covid

Antitrust, compagnie aeree pronte al rimborso dei biglietti a causa del Covid

Pubblicato il 27 Ott 2020 alle 6:15am

Ryanair, EasyJet, Vueling e Blue Panorama offrono il rimborso dei biglietti in caso di cancellazione dei voli e i consumatori potranno scegliere come averli se sotto forma di rimborso vero e proprio o sotto forma di voucher.

E’ quanto ha annunciato alcuni giorni fa l’Antitrust che ha deciso di non adottare alcuna misura a conclusione di quattro sub-procedimenti nei confronti delle compagnie.

Questi erano stati avviati a fine settembre per sospendere la vendita di biglietti per voli poi cancellati unilateralmente, motivata con il Covid, offrendo in cambio ai consumatori soltanto i voucher.

Covid, nuovo Dpcm in vigore da domani lunedì 26 ottobre fino al prossimo 24 novembre

Pubblicato il 25 Ott 2020 alle 5:01pm

Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha firmato oggi il Dpcm in vigore da domani lunedì 26 ottobre, fino al prossimo 24 novembre. Fissata alle ore 18 la chiusura dei locali pubblici. La domenica e i giorni festivi bar e ristoranti potranno rimanere aperti (sempre fino alle 18). Su questo ha pesato il parere del Comitato tecnico scientifico consegnato al governo perché secondo gli esperti «l’apertura domenicale dei ristoranti può essere utile per limitare le riunioni familiari». E proprio sulla base di queste considerazioni si è deciso di accettare la richiesta della Regioni.

Gli scienziati hanno espresso la loro perplessità in merito alla raccomandazione di limitare lo spostamento tra Comuni, anche perché i dati dimostrano che i focolai sono soprattutto nelle aree metropolitane. Riserve forti anche rispetto alla scelta di autorizzare le fiere internazionali. Per il resto hanno condiviso il testo del decreto del governo.

Scuola «L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza. Per contrastare la diffusione del contagio, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari almeno al 75 per cento delle attività, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9».

Bus e metropolitane «È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi».

Spostamenti tra Regioni Eliminato il riferimento ai movimenti fuori dal Comune e dunque è sempre consentito anche lo spostamento tra Regioni.

Giochi, cinema, teatri «Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto».

Negozi «Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni; le suddette attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio».

Bar e ristoranti «Le attività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 fino alle 18; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico; resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze».

Photo Credit quifinanza.it

Covid, come avvengono i contagi

Pubblicato il 25 Ott 2020 alle 6:20am

Gli esperti della Johns Hopkins University di Baltimora, in un articolo pubblicato su Science passano in rassegna le più recenti evidenze scientifiche, sottolineando come la maggior parte dei contagi avvenga in casa: i conviventi hanno un rischio sei volte maggiore di infettarsi rispetto agli altri contatti stretti. I più esposti sono i coniugi dei malati e gli anziani che vivono in famiglia con persone più giovani. Il rischio è alto anche negli ospedali, nelle case di riposo, nei dormitori e nelle carceri, dove i contatti sono ripetuti e stretti, tra persone di età più avanzata. (altro…)

Covid, quando saranno disponibili i tamponi rapidi in farmacia e dai medici di base?

Pubblicato il 24 Ott 2020 alle 6:08am

Lunedì convocazione per i medici di famiglia, Conferenza Stato-Regioni e sindacati per trovare un accordo sui test rapidi da effettuare in studi medici di medicina generale e farmacie. (altro…)

Vaccino Covid, Cina annuncia: “Pronte 600 milioni di dosi entro fine anno”

Pubblicato il 23 Ott 2020 alle 6:00am

La Sinopharm, è una società cinese che è al lavoro su due vaccini anti Covid-19, per la produzione di massa. Il presidente Liu Jingzhen, secondo la tv statale in lingua inglese Cgtn, ha annunciato cje questa casa farmaceutica «è pronta a cominciare la produzione su larga scala di vaccini per assicurare scorte sufficienti e sicure». La Cina conta di produrre 610 milioni di dosi di vaccini entro la fine dell’anno, a confermarlo Zheng Zhongwei, a capo della task force di sviluppo dei vaccini anti Covid-19, aggiungendo anche che la produzione salirà nel 2021 per soddisfare la domanda sia interna che globale.

