ASL

Vaccino antipneumococco, gratuito per chi ha compiuto 65 anni

Pubblicato il 08 Nov 2017 alle 8:09am

Da alcuni giorni, il vaccino antipneumococco è gratuito, per tutti coloro che sono nati nel 1952 e hanno dunque compiuto 65 anni.

Un soggetto con più anni (ad esempio, un 69enne) può essere vaccinato gratuitamente solo se, a giudizio del medico curante, appartiene ad una delle categorie a rischio, in base al Piano nazionale di prevenzione vaccinale. In caso contrario, è possibile vaccinarsi, ma a pagamento (a prezzo di costo) presso i servizi vaccinali delle Asl.

Anche lo pneumococco, come i virus influenzali, si trasmette da persona a persona per via respiratoria. Ecco infatti che rappresenta una delle principali cause di infezione delle membrane che rivestono il sistema nervoso centrale nei bambini molto piccoli e negli anziani.

Morfina a neonato per non farlo piangere, arrestata infermiera a Verona

Pubblicato il 04 Ago 2017 alle 9:55am

La polizia di Verona ha arrestato un’infermiera di 43 anni che prestava servizio presso la Asl locale, per aver somministrato morfina a un neonato senza un valido motivo. L’episodio risalirebbe alla notte tra il 19 e il 20 marzo 2017. (altro…)

Treviso, infermiera sotto accusa, fingeva di vaccinare

Pubblicato il 20 Apr 2017 alle 10:00am

Un’infermiera di Treviso è al centro di un procedimento disciplinare dell’Asl 2 perché sospettata di aver solo finto di vaccinare molti dei bambini portati nel suo ambulatorio.

La donna, si sospetta che abbia buttato via le fiale dopo aver registrato le prestazioni.

I colleghi si sono insospettiti, perché tutti i neonati e bambini ai quali somministrava il vaccino durante l’iniezione non piangevano mai.

Il caso era stato segnalato lo scorso giugno 2016 a Nas e Procura. Ma a marzo 2017 il gip, su richiesta del pm, aveva archiviato il caso.

Ora l’Asl, ritenendo si configuri “una grave violazione dei doveri professionali”, ha avviato una campagna di richiamo su 500 pazienti (bimbi e adulti), fissando delle giornata vaccinali straordinarie mirate alla prevenzione di diverse patologie il 24 e 28 aprile e il 2 e 6 maggio.

La Procura di Treviso, intanto, sulle base di altri elementi raccolti, grazie ad un’indagine interna condotta dsll’Asl, sta valutando la possibilità di riaprire il fascicolo.

Anonymous: identificato un hacker sedicenne a Udine che ha attaccato i siti della sanità

Pubblicato il 30 Mar 2016 alle 11:59am

E’ stato identificato dalla polizia postale, un hacker di 16 anni che fa capo ad Anonymous. (altro…)

Meningite: partita profilassi per trenta persone tra Camaiore e Pietrasanta

Pubblicato il 18 Ott 2015 alle 11:40am

Ad oggi in Toscana sono 35 i casi di meningite accertati: 28 sono quelli da meningococco C, 4 da meningococco B, 1 del ceppo W, 1 pneumococcica, 1 non noto. Sette i decessi: 6 per meningococco C (3 – di 12, 16 e 34 anni – nella Asl 11 di Empoli; 1 riguardante una persona di 82 anni nella 10 di Firenze; 1 di 31 anni nella 8 di Arezzo; 1 di 44 anni nella Asl 4 di Prato); 1 per meningococco B, di 48 anni, nella Asl 1 di Massa Carrara.

Nuovo caso anche in Versilia. Scattata nelle ultime ore la profilassi per trenta persone. Ad essere colpita dal ceppo C una giovane di 24 anni residente nel Comune di Camaiore, originaria di Stazzema, trasferita nel reparto malattie infettive dell’ospedale pisano di Cisanello. Le sue condizioni appaiono molto gravi.

