Spread the love

La violenza contro le donne è sempre più un’emergenza da contrastare, con ogni mezzo a disposizione. Alcuni di questi sono le app da scaricare sui propri telefoni cellulari e tenere sempre a portata di mano. La tecnologia può quindi diventare uno strumento concreto per prevenire la violenza sulle donne.

Utilizzata da oltre 50.000 donne in tutta Italia, Wher è la prima app-navigatore creata dalle donne per le donne dove le strade sono valutate in base a quanto vengono considerate sicure. Con un piccolo gesto in app ogni donna può valutare le strade della propria città: l’app poi restituisce le informazioni raccolte tramite una mappa facile da consultare che mostra le strade e i percorsi più consigliati dalle cittadine.

Come anche l’app Guardian Safely Around che racchiude sistema di navigazione e monitoraggio del pericolo. All’interno dell’applicazione è possibile individuare quale sia il percorso più sicuro per raggiungere una destinazione, aggiungere i propri “guardiani” – amici o familiari – e i principali numeri di emergenza, come la chiamata rapida al 112.

Per sentirsi più sicure e comunicare, in caso di pericolo, nel modo più veloce possibile, c’è l’app ufficiale del 112Where Are U. Una volta scaricata sul proprio cellulare, permette di avere una connessione immediata con forze dell’ordine e soccorsi, inviando automaticamente i dati di localizzazione e le altre informazioni che si sceglie di includere nell’app. L’app è collegata al Numero di emergenza europeo 112 e rende più immediate le comunicazioni con polizia, vigili del fuoco o ambulanza.

Poi ancora, attraverso l’app 1522numero nazionale anti violenza e stalking, è possibile chiamare o chattare con un’operatrice, azionare i dispositivi di emergenza e leggere i consigli per la sicurezza e le ultime news. Il servizio è promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità e permette di connettersi immediatamente con operatori e operatrici specializzati.

Viola Walkhome è il servizio di videoaccompagnamento, attivo 24 ore su 24, per tutti coloro che cercano compagnia quando tornano a casa da sole la sera. L’applicazione videoregistra, in caso di emergenza, la chiamata in corso con i volontari selezionati e, in caso di violenza, allerta immediatamente alle forze dell’ordine. Si tratta di un servizio gratuito, attivo su territorio nazionale ed europeo.

Echosos, è invece, un’applicazione per smartphone che aiuta a prepararsi alle emergenze inviando la posizione al servizio di emergenza locale in qualsiasi parte del mondo e fornendo informazioni sui pronto soccorso più vicini in regioni selezionate. Componendo uno dei numeri di emergenza, la posizione sarà trasmessa ai servizi di emergenza. Nel caso in cui non ci fosse nessun dato mobile, la posizione verrà comunque trasmessa via sms.

Signal for Help (chiamato anche Violence at Home Signal for Help) è infine, un segnale internazionale di richiesta di aiuto contro la violenza di genere. È nato su iniziativa della Canadian Women’s Foundation, fondazione canadese impegnata nella lotta agli abusi domestici. In Italia lo ha rilanciato gengleonlus.org, “associazione dedicata ai genitori separati e alle famiglie monogenitoriali”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.