vacanze

Isole Canarie, rischio contagio batterio Klebsiella pneumoniae

Pubblicato il 14 Lug 2018 alle 10:02am

Tra gennaio e aprile, si sono registrati 13 turisti, cittadini svedesi e norvegesi, colpiti da un batterio resistente agli antibiotici, la Klebsiella pneumoniae, contratto durante il loro ricovero nell’ospedale di Gran Canaria, nelle isole Canarie.

L’allarme è stato lanciato dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), che spiega anche come vi sia un alto rischio che questo batterio si diffonda in Europa una volta che i turisti tornino e vengano ricoverati negli ospedali del loro Paese d’origine, se non vengono prese le necessarie misure di precauzionali.

Le analisi genetiche hanno confermato che il batterio in questione la Klebsiella pneumoniae St392 che produce enzimi Ora 48 e di solito si contrae proprio nelle strutture sanitarie.

La probabilità di rimanere contagiati è molto bassa per chi non entra in contatto con la struttura sanitaria, ma, avverte l’Ecdc, c’è un alto rischio che si diffonda e di focolai epidemici se il viaggiatore lo prende, ma non gli viene rilevato, e viene ricoverato in ospedale una volta tornato a casa.

Il rischio di un’epidemia che si espanda a tutta Europa è molto alto, se i pazienti vengono trasferiti da un Paese all’altro. Per questo l’Ecdc suggerisce agli ospedali di tutti i Paesi europei di verificare, al momento del ricovero, dove hanno viaggiato e dove sono stati ricoverati prima i pazienti.

Attenzione a farmaci in viaggio, possono essere illegali in alcuni Stati

Pubblicato il 11 Giu 2018 alle 7:13am

“Prima di partire – consigliano gli esperti britannici – bisognerebbe consultare il medico di base per verificare se qualcuna delle medicine prescritte fanno parte di qualche gruppo speciale oppure no”. . (altro…)

Pet friendly, anche il relax condiviso con gli amici a 4 zampe

Pubblicato il 30 Apr 2018 alle 7:36am

Secondo una recente ricerca condotta da Vente-privee che ha coinvolto i propri clienti in una indagine, al primo posto tra i migliori amici dell’uomo per il 66,5% degli intervistati ci sono i cani e i gatti, di razza e non, in molti casi adottati in canili e gattili (28%): animali con cui si crea una relazione unica e profonda, un legame che si consolida nel corso del tempo.

I dati raccolti evidenziano infatti che coloro che possiedono un cane o un gatto si sentono meno stressati (41%), diventano più responsabili, dovendo prendersene cura (33%) e si relaziona con più facilità con gli altri, essendo stimolato alla conoscenza di nuove persone e ad uno stile di vita più sano (15%), soprattutto con riferimento ai cani.

A dimostrazione dell’estrema importanza dei loro amici a 4 zampe, il 53% dei proprietari dichiara di non badare a spese per la cura del propri amici, arrivando a spendere una media di circa 60 euro al mese tra cibo e accessori, funzionali o estetici.

In crescita anche i locali, le spiagge e gli hotel, le spa, pet friendly che consentono alle persone e ai loro animali di condividere momenti insieme di relax soprattutto durante le vacanze.

E che dire della Giornata Mondiale dei cani in Ufficio?

L’appuntamento è fissato per l’ultimo venerdì di giugno (quest’anno sarà il 29) in cui si celebra tale ricorrenza. Un’occasione annuale per recarsi al lavoro con i propri quadrupedi che secondo studi, beneficerebbe su produttività e ambiente circostante.

E per gli amanti dei gatti, ci sono i Cat Café, bar tematici nati (ovviamente) in Giappone, ma arrivati anche a Milano, Cagliari, e altre città italiane.

Il Frecciarossa arriva a Riccione: da Milano in sole due ore

Pubblicato il 15 Apr 2018 alle 7:27am

Dal 10 giugno al 16 settembre infatti, le città di Milano, Torino, Roma, Venezia, Bari e Foggia saranno collegate giornalmente con Riccione con i treni Frecciabianca di Trenitalia. (altro…)

I cinque borghi slow italiani per una vacanza all’insegna del relax e della natura e ottime degustazioni locali

Pubblicato il 02 Apr 2018 alle 8:47am

Per chi desiderasse godere di una vacanza all’insegna del dolce relax a contatto con la natura, ecco quali sono i cinque borghi definiti slow da non perdere!. (altro…)

Malta, la meta ideale anche per l’autunno

Pubblicato il 01 Ott 2017 alle 7:31am

Se non vi arrendente all’idea che l’estate in Italia sia finita e siete alla ricerca di una meta per le prossime vacanze al caldo, Malta è la scelta perfetta in cui l’estate non finisce mai! (altro…)

