza.

Altra cosa molto importante, è dotare cani e gatti di microchip. In ogni caso, comunque si viaggi, è opportuno portare con sé feromoni o tranquillanti. Ovvero sostanze naturali che aiutano l’animale a tranquillizzarsi per affrontare al meglio i possibili spostamenti.

Infine, con una spesa di circa 140 Euro totali si può organizzare un trolley tutto per loro, con giochini compresi per il mare (come frisbee galleggiante), piscine (a partire da 23,99 €) e fontanelle di ogni forma e tipo (a partire da 5 €) studiate appositamente per il relax e il divertimento di cani e gatti.

Vacanze, bambini in viaggio: attenzione a cibo, sole e altitudine

Pubblicato il 07 Ago 2019 alle 6:21am

Arrivano alcuni consigli contenuti in un vademecum realizzato dall’ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como), con il supporto del primario di Pediatria, Gaetano Mariani. In montagna, prima regola per i genitori è quella di non raggiungere alte quote troppo rapidamente, cosa che potrebbe causare disturbi come mal di testa, insonnia, spossatezza, perdita di appetito e nausea. L’altitudine potenzia l’effetto delle radiazioni solari, pertanto sono necessari un filtro solare elevato e occhiali da sole. Scarpe alte e comode. Al mare o in piscina i bimbi devono essere adeguatamente protetti dal sole, aspettare di aver digerito prima di tuffarsi, evitare il bagno se l’acqua è troppo fredda. È bene poi, non allontanarsi troppo da riva con loro, specie se il mare è agitato e ricordarsi sempre che sono più facili le punture da tracina (il dolore scompare mettendo la sede della puntura a contatto con il calore). (altro…)

Sono 32 milioni gli italiani che andranno in vacanza

Pubblicato il 05 Lug 2019 alle 6:00am

Saranno quasi 32 milioni di italiani che andranno in vacanza nel periodo estivo: è quanto emerge dall’indagine condotta da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli e presentata a Roma in questi giorni. Un dato positivo che segna un aumento rispetto al 2018, con +1.3 milioni di italiani propensi ad andare in ferie, e che non risente della crescita dei pessimisti (16%) rispetto agli ottimisti (8%) sul futuro economico dell’Italia. (altro…)

Farmaci salva-vacanze, quali portare con sé in valigia

Pubblicato il 20 Giu 2019 alle 6:19am

Mare o mantagna, città o campagna, Italia o estero – è importante non dimenticare mai di portare con sé in valigia i «farmaci salva-vacanza», quelli con il bollino rosso per cui non è necessaria la prescrizione medica. (altro…)

Baubeach diventa lido ecofriendly

Pubblicato il 17 Apr 2019 alle 1:09pm

Comincia il prossimo 19 aprile la stagione estiva della Baubeach, la spiaggia per cani ecofriendly di Maccarese, vicino Roma che quest’anno tra le tante novità apre anche una BauSpa organizzata da yolettatori professionisti, per cui sarà possibile tornare a casa dopo la giornata al mare, con il cane profumato e asciutto, sempre nel rispetto dell’ambiente, grazie all’utilizzo di prodotti biocompatibili. (altro…)

Vacanze a Capri per Jennifer Lopez

Pubblicato il 11 Ago 2018 alle 7:03am

Jennifer Lopez è in vacanza a Capri. Con lei c’è anche il compagno, la stella del baseball Alexander Rodriguez, detto A-Rod, 43 anni, di origini dominicane, che nel 2007 è stato posizionato fra i 50 uomini più belli del mondo secondo People. (altro…)