La Cina vanta 13 vaccini contro il Covid-19 in fase clinica di cui 4 giunti in fase 3, quella finale: le dosi somministrate finora hanno interessato 60.000 persone che non hanno segnalato effetti collaterali gravi. È quanto ha riferito Tian Baoguo, vicedirettore del ministero della Scienza e della Tecnologia, nel corso di una conferenza stampa tenuta a Pechino. Tian, secondo i media locali, ha poi aggiunto che tutti i candidati vaccini si sono dimostrati essere al momento anche sicuri.

L’allarme degli oncologi, 1,4 milioni di screening saltati

Pubblicato il 21 Ott 2020 alle 6:00am

“Nessuna Regione è a pieno regime nel riavvio degli screening, anche per ostacoli di carattere amministrativo, e molte non hanno neppure iniziato a recuperare gli esami non effettuati”. La denuncia arriva da Giordano Beretta, presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom) e vicepresidente di Foce, neo costituita confederazione che riunisce per la prima volta in assoluto esperti di oncologia, cardiologia ed ematologia. (altro…)

Covid, chiamata alle armi per medici e infermieri

Pubblicato il 19 Ott 2020 alle 5:05am

“Stiamo facendo una “chiamata alle armi”, dobbiamo richiamare medici e infermieri. Qui è peggio che a marzo”. A parlare è Claudio Micheletto, direttore dell’unità di penumologia dell’Azienda ospedaliera di Verona, dove da alcuni giorni ha riaperto il reparto riservato ai pazienti Covid. (altro…)

Alleanza Mondiale dei medici sul coronavirus

Pubblicato il 17 Ott 2020 alle 2:16pm

È nata l’Alleanza Mondiale dei Medici, un gruppo indipendente di dottori, infermieri, professionisti sanitari e scienziati che hanno deciso di dire la loro sulla pandemia da coronavirus. (altro…)

Covid, controlli a tappeto da parte dei Nas su 1.900 locali 351 violazioni

Pubblicato il 16 Ott 2020 alle 6:00am

In una sola settimana, 1.898 ispezioni condotte dai Nas in ristoranti, bar, pizzerie, fast-food, pub, per controllare il rispetto delle misure anti Covid e 351 le violazioni individuate. (altro…)

Onu, disastri naturali raddoppiati in 20 anni

Pubblicato il 14 Ott 2020 alle 6:00am

Il cambiamento climatico è il principale responsabile del raddoppio dei disastri naturali nel mondo in vent’anni. A dirlo un recente rapporto diffuso dall’Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione del rischio di catastrofi (Unsdir).

Dal 2000, infatti, dicono gli specialisti del settore, sono state registrate 7.348 calamità naturali (per un costo stimato in quasi 3mila miliardi di dollari) che hanno ucciso oltre 1,2 milioni di persone. “Il Covid-19 ha reso i governi e l’opinione pubblica consapevoli dei rischi che ci circondano. E l’emergenza climatica può essere anche peggiore”, ha detto il segretario generale dell’Unsdir Mami Mizutori.

“Senza una ripresa verde, non faremo altro che aumentare l’emergenza climatica”, ha insistito il segretario generale. Il rapporto, che non copre i rischi epidemiologici come il coronavirus, mostra che la progressione dei disastri naturali è principalmente legata all’aumento dei disastri climatici, passati da 3.656 (1980-1999) a 6.681 (2000-2019). I costi delle catastrofi naturali sono stati stimati in almeno quasi 3 miliardi di dollari dal 2000 ma l’importo reale è più alto perché un gran numero di Paesi, soprattutto africani e asiatici, non fornisce informazioni sull’impatto economico. Le inondazioni – che sono raddoppiate – e le tempeste sono state le catastrofi più frequenti negli ultimi due decenni. Per il prossimo decennio, l’Onu sostiene anche che il problema peggiore saranno rappresentato sempre più dalle crescenti ondate di calore. A livello globale, il numero di decessi è passato da 1,19 milioni nel periodo 180-1999 a 1,23 milioni nel periodo 2000-2019, mentre il numero di persone colpite da questi disastri naturali è passato da 3,25 miliardi a 4 miliardi.

Photo Credit cngeologi.it