scuse

Versace, polemica per t-shirt in Cina, scuse da parte dell’azienda

Pubblicato il 12 Ago 2019 alle 6:30am

Una nuova polemica arriva per una casa di moda italiana in Cina, dopo quella su Dolce e Gabbana. I media cinesi hanno infatti denunciato che su una t-shirt venduta da Versace nel Paese apparivano nomi di città con la nazione di appartenenza sbagliata, in particolare non venivano elencate Hong Kong e Macao come parte della Cina.

Sui social il marchio Versace è stata accusata di attentare alla sovranità nazionale. “Mi dispiace profondamente per lo sfortunato errore – scrive Donatella Versace su Fb -. Non ho mai voluto mancare di rispetto alla sovranità Nazionale della Cina”.

Dopo la rivolta sui social, l’attrice cinese Yang Mi ha deciso di interrompere la cooperazione con Versace, accusando la casa di moda di voler attentare all’integrità nazionale.

Versace ha fatto sapere di aver ritirato le magliette dai negozi il 24 luglio scorso e di averle poi distrutte.

Dolce & Gabbana chiedono scusa ai cinesi per la pubblicità ritenuta “razzista e sessista”

Pubblicato il 24 Nov 2018 alle 5:53am

Gli stilisti Dolce & Gabbana si scusano con un video indirizzato ai cinesi per lo spot non gradito, in quanto, ritenuto “razzista e sessista”, gettando nella bufera la celebre casa di moda, apprezzata e conosciuta da anni in tutto il mondo per i suoi prodotti, che ora sono stati banditi dai più importanti siti web di e-commerce. “Facciamo le nostre più sincere scuse al popolo cinese nel mondo intero, speriamo che il nostro fraintendimento della cultura cinese possa essere perdonato”, dice Stefano Gabbana. (altro…)

Armstrong: “Ero dopato in tutti e sette i Tour vinti”

Pubblicato il 18 Gen 2013 alle 10:36am

Lance Armstrong ha rivelato di aver assunto sostanze dopanti per vincere i suoi sette Tour de France. (altro…)