web

Disturbo bipolare: uno studio scopre l’algoritmo su Twitter

Pubblicato il 13 Gen 2018 alle 10:57am

Sta girando per il web un nuovo algoritmo: che sarebbe in grado di scoprire se un utente di Twitter è affetto da disturbo bipolare, malattia in cui, tra le altre cose, si alternano episodi di euforia a momenti di grande depressione. (altro…)

Bacia sconosciuto sulla Tour Eiffel e lo trova grazie al web

Pubblicato il 12 Gen 2018 alle 6:39am

“Aiutatemi a trovarlo”: questo l’accorato appello di Juliana Corrales, 18enne americana residente in California, che ha pubblicato su Twitter il video in cui bacia un ragazzo sconosciuto in cima alla Tour Eiffel, chiedendo agli utenti di aiutarla a cercarlo. (altro…)

Scoperto contrabbando di farmaci venduti in modo illegale sul web: oscurati 128 siti

Pubblicato il 01 Dic 2017 alle 6:14am

Farmaci venduti via web, in modo illegale e, soprattutto, senza prescrizione medica. Il Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, ha oscurato ben 128 siti internet esteri.

Le “farmacie digitali” erano situate principalmente in Usa, Gran Bretagna, Russia, Ucraina e Malesia, ma eseguivano operazioni anche in Italia, smerciando medicinali online soggetti a prescrizione medica.

Più di 50 siti vendevano farmaci destinati a risolvere patologie fisiche (come Sildenafil, Viagra), una quarantina proponevano da prodotti con composti anabolizzanti (Dianabol, Stanozol, Boldenodrol). Altri vendevano farmaci eutanasici (Nembutal, Barbital) o contenenti sostanze oppiacee (Fentanil, Bromadol, Roxicodone).

In alcuni casi, i clienti potevano pagare in Bitcoin, la valuta virtuale che consente l’effettuazione di transazioni finanziarie in forma anonima. L’operazione è stata coordinata dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia. I siti web sono stati sottoposti a sequestro preventivo.

Roma: cane veglia per ore il corpo dell’amico morto investito

Pubblicato il 21 Set 2017 alle 10:23am

Una notizia che sta facendo il giro del web, commuovendo centinaia e centinaia di persone. Un cane a Roma, un pastore tedesco forse non purissimo, ha vegliato per ore e ore il suo amico morto investito lungo la Tuscolana. I due cani non vivevano insieme ma insieme giocavano tutti i giorni e se ne andavano a passeggio. Erano legati da una forte amicizia, sotto gli occhi di tutti. (altro…)

Al Bano dice basta al troppo odio sui social, e chiude le sue pagine web

Pubblicato il 07 Ago 2017 alle 8:20am

Al Bano ha deciso di chiudere le sue pagine social perché stanco dei continui attacchi a lui e alla sua famiglia. (altro…)

Studentesse in sfida a colpi di seno sul web

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 10:12am

Dopo il tormentone “Escile”, la nuova moda lanciata di alzarsi la maglietta e mostrare il seno arriva dalle universitarie milanesi.

E’ quasi una vera e propria sfida sul web con foto che facciano intravedere i seni, al fine di decretare quale degli atenei meneghini sia più dotato di ragazze “talentuose”.

Le prime ad aver sfidato le colleghe sono state le studentesse del Politecnico di Milano che sul gruppo Facebook “Spotted Polimi”, solitamente utilizzato per provare a rintracciare le ragazze che hanno fatto colpo su qualche studente un po’ imbranato o poco brillante negli approcci, hanno iniziato a pubblicare alcune foto nelle quali mostrano una piccola parte del proprio seno e un segno di riconoscimento dell’ateneo di appartenenza (una penna, una matita e un tesserino recanti la scritta Politecnico di Milano nei tre casi finora registrati).

Per la gioia dei maschietti, le ragazze hanno anche chiamato in causa le colleghe di altre università, inserendo nelle foto hashtag di riconoscimento #unimi, #unicatt, #bicocca e #bocconi.

Per ora sono state le studentesse del Politecnico le sole a risultare più “intraprendenti”, ma è probabile che nelle prossime ore qualche altra ragazza raccoglierà il guanto di sfida, per la gioia di amici e studenti maschi.

Cyberbullismo, ora c’è la legge

Pubblicato il 19 Mag 2017 alle 9:39am

E’ stata approvata, definitivamente dalla Camera, la legge per il contrasto alle forme di cyberbullismo, con 432 voti a favore e nessun contrario. (altro…)

Foto del bebè con in mano il contraccettivo della madre sta facendo il giro del web

Pubblicato il 06 Mag 2017 alle 7:08am

Su facebook una foto di un bambino appena nato sta facendo il giro del mondo. (altro…)

Ricky Tognazzi testimonial dello spot ‘Antibiotici – La nostra difesa numero 1’, per promuovere il buon senso nell’uso

Pubblicato il 23 Ott 2016 alle 11:37am

La SITA Società Italiana Terapia Antinfettiva ha lanciato uno spot ‘Antibiotici – La nostra difesa numero 1’, una campagna di sensibilizzazione sull’incombente pericolo dei superbatteri, i batteri in grado di resistere a tutti o quasi gli antibiotici disponibili in commercio.

Ricky Tognazzi è il testimonial dell’iniziativa, presentata l’altro ieri a Roma e realizzata anche grazie a un’erogazione di Merck & Co. tramite MSD.

Nello spot girato per il web si vede «Il supervampiro» l’attore e regista italiano, che irrompe tra gli abitanti di un villaggio che si sono liberati dai vampiri ma poi hanno abusato del rimedio.

Accanto allo spot “Il supervampiro”, pensato per il web, la campagna prevede anche il lancio del sito internet www.antibioticilanostradifesa.it dove, sarà possibile consultare informazioni utili sull’antibiotico-resistenza, le regole per il corretto uso degli antibiotici, video interviste con gli esperti della Sita, un test per misurare il proprio livello di consapevolezza sul problema delle infezioni multiresistenti e strumenti di condivisione social per promuovere i corretti comportamenti legati all’uso degli antibiotici e prevenire la diffusione dei batteri.

Cyberbullismo, la Camera approva. La parola al Senato

Pubblicato il 21 Set 2016 alle 12:29pm

L’aula della Camera ha approvato ieri – con 242 sì, 73 no e 48 astenuti – il progetto di legge, che passa ora al Senato sul Cyberbullismo.

Tra le principali novità, oltre alla prima definizione del reato, le condanne fino a sei anni per lo stalking via web, e la possibilità per chiunque, anche minorenne, di chiedere ai gestori dei siti la rimozione o l’oscuramento di contenuti aggressivi.

Il Garante per la Privacy verifica l’intervento del gestore del sito e, se questi non adotta misure entro 48 ore, provvede lui direttamente.

I gestori dei siti dovranno d’ora in poi attenersia specifiche procedure per il recepimento e la gestione delle richieste di oscuramento, rimo- zione o blocco dei dati; obbligo di comunicazione di tali procedure sull’home page degli stessi siti.