Colon irritabile, come comportarsi durante le vacanze

Pubblicato il 21 Ago 2017 alle 10:27am

Il 20-30% degli italiani soffre o ha avuto problemi di colon irritabile. Disturbo caratterizzato da dolore addominale, irregolarità dell’alvo con diarrea o al contrario stipsi causa di alterazioni motorie e funzionali del colon, dolore e aria nello stomaco, difficoltà digestive, cefalea, astenia e difficoltà nella concentrazione. (altro…)

Se ad agosto ci sentiamo stanchi e tristi la colpa è dell’August Blues, ecco perché

Pubblicato il 20 Ago 2017 alle 10:55am

Se ad agosto avvertite una sorta di sensazione, di disagio, di malinconia e tristezza che vi prende allo stomaco, sappiate che con molta probabilità si tratta della cosiddetta “August Blues”. (altro…)

Maria De Filippi in gran forma, si gode le vacanze ad Ansedonia insieme a Maurizio e Gabriele

Pubblicato il 11 Ago 2017 alle 9:06am

Maria De Filippi e Maurizio Costanzo si godono ancora qualche giorno di vacanza nella loro casa ad Ansedonia, con il figlio Gabriele ed i più fidati collaboratori. (altro…)

Justin Bieber annulla tutti i concerti: ‘Voglio solo riposarmi’

Pubblicato il 26 Lug 2017 alle 8:08am

A causa di circostanze impreviste – si legge nel comunicato scritto da un portavoce – Justin Bieber cancellerà le rimanenti date del Purpose World Tour. Justin ama i suoi fan e odia dispiacerli. Li ringrazia per l’incredibile esperienza in questi ultimi 18 mesi di Purpose World Tour. È riconoscente e onorato di aver condiviso questa prova con il suo cast in oltre 150 show di successo attraverso 6 continenti. Ad ogni modo, dopo lunghe considerazioni, ha deciso che non porterà in scena ulteriori date. I biglietti saranno rimborsati in sede d’acquisto”.

Niente più richieste esorbitanti per la permanenza in città quindi, né partite di hockey improvvisate con le squadre locali. Justin Bieber ha detto “Basta così”.

La notizia è stata accolta dai fan in maniera contrastante. Quelli che erano già riusciti a vederlo dal vivo si sono mostrati più comprensivi, ma chi ancora aveva il biglietto da tempo acquistato e si era organizzato per quell’imperdibile evento l’ha presa certo molto bene.

Il “Purpose World tour” è partito nel marzo del 2016 dalla KeyArena di Seattle, negli Stati Uniti e non si è mai fermato.

Justin Bieber ha vissuto gli ultimi 15 mesi della sua vita in tour, concedendosi solo qualche giorno di svago ad agosto dello scorso anno (quando furono cancellati i concerti che avrebbe dovuto tenere in Giappone e in Inghilterra) e lo scorso gennaio.

Secondo i dati resi noti ad aprile da Billboard, i 150 concerti tenuti da Bieber in giro per il mondo tra il 2016 e i primi mesi di quest’anno gli hanno permesso di registrare vendite per circa 200 milioni di dollari (170 milioni di euro) e hanno visto la popstar esibirsi di fronte a oltre 2 milioni di spettatori.

I numeri più alti, in termini di spettatori, sono stati registrati con i tre concerti tenuti lo scorso febbraio al Foro Sol di Città del Messico (oltre 155.000 spettatori, praticamente 50.000 a data), con i concerti tenuti a marzo a Melbourne e a Sydney (rispettivamente 54.821 spettatori il primo concerto e 65.836 il secondo) e con il concerto tenuto a maggio a Tel Aviv, in Israele (oltre 53.000 spettatori).

Solo in Italia, negli ultimi mesi, Bieber ha cantato tre volte: dopo le due date tenute nel novembre del 2016 alla Unipol Arena di Bologna, il cantante è tornato ad esibirsi nel nostro paese lo scorso giugno come headliner degli i-Days, il festival musicale ospitato dall’Autodromo di Monza.

Il tour avrebbe tenuto impegnato Bieber fino al prossimo ottobre, per un totale di 14 date: tra agosto e settembre. L’artista si sarebbe esibito in alcune città degli Stati Uniti e in Canada, poi sarebbe dovuto andare ad esibirsi in estremo Oriente. La tournée avrebbe dovuto chiudere i battenti il 7 ottobre al National Stadium di Singapore.

Il sito di gossip e intrattenimento TMZ ha incontrato il cantante vicino alla spiaggia di Santa Monica, in California, poche ore dopo la diffusione del comunicato stampa relativo all’annullamento dei concerti. Alle telecamere di TMZ Justin Bieber ha detto:

È tutto ok. Voglio solo riposarmi, rilassarmi un po’. Mi scuso con chi si sente deluso o tradito”.