#excalibur

Ebola: “Il cane dell’infermiera spagnola contagiata deve essere ucciso”, il web si mobilita

Pubblicato il 09 Ott 2014 alle 7:23am

La Ue preoccupata per il caso di Teresa, l’infermiera contagiata da Ebola a Madrid dopo aver curato un missionario infettato e tornato dalla Sierra Leone, Manuel Garcia Viejo, a causa del virus il 25 settembre, vuole abbattere Excalibur, il cane della donna.

Il marito di Teresa ha, infatti, denunciato che un funzionario della sanità di Madrid lo avrebbe informato della necessità di abbattere il cane per precauzione. Ma l’uomo attualmente ricoverato e sotto osservazione, si preoccupa per la sorte del loro animale, lanciando un appello tramite Whatsapp, immediatamente ripreso e rilanciato da molti animalisti spagnoli.

Il partito animalista iberico, Pacma, invece, ha richiesto con un comunicato, che il sacrificio del cane sia fermato. Nessuno studio scientifico dimostra che l’Ebola può essere trasmessa dall’uomo ai cani e viceversa e per questo mi sembra inutile uccidere l’animale.

La petizione per Excalibur è partita su Change.org.