Secondo la rivista scientifica americana, Bmc magazine, la teoria del prof. Paolo Zamboni che da anni effettua studi sulle cause della sclerosi multipla è esatta.

Tale rivista individua la base dei sintomi della sclerosi multipla nel restringimento delle vene giugulari, conosciuto come Ccsvi, che produce il rallentamento del flusso del sangue nel cervello, alla base dei sintomi della malattia.

Su questo argomento si è discusso molto in occasione del meeting annuale della Società internazionale per le malattie neurovascolari, al quale partecipano più di 400 ricercatori da tutto il mondo.

Il prof. Paolo Zamboni, spiega come questo risultato possa indicare il fenomeno di degenerazione dell’assone che è, in ultima analisi l’evento che porta alla disabilità, influenzato negativamente dal cattivo funzionamento delle vene che si ha durante il restringimento delle vene giugulari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.