Torino

Apre a Torino nuovo centro Paideia, nuovo spazio di 3000 mq per famiglie di bambini con disabilità

Pubblicato il 17 Giu 2018 alle 6:16am

Nasce a Torino, per volere della famiglia Giubergia, il nuovo centro Paideia, un spazio per le famiglie di bambini con disabilità. Si trova all’interno dell’ex istituto Nostra Signora di via Moncalvo, acquisito nel 2013 grazie ad una donazione alla Fondazione Paideia, attiva da 25 anni. L’inaugurazione è avvenuta il 14 giugno scorso e il progetto ha portato alla realizzazