Un uomo di 27 anni è salito su un treno e si è seduto qualche sedile più avanti rispetto a dove era accomodata una ragazzina di 17 anni. Poi, con lo sguardo rivolto verso di lei, ha preso in mano il suo cellulare e glielo ha puntato contro, come se volesse riprenderla, iniziando poi a masturbarsi.

Il fatto è acceduto nella serata di domenica, a bordo del convoglio Trenord n. 577, tra Milano e la Brianza. Il treno stava percorrendo la tratta tra le stazioni di Cusano Milanino e Lentate-Camnago, quando la ragazza, spaventata, ha urlato al ragazzo chiedendo di smetterla prima di correre a cercare aiuto in qualche carrozza più avanti, dove ha poi trovato il capotreno che si è messo sulle tracce del giovane che nel frattempo si era alzato e si era diretto alla porta di uscita, per scendere non appena il treno si fosse fermato.

Alla stazione di Lentate, il giovane, un 27enne di origine pakistana, ha però trovato i carabinieri ad aspettarlo. Una pattuglia dell’Arma della compagnia di Seregno ha così fermato e identificato il giovane, un operaio domiciliato a Limbiate. Per il 27enne è scattata subito una denuncia all’autorità giudiziaria per atti osceni davanti a minore. Sul cellulare del quale – specificano dal comando provinciale dell’Arma di Monza e Brianza – non sono stati trovati filmati girati a bordo del treno che potrebbero anche essere stati opportunamente eliminati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.