vittoria

Morto anche Simone, l’altro bambino falciato dal suv a Vittoria

Pubblicato il 14 Lug 2019 alle 1:40pm

È morto anche il piccolo Simone D’Antonio, che insieme al cugino Alessio era stato falciato a Vittoria, nel ragusano, dal suv guidato da Rosario Greco, il 36enne al volante sotto effetto di alcol e cocaina. Il bimbo era ricoverato al Policlinico di Messina, gli erano state amputate entrambe le gambe. L’annuncio l’ha dato il commissario prefettizio Filippo Dispenza.

Questa mattina si sono svolti i funerali di Alessio. Un addio preceduto dalle polemiche, perché le esequie sono state affidate all’agenzia di pompe funebri dell’amico di uno degli altri uomini che erano a bordo della Jeep che ha travolto Alessio e il cuginetto Simone, a cui sono state amputate le gambe. L’autopsia, disposta dalla Procura ed effettuata sabato, ha chiarito che l’11enne è morto a causa di una emorragia, e che non poteva essere salvato. Intanto sui social sono arrivati gli insulti di amici e persone vicine ad Angelo Ventura, che era a bordo del suv che ha travolto i due cuginetti, all’indirizzo del giornalista Paolo Borrometi.

Ragusa, due ragazzi di 11 e 13 anni investiti da auto pirata sull’uscio di casa propria. Uno muore, altro perde le gambe

Pubblicato il 12 Lug 2019 alle 4:16pm

A Vittoria, nel ragusano, due ragazzini di 11 e 13 anni, cuginetti, erano seduti sullʼuscio di casa propria quando un’auto a folle velocità è piombata su di loro falciandoli. Il piccolo sopravvissuto all’auto pirata, poi identificata, è stato operato d’urgenza ma “è ancora in pericolo di vita”, gli hanno dovuto amputare entrambi gli arti inferiori. Lʼautomobilista, sotto effetto di birra e cocaina, è stato invece arrestato.

E’ un 37enne, Rosario Greco, alla guida di una Jeep Renegade, all’interno della quale c’erano tre persone, avrebbe perso il controllo della vettura durante una manovra azzardata di sorpasso in una stretta via del centro. Dopo la fuga, gli agenti lo hanno identificato e portato in Questura: è stato arrestato per omicidio stradale aggravato.

Gli esami effettuati dall’Asp hanno accertato la presenza di un tasso alcolemico quattro volte superiore ai limiti di legge. E’ stato lui stesso a rivelare ai poliziotti di aver assunto birra e cocaina. L’auto è stata sequestrata e saranno avviate le pratiche per la confisca.

La Squadra mobile gli contesta anche la detenzione di oggetti atti a offendere: nel Suv c’erano uno sfollagente telescopico e una mazza da baseball. I passeggeri che erano con lui, e che come l’autista sono fuggiti a piedi dopo l’incidente, si sono presentati volontariamente in Questura spiegando di essere scappati per paura di essere aggrediti. Denunciati ora per omissione di soccorso.

Elezioni regionali Basilicata: il centro destra a trazione leghista vince ancora

Pubblicato il 25 Mar 2019 alle 11:07am

Il centrodestra a trazione leghista ottiene un altro incredibile successo alle regionali: Vito Bardi è il nuovo governatore della regione Basilicata.

Le proiezioni (con campione al 41 per cento) stimano che Bardi, un ex generale della Guardia di finanza fortemente voluto da Forza Italia e sostenuto da cinque liste, dovrebbe ottenere un consenso intorno al 42,47 per cento dei voti, una volta che lo scrutinio sarà definitivamente terminato, distanziando il candidato Carlo Trerotola – che aveva l’appoggio di 7 liste – di quasi 10 punti. Con questo risultato il centrosinistra perderebbe la guida della regione dove governava dal 1995.

Come già avvenuto in Molise, Abruzzo e Sardegna, dunque, la coalizione della Lega con Forza Italia (9,15%) e Fratelli d’Italia (5,82%) paga a livello amministrativo nonostante i partner siano divisi dal governo a Roma. Esperienza quest’ultima che sembra pesare sul M5s, che registra il 20,39%, meno della metà delle politiche di un anno fa (44%), ma 12 punti sopra le regionali 2013, restando comunque primo partito in Basilicata.

Sconfitta onorevole dunque per la prima prova elettorale del segretario Zingaretti, che ha chiuso la campagna in una piazza gremita di Matera.

Da leggere in due modi invece il risultato del M5s che il 4 marzo scorso conquistò in Lucania la quota record del 44%. Il calo al 20%, sempre se confermato da dati definitivi, sarebbe netto, ma rispetto alle regionali 2013 guadagnerebbe 7 punti. Molti pentastellati temono che un calo dei consensi in Basilicata potrebbe anche essere collegato alla delusione degli elettori dopo la vicenda che ha portato all’arresto di Marcello De Vito, nello scandalo sul nuovo stadio della Roma. “Ma siamo il primo partito”, sottolinea il senatore Arnaldo Lomuti.

