Roma

Droga al liceo Virgilio, la preside: «Adesso basta»

Pubblicato il 19 Nov 2017 alle 8:08am

La preside Carla Alfano, del liceo Virgilio di Roma, dal 1° settembre di quest’anno, affronta uno dei periodi più difficili del suo istituto. «Qui ci sono genitori che giustificano i figli quando questi ultimi vengono scoperti a consumare stupefacenti a scuola – racconta la direttrice didattica -: “Fuma spinelli? E allora? Non c’è niente di male, così mio figlio si tranquillizza”. Oppure, anche peggio: “Si droga a scuola? Meglio così, si vede che lì avete roba buona”. Ormai qui è come un porto franco e alcuni genitori assolvono i loro ragazzi».

«Ho intenzione di rivedere i voti in condotta alla fine dell’anno. Potrebbe essere un deterrente per affrontare gli alunni responsabili di tutto questo: temo che alcuni professori, intimoriti da questi personaggi, alzino quei voti. È bene controllare. Non è possibile ritrovarsi a fine anno con alunni coinvolti in episodi inaccettabili che hanno dieci in condotta», rivela ancora la preside, che aggiunge: «Qui ci sono ragazzi che si drogano, con i genitori che li difendono, e altri che a soli 14 anni fumano in faccia ai prof. Mentre quelli dell’ultimo anno stanno più attenti: hanno la maturità e temono che possa accadere qualcosa».

Valentino Talluto, l’untore di Roma con Hiv, condannato a 24 anni di carcere

Pubblicato il 28 Ott 2017 alle 10:30am

Ventiquattro anni di carcere a Valentino Talluto. Questa, la condanna inflitta dai giudici della Terza Corte d’Assise di Roma, presieduta da Evelina Canale. (altro…)

Scoprir, la mostra del cinema iberoamericano di Roma dal 25 settembre al 1 ottobre 2017

Pubblicato il 24 Set 2017 alle 11:07am

Si terrà da lunedì 25 settembre a domenica 1 ottobre al Cinema Savoy (via Bergamo, 25) la sesta edizione di SCOPRIR, Mostra del Cinema Iberoamericano di Roma, a cura di Gianfranco Zicarelli,a d ingresso gratuito. Organizzata dall’Instituto Cervantes in collaborazione con la FUIS – Federazione Unitaria Italiana Scrittori, con il sostegno delle ambasciate in Italia di Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù e Portogallo, la rassegna ha come mission la promozione di una tra le cinematografie più dinamiche e audaci al mondo. Una scena particolarmente affascinante e in costante evoluzione, capace di offrire nell’ultimo decennio novità tra le più interessanti in termini di tematiche, tecniche narrative e scelte stilistiche.

12 film in lingua originale con sottotitoli in italiano, in rappresentanza di altrettanti paesi, verranno presentati in anteprima per l’Italia nel corso della rassegna che sarà inaugurata dall’omaggio a Fernando Birri, ospite di Scoprir il 25 settembre alle 18.30, intervistato dal giornalista e autore televisivo Paolo Taggi. Al cineasta e regista argentino classe 1925, considerato il padre del nuovo cinema latino-americano, verrà assegnato il Premio alla Carriera per il suo contribuito al rinnovamento del cinema iberoamericano, non soltanto grazie ai suoi film basati su un’originale rielaborazione della lezione neorealista, ma anche attraverso l’impegno costante per la formazione di nuove generazioni di autori. Inoltre, nella serata inaugurale e in quella finale della mostra del cinema iberoamericano si proietteranno alcune delle opere più significative di Birri: “Tire diè” del 1960 , “Los inundados” (migliore opera prima alla Mostra del cinema di Venezia del 1962) e “Za 05: lo viejo y lo nuevo”,documentario che vede tra gli sceneggiatori, oltre al regista nativo di Santa Fe, anche Gabriel García Márquez, Julio García Espinosa e Orlando Senna.

Attesi al festival capitolino anche Alex Jácome, giovane regista ecuadoregno autore di “Con Alas Pà Volar” (28 settembre); Max Nardari, regista, sceneggiatore e autore musicale trevigiano che presenta il suo secondo lungometraggio, “La mia famiglia a soqquadro” con Bianca Nappi, Marco Cocci, Elisabetta Pellini, Eleonora Giorgi e Gabriele Caprio (29 settembre); Miguel Del Arco, tra i più apprezzati autori e registi teatrali spagnoli, al debutto come regista cinematografico con “Las Furias”, pellicola che vede tra i protagonisti José Sacristán, Bárbara Lennie, Mercedes Sampietro, Emma Suárez e Gonzalo de Castro (30 settembre).

In programma non solo film premiati in prestigiosi festival internazionali ma anche opere di giovani registi che si sono fatti apprezzare negli ultimi anni per i loro lavori.

Roma: cane veglia per ore il corpo dell’amico morto investito

Pubblicato il 21 Set 2017 alle 10:23am

Una notizia che sta facendo il giro del web, commuovendo centinaia e centinaia di persone. Un cane a Roma, un pastore tedesco forse non purissimo, ha vegliato per ore e ore il suo amico morto investito lungo la Tuscolana. I due cani non vivevano insieme ma insieme giocavano tutti i giorni e se ne andavano a passeggio. Erano legati da una forte amicizia, sotto gli occhi di tutti. (altro…)

Roma: l’Arte di Hokusai in mostra all’Ara Pacis dal 12 ottobre al 14 gennaio 2018

Pubblicato il 30 Ago 2017 alle 7:31am

Cresce l’attesa per la grande rassegna dedicata alla produzione di Katsushika Hokusai, il più importante rappresentante della scuola giapponese dell’ukiyoe, che sarà inaugurata il prossimo 12 ottobre negli spazi del Museo dell‘Ara Pacis Roma. (altro…)

Omicidio Sara Di Pietrantonio, ergastolo per l’ex fidanzato Vincenzo Paduano

Pubblicato il 02 Ago 2017 alle 10:23am

Sara Di Pietrantonio si rifiutava di riconoscere il ruolo di padrone della sua vita nell’ex fidanzato Vincenzo Paduano. (altro…)

E’ morta a Roma, la stilista Carla Fendi. Aveva 80 anni

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 9:29am

Addio alla stilista Carla Fendi. Aveva 80 anni ed era malata da tempo. (altro…)

Un grande show quello di Ariana Grande a Roma, in onore delle vittime di Manchester

Pubblicato il 16 Giu 2017 alle 12:10pm

Il concerto benefico di ARIANA GRANDE, tenuto al Palalottomatica di Roma, in onore delle vittime dell’attentato di Manchester ha riscosso un incredibile successo di pubblico e di sicurezza.

Lei al centro del palcoscenico ha cantato spesso con grande emozione e commozione, ma voce potente ‘Over the rainbow’.

Dopo il Palalottomatica il 17 giugno sarà la volta di Torino, dove approderà lei e il suo Dangerous Woman Tour.

All’evento erano presenti bambini accompagnati da genitori, tantissimi adolescenti, ma soprattutto ragazze arrivate da diverse parti d’Italia e d’Europa con poster colorati e i cerchietti con le orecchie da coniglietto per creare un’atmosfera da festa in un concerto nel quale l’energia doveva schizzare alle stelle, come poi è stato.

Le canzoni eseguite sono state tra le altre ‘Be alright’, ‘Bad decisions’, ‘One last time’.

Dal primo brano in poi una grande partecipazione da parte del pubblico presente nel Palalottomatica. Grande l’impatto scenico della protagonista anche grazie alle performance dei ballerini che l’hanno accompagnata durante tutto il concerto.

Una scaletta senza interruzioni di oltre 20 pezzi regalati tra ‘ciao Roma’, ‘vi amo’ e ‘grazie mille’.

Ariana Grande ha alternato successi pop più scatenati (tra gli altri ‘Break free’ e ‘Into you’) a momenti più intimi e intensi con brani come ‘Moonlight’ e un finale sontuoso come quello con ‘Dangerous Woman’.

Roma, bambina disabile sotto sfratto, il padre: “Piano rom? Unʼingiustizia”

Pubblicato il 05 Giu 2017 alle 6:42am

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha promosso un «piano pro-rom». Grazie ai fondi europei (3,8 milioni di euro per il solo 2017), come si legge sul sito del Comune di Roma, il Campidoglio garantirà a circa 130 famiglie rom (800 persone) «scolarizzazione, occupazione, salute, abitazione». (altro…)

A Roma, fino al 30 luglio, la mostra dedicata a Marilyn Monroe

Pubblicato il 25 Mag 2017 alle 5:48am

Marilyn Monroe in mostra a Roma. Fino al prossimo 30 luglio è aperta al pubblico, al Palazzo degli Esami, l’esposizione “Imperdibile Marilyn. Donna, mito, manager”.

Un viaggio alla scoperta dell’attrice, icona del cinema mondiale. La mostra è a cura di Fabio Di Gioia di Da Vinci Grandi Eventi e del collezionista Ted Stampfer.

In mostra oltre trecento oggetti, abiti, cosmetici, pellicole dei suoi film, utensili della sua casa, foto, filmati privati, David di Donatello ricevuto nel 1959 da Anna Magnani a New York, e tanto altro ancora.

Tra gli oggetti esposti spiccano senza ombra di dubbio, il famosissimo abito bianco indossato nel film “Quando la moglie è in vacanza”, abito scarlatto di “Come sposare un miliardario”, ma anche una lettera d’amore di Arthur Miller, la sceneggiatura originale di “A qualcuno piace caldo” e il suo celebre profumo.