L’Asl ha già fornito l’antibiotico alle persone che sono state a contatto con la giovane, negli ultimi dieci giorni, e al personale sanitario che l’ha assistita.

Le persone sotto osservazione sono tra Camaiore e Pietrasanta, colpite da meningite del ceppo C.

Sanità, passano da cinque a tre le Asl romane dopo ventun anni di attesa

Pubblicato il 08 Set 2015 alle 6:03am

E’ in arrivo per la sanità romana una vera e propria rivoluzione, dopo 21 anni di attesa, che porterà anche a considerevoli tagli. (altro…)

Asl sequestra menù a base di insetti in un locale milanese

Pubblicato il 04 Nov 2014 alle 11:25am

A Milano presso la ‘Sidreria‘ di via Corelli, due giorni fa, è stato presentato ai commensali un ‘succulento’ menù a base di insetti (insalata di mele con semi di zucca e insetti misti, focaccia con provola affumicata e grilli, polpettine di riso nero e larve, frico al forno con cavallette, risotto con sidro montanaro, salsiccia e vespe, filetto di maialino con Calvados e bachi da seta, budino al cioccolato con menta e scorpioni, caffè e grappa con scorpione ), quando ad un certo punto si è presentata l’Asl che ha sequestrato tutto menù e 50 kg tra api, larve, vespe e altre specie di insetti.

Un sequestro che al momento è solo sanitario, ma potrebbe trasformarsi presto in penale.

Perché, secondo quanto spiegato dal Corriere, per mangiare insetti, ci vuole un certificato che ne attesti la provenienza.

E’ un dovere, dunque, “da parte degli organismi che operano nel settore della prevenzione della nostra salute” sottoporre a sequestro un menù di questo tipo.

Nella Comunità europea non è permesso, infatti, considerare piatti a base di insetti come “novel food”, né tanto meno, c’è qualche legge che ne autorizzi la somministrazione.

Alcuni veterinari, poi, hanno sottolineato al Corsera, che “La valutazione del rischio dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie circa gli insetti come alimento annovera numerosi articoli riguardo le qualità nutrizionali sul consumo di insetti ma è carente di documentazione dal punto di vista di sicurezza igienico sanitaria. Gli insetti, come altri alimenti di origine animale, possono essere contaminati da microrganismi, parassiti, contaminanti, residui chimici, nonché possibili reazioni allergiche date dalla composizione degli esoscheletri assimilabile a quella dei crostacei”.

Ma i titolari dell’osteria si sono giustificati con commensali dicendo semplicemente che “E’ la Fao che sostiene che gli insetti sono il nutrimento del futuro”.

Trapani: veterinario costretto a lavorare un minuto a settimana

Pubblicato il 04 Mar 2014 alle 8:04am

Una storia davvero assurda quella del veterinario Manuel Bongiorno di Castelvetrano. L’uomo è costretto a lavorare un minuto a settimana, ovvero entrare all’Asl di Trapani, timbrare e subito uscire. Grazie ad un sistema che ha riorganizzato le convenzioni di molti veterinari e medici assunti dalle Asl siciliane e che costringe i dipendenti a contratti da un minuto, quattro o quarantacinque a settimana. (altro…)

Gravidanza a rischio: dal 1 aprile è l’Asl che accerta e certifica l’interdizione dal lavoro

Pubblicato il 03 Apr 2012 alle 10:28am

A partire dal 1 aprile, cambiano le modalità per certificare una gravidanza a rischio. Ebbene, con l’articolo 15 del Decreto sulle semplificazioni ne viene trasferita la competenza dalla Direzione provinciale del lavoro alla Asl di residenza. (altro…)

Come ottenere l’esenzione ticket per patologia

Pubblicato il 08 Giu 2011 alle 7:30am

Se sei un soggetto affetto da una malattia invalidante, cronica, tumorale, ed hai bisogno di curarti col metadone puoi chiedere l’esenzione parziale o totale sui ticket per tutte quelle cure sanitarie di cui hai bisogno e che sono pertanto, collegate alla malattia. (altro…)