Laura Pausini, dopo la vittoria a XFactor Spagna si prepara per le due date al Circo Massimo 21/22 Luglio

Pubblicato il 07 Lug 2018 alle 6:22am

Dopo la vittoria dell’altra sera a X Factor Spagna con Pol Granch, Laura Pausini si esibirà al Circo Massimo in ben due serate storiche per la musica italiana, il 21 (biglietti esauriti) e il 22 luglio (ultimi biglietti rimasti). A seguire, partirà poi per un grande tour mondiale negli Stati Uniti e in America Latina.

A settembre sarà di nuovo in Europa, per un tour nei palazzetti italiani a cui si continuano ad aggiungere, vista la grande richiesta, nuovi appuntamenti live al calendario e a seguire nel resto dei paesi europei.

Il Team di Laura ha vinto X Factor Spagna con Pol Granch!!

Grazie a tutti quelli che lo hanno votato!

Pol ha vinto un contratto per registrare un disco con Sony Music Spagna

e aprirà i concerti del Fatti Sentire World Tour a

Barcellona (17 ottobre con Samuel)

Madrid (18 ottobre con Samuel)

e Parigi (20 ottobre con Poupi)

LPSTAFF

Tumore al seno: sopravvissute dopo la diagnosi aumentate del 26%

Pubblicato il 05 Gen 2018 alle 9:01am

Buone notizie per coloro che devono fare i conti con il tumore al seno. Nel 2017 sono state 50.500 le nuove diagnosi, ma le prospettive di vita, soprattutto se la neoplasia viene scoperta subito, sono davvero aumentate. In otto anni (tra il 2010 e il 2017) in Italia, le donne vive dopo la diagnosi sono aumentate del 26% e oggi, stando alle ultime rilevazioni fatte dai Registri Tumori, sono 766.957 le italiane che hanno affrontato e vinto il tumore al seno.

E se ne saranno certe tra altri anni, è possibile parlare di guarigione in tutti casi.

Ci sono infatti, studi, che dimostrano come le donne operate in fase iniziale abbiano una prospettiva di vita persino migliore delle coetanee che non si sono mai ammalate di questo tumore al seno.

Francesco Cognetti, direttore dell’Oncologia Medica all’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma, spiega: “Oggi la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi supera il 90 per cento”. Ai nuovi trattamenti nel carcinoma mammario è stata dedicata la quinta edizione del convegno International Meeting on New Drugs (and New Concepts) in Breast Cancer, recentemente tenutosi al Regina Elena con la partecipazione di oltre 200 esperti provenienti da tutto il mondo. “Questi progressi eccezionali – continua Cognetti, che è anche presidente della Fondazione Insieme Contro il Cancro – sono da ricondurre alle campagne di prevenzione, a una maggiore diffusione della diagnosi precoce e dello screening con mammografia e a terapie innovative sempre più efficaci. Oggi abbiamo molte armi a disposizione, dalla chemioterapia all’ormonoterapia alle terapie target fino all’immunoterapia. E si stanno aprendo nuove prospettive per personalizzare i trattamenti, grazie a esami genomici che analizzano il Dna del tumore per capirne l’aggressività”.

Amore Avrai di Elodie vince la seconda data del Coca Cola Summer Festival

Pubblicato il 25 Giu 2016 alle 10:40am

E’ stata la hit “Amore avrai” di Elodie Di Patrizi, seconda classificata dell’ultima edizione di “Amici”, a vincere la seconda puntata del “Coca-Cola Summer Festival” in scenda dal 23 al 25 giugno in Piazza del Popolo a Roma.

Un singolo che la cantante ha riproposto al suo pubblico che dava già per favorita dai primi risultati finali.

Alla conduzione della kermesse musicale, prodotta dalla Fascino di Maria De Filippi, ancora una volta la bravissima Alessia Marcuzzi e il duo composto da Rudy Zerbi e Angelo Baiguini, speaker di RTL 102.5 radio ufficiale del programma.

Dopo la vittoria di Alvaro Soler durante la prima puntata col brano “Sofia” è stata ieri sera la volta di Elodie.

Oltre a lei si sono esibiti anche Alessio Bernabei con “Io e te=la soluzione”, Fedez & J-Ax con il tormentone dell’estate “Vorrei ma non posto” ed Emma, questa volta senza Alvaro Soler, con “Il paradiso non esiste”, e ancora, Lele Esposito con “Through This Noise”, Elisa con “Love me forever”, Gue Pequeno e Marracash con il loro singolo “Insta Love”, Paolo Simoni con “Io non mi privo”, Arianna con “Who Did You Love”, Francesca Michielin con “Un cuore in due”, Lorenzo Fragola con “Luce che entra”, Benji & Fede con “Eres Mia”, LP con “Lost in You” e Francesco Renga con “Guardami amore”.