I cinque borghi slow italiani per una vacanza all’insegna del relax e della natura e ottime degustazioni locali

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Apr 2018 alle ore 8:47am

Per chi desiderasse godere di una vacanza all’insegna del dolce relax a contatto con la natura, ecco quali sono i cinque borghi definiti slow da non perdere!.

Dal Piemonte, alla Romagna, passando per la Sardegna, sono diverse le regioni italiane dove sono situati posti assolutamente consigliati. Vediamo quali sono e cosa offrono.

Partendo dal Piemonte, meta assolutamente consigliata troviamo il borgo di Gavi, in provincia di Alessandria sulle colline dell’Alto Monferrato, caratterizzato da paesaggio dove boschi e vigneti la fanno da padrone e dove si produce un’eccellenza vitivinicola italiana, il Gavi DOCG da gustare insieme agli insaccati di maiale e bovino, Presidi Slow Food.

Spostandoci poi, più a Sud, in Romagna, la visita è al borgo di Brisighella in provincia di Ravenna: dove troviamo un borgo medievale dal ricco patrimonio storico, culturale ed enogastronomico, dove si producono olio d’oliva extravergine e vino e piatti della tradizione locale da degustare nei ristoranti della zona.

In provincia di Perugia Pietralunga, troviamo invece il borgo medievale meta dei pellegrini che percorrono il cammino di San Francesco.

Tra i diversi luoghi consigliati in questo borgo troviamo Palazzo Fiorucci, la Rocca e il Palazzo Comunale.

Infine, se ci spostiamo ancora più a Sud, in Abruzzo troviamo Navelli, il borgo dello zafferano: i luoghi principali da visitare sono soprattutto Porta Castello, Palazzo Santucci del ‘600, Palazzo Onofri, la Chiesa San Sebastiano.

In Sardegna infine, a Galtellì, molto caratteristico è il borgo situato nell’entroterra, dalle suggestive atmosfere antiche, dove è possibile degustare ottimi vini, salumi e i piatti della tradizione sarda del luogo.