arredare casa

Armocromia, come trasformare la propria abitazione con i colori giusti

Pubblicato il 16 Ott 2020 alle 6:00am

Armocromia, scienza dei colori, viene applicata alle abitazioni, all’arredamento e alle pareti. Ci aiuta a farci sentire sicuri e a nostro agio e magari anche a rendere la nostra abitazione un luogo ideale dove potersi rilassare, dormire meglio. Studiare, mangiare, leggere, ecc.

Una stanza in armocromia è, infatti, il luogo ideale per applicare la tecnica di rilassamento Niksen. Il “dolce far niente” olandese.

La scelta dei colori da abbinare nella propria abitazione non è mai scontata, in quanto la decisione viene spesso presa anche in funzione degli spazi, dei gusti, dell’umore e dal nuovo trend del momento.

Ecco allora alcuni accorgimenti da seguire: onde evitare di creare un ambiente monocromatico. Meglio puntare infatti, su un colore che sia dominante, sperimentando i dovuti accorgimenti e accostamenti del caso, per rilassare la mente e trovare il giusto equilibrio fisico e mentale. Per essere in armonia con se stessi e il mondo intero.

I colori naturali vanno per la maggiore. Resistono anche al trascorrere del tempo. I mobili e gli oggetti devono essere facili da spostare da una parete all’altra della stanza. Devo poter trasmettere una sensazione di leggerezza. Beige, tortora e verde chiaro sono gli ingredienti ideali da poter accostare a piccole quantità di colori accesi, che possono essere adattati a seconda della stagione dell’anno. Si va dai toni dell’arancio, a quelli del giallo, fino ad arrivare al rosa e alla sabbia. Al bianco colore predominante che si accosta dappertutto in ogni ambiente della nostra abitazione.

Un aiuto può arrivare anche da cuscini, tende, lenzuola e coperte. Luci, lampade, soprammobili, piante, quadri e specchi.

Photo credit Gaiamiacola.it

Ristrutturazione casa, come scegliere le piastrelle

Pubblicato il 23 Lug 2015 alle 6:02am

Se non si è in grado di capire quali materiali scegliere per la propria abitazione farsi consigliare da degli esperti. Molti ambienti, infatti, possono fare la differenze anche grazie alla scelta delle piastrelle.

Per questo gli esperti suggeriscono che se la nostra casa è arredata con mobili moderni, la scelta delle piastrelle deve per forza ricadere du piastrelle grandi, monocolore, o con piccole decorazioni.

Se invece la nostra casa è in stile classico, meglio optare per piastrelle più tradizionali, che ricordano tanto il legno, il marmo degli anni Cinquanta.

E i colori? Meglio se neutri e delicati.

Se invece la casa ha già qualcosa di originale, meglio puntare su piastrelle di “di recupero”, o mosaici fatti con più piastrelle messe insieme.

Inoltre, se la casa è arredata con i toni del bianco e del nero, le piastrelle devono per forza di cose creare un distacco o esaltare questi colori.

Ecco allora, che è meglio puntare sul grigio, in ogni sua tonalità.

Al contrario, se invece le stanze hanno pareti colorate meglio scegliere piastrelle vivaci dai disegni geometrici.

E per gli esterni? Gli esperti consigliano piastrelle ruvide, antiscivolo, in pietra, legno vivo o sassolini.

L’importante, nell’indecisione, è sempre meglio farsi consigliare da un esperto portando in visione magari qualche foto della casa.

In rete è possibile trovare molti siti web di rivenditori di piastrelle, dove visionandoli è possibile farsi un’idea circa costi, materiali, e suggerimenti.

In pratica basta cambiare i rivestimenti per rinfrescare l’aspetto della propria abitazione, senza dover fare grandi lavori di ristrutturazione, grazie anche alle piastrelle che prevedono una posa a secco o con collanti sul pavimento esistente.

Come scegliere le tende da interni per arredare casa

Pubblicato il 03 Feb 2014 alle 11:01am

Le tende per interni aiutano ad arredare la casa conferendole un tocco di personalità e di colore in più. Sono degli elementi fondamentali di eleganza. Esse i possono adattare a seconda dello stile dell’arredamento. Riescono a dare un impatto diverso senza stravolgerne l’insieme. (altro…)