glaucoma

Glaucoma e attività fisica

Pubblicato il 15 Ott 2020 alle 6:02am

E’ la seconda causa di cecità nel mondo occidentale. Stiamo parlando del glaucoma.

Un malato su due non sa di averlo rischiando di rimanere senza diagnosi, per un lungo periodo, verificandosi così, un danno oculare in grado di progredire con il passare degli anni, in un caso su cinque, arrivare anche alla perdita della vista. Una cura definitiva non esiste, ma con la giusta prevenzione e diagnosi precoce è possibile limitare le conseguenze visive, come hanno anche sottolineato gli esperti ad un congresso organizzato di recente dall’Associazione Italiana per lo Studio del Glaucoma (Aisg).

L’attività fisica, ad esempio, può ridurre il rischio di glaucoma. Bastano 30-40 minuti al giorno di camminata moderata o veloce, quattro volte a settimana, e aumentare la «dose» di dieci minuti al giorno per ridurre del 25 per cento la probabilità di sviluppare la malattia.

2Anche in chi già soffre di glaucoma il tasso di progressione si riduce del 10%, se cresce l’esercizio fisico quotidiano”, a spiegarlo è Luciano Quaranta, direttore della Clinica Oculistica universitaria dell’Ospedale San Matteo di Pavia. “Gli sport più adatti sono nuoto, corsa, bicicletta e tennis, attività aerobiche che migliorano la circolazione del sangue nell’occhio; chi ha già il glaucoma deve invece evitare allenamenti troppo faticosi, il sollevamento pesi e durante il training deve evitare di tenere alcune posizioni in cui la testa è troppo verso il basso. Muoversi aumenta l’ossigenazione della retina rafforzandone le cellule, inoltre è in grado di contrastare la formazione di radicali liberi nel sistema nervoso centrale, di cui l’occhio fa parte; l’esercizio poi è benefico in quanto abbassa la pressione arteriosa, sistemica e oculare”.

Fattori di rischio Il principale fattore di rischio per il glaucoma è la pressione alta all’interno dell’occhio, che spinge sul nervo ottico deteriorandolo in maniera progressiva e permanente. Stefano Miglior, presidente AISG, «Per una diagnosi tempestiva sono fondamentali i controlli regolari dall’oculista: gli over 60 sono più colpiti, ma il glaucoma può comparire anche prima e quindi si consigliano visite ogni due anni a partire dai quarant’anni, specialmente in caso di miopia o familiarità per la malattia (il 40% dei pazienti ha almeno un parente stretto con glaucoma, ndr). Spesso non ci si accorge di avere qualche problema visivo e si arriva dal medico quando la situazione è già compromessa e il campo visivo ridotto: un tipico segnale di patologia avanzata è la visione tubulare, che dà l’impressione di guardare attraverso un cono». Se l’oculista sospetta un glaucoma, la diagnosi non è complessa: bastano due semplici test non invasivi, la misurazione del campo visivo e l’imaging delle fibre nervose retiniche e della papilla ottica, ovvero del punto in cui il nervo ottico emerge sul fondo oculare.

Occhi, malattie degenerative e nuovi approcci terapeutici

Pubblicato il 22 Lug 2020 alle 6:01am

Tra le malattie degli occhi, la degenerazione maculare senile e il glaucoma rappresentano i principali responsabili della perdita della vistanegli over 60, mentre la retinopatia diabetica colpisce principalmente in età lavorativa. (altro…)

Glaucoma, visite gratuite nelle piazze italiane, ecco dove

Pubblicato il 21 Dic 2019 alle 6:23am

Sono oltre 1500 le visite oculistiche gratuite effettuate nelle piazze di 9 città, in Lombardia, Campania e Abruzzo, nell’ambito della campagna nazionale «Vista in salute» per la prevenzione delle malattie della retina e del nervo ottico, in particolare di glaucoma, retinopatia diabetica e maculopatie.

Un’iniziativa itinerante, che farà tappa in tutta Italia fino al 2021, gestita dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus, su incarico del Ministero della Salute, grazie alle risorse stanziate dalla Legge di Bilancio 2019.

I risultati preliminari degli esami fatti a 555 persone, sono stati presentati alla Camera dei Deputati, ed evidenziano che più di quattro su dieci presentano malattie oculari in atto o sospette, o segni clinici da approfondire con ulteriori accertamenti. Grazie ai controlli effettuati, queste persone potranno salvare la propria vista in tempo.

Per saperne di più, visitare il sito web www.vistainsalute.it. A bordo del tir, che sosterà nelle piazze di diverse città italiane, sarà possibile effettuare controlli oculistici gratuiti, riservati alle persone dai 40 anni in su. All’interno della struttura mobile, ambulatori attrezzati con strumenti diagnostici ad alta tecnologia, come la tomografia ottica computerizzata (OCT), una sorta di tac della retina che permette di rilevare la presenza di eventuali patologie, in particolare di degenerazioni maculari. Grazie a una foto del fondo oculare sarà possibile infatti individuare eventuali alterazioni dei vasi retinici e cambiamenti alla testa del nervo ottico che potrebbero essere segno di glaucoma. Durante la visita, inoltre, viene misurata la pressione oculare che, se troppo elevata, potrebbe essere la spia di un glaucoma.

Glaucoma, arriva il nuovo collirio per curarlo

Pubblicato il 16 Mag 2019 alle 6:53am

Nuova speranza arriva per tutti coloro che sono affetti da glaucoma. Dal cordone ombelicale è stato ricavato un nuovo collirio per il glaucoma, paotologia silenziosa della vista che produce un progressivo deterioramento del campo visivo e può portare fino alla cecità. A brevettare il farmaco, un gruppo di ricercatori dell’Università di Bologna dopo che il suo effetto neuroprotettivo è stato dimostrato in studi preclinici in vitro, ex vitro e in vivo.

Il collirio targato Unibo si basa sulle proprietà del sangue contenuto nel cordone ombelicale. Al suo interno, infatti, gli studiosi hanno individuato una serie di fattori di crescita in grado di contrastare il glaucoma. E gli effetti riparativi potrebbero essere efficaci anche su altri tipi di patologie degenerative oculari.

Con il termine glaucoma si identifica oggi un gruppo di patologie oculari causate dalla degenerazione del sistema nervoso centrale dovuta all’invecchiamento. Queste patologie colpiscono circa un milione di persone in Italia: l’1 e il 2% di chi ha più di 40 anni e il 5% di chi ha più di 70 anni.

Il glaucoma si caratterizza per un aumento della pressione intraoculare e per una serie di fenomeni degenerativi che influenzano la testa del nervo ottico causando un progressivo deterioramento del campo visivo e danni permanenti della vista.

.

Settimana Mondiale del Glaucoma: visite gratuite dal 10 al 16 Marzo

Pubblicato il 09 Mar 2019 alle 6:00am

Il glaucoma è una malattia degenerativa che spesso non dà sintomi nelle fasi iniziali, ma può danneggiare irreparabilmente il campo visivo. Nel mondo colpisce ben 55 milioni di persone ed è la prima causa di cecità irreversibile. Si calcola che solo in Italia circa un milione di persone ne siano affette e che un malato su due non sappia di aver contratto la malattia.

In occasione della Settimana mondiale del glaucoma (dal 10 al 16 marzo), sono in programma visite gratuite in tutto il territorio nazionale, e sono soprattutto rivolte a chi non si è mai posto il problema. Basta infatti una visita completa per diagnosticare la malattia, ma otto persone su dieci, seppure a rischio di glaucoma, non fanno controlli con regolarità.

La campagna di informazione è messa in campo dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (SOI) e la Società Italiana Glaucoma (SIGLA).

Prevenzione «La disabilità provocata da tale patologia si può prevenire purché la malattia sia diagnostica e curata tempestivamente – ha detto il ministro della Salute Giulia Grillo in occasione della presentazione del calendario di visite gratuite -. Per questo motivo la task force che garantirà migliaia di visite gratuite appare uno strumento valido ed efficace per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e, soprattutto, per combattere il ladro silente della vista».

PUBBLICITÀ

Glaucoma: visite gratuite fino al 17 marzo, nella settimana di prevenzione

Pubblicato il 14 Mar 2018 alle 8:01am

Una visita dall’oculista può salvare la vista. La prevenzione è infatti da sempre l’arma migliore contro le malattie, anche degli occhi, come nel caso del glaucoma.

Quale occasione migliore allora se non quella della Settimana Mondiale del Glaucoma per sottoporsi – gratis – a una visita di controllo? Tutto questo, e anche di più, è offerto in Italia dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus. Durante la Settimana, che si tiene dall’11 al 17 marzo 2018, ci sono molte iniziative tra cui check-up oculistici, conferenze informative e distribuzione di opuscoli, a titolo gratuito in tutta Italia.

La misurazione della pressione dell’occhio si svolge in più di 30 città a bordo di Unità mobili oftalmiche – speciali camper attrezzati – e in alcuni ambulatori oculistici.

Per saperne di più visita il sito Iapb.

Cannabis per uso terapeutico. Anche il Piemonte dice sì

Pubblicato il 11 Giu 2015 alle 6:55am

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato all’unanimità l’uso della cannabis per scopi terapeutici. (altro…)

Settimana mondiale del glaucoma, dall’8 al 14 marzo, in 65 città visite gratuite alla vista

Pubblicato il 06 Mar 2015 alle 10:59am

8 al 14 marzo si celebra la settimana mondiale del glaucoma, durante la quale, in molti centri italiani, si potranno eseguire check up gratuiti e incontri informativi. (altro…)

Dal 9 marzo Settimana mondiale contro il glaucoma, visite gratuite in molte città

Pubblicato il 09 Mar 2014 alle 12:01pm

Il glaucoma, può portare alla cecità. Per evitarlo e sensibilizzare i cittadini sui rischi legati alle diverse patologie oculari, dal 9 al 15 marzo 2014 si celebra la Settimana mondiale della malattia oculare. (altro…)

L’assunzione della pillola anticoncezionale per anni, fa aumentare di 2,05 volte il rischio di glaucoma agli occhi

Pubblicato il 19 Nov 2013 alle 12:43pm

Un gruppo di ricercatori è convinto che assumere per diverso tempo un contraccettivo orale come la pillola possa aumentare il rischio di sviluppare il glaucoma, una grave patologia dell’occhio legata alla pressione interna e ritenuta una delle principali cause di cecità nel mondo che affligge ben 60 milioni di persone. (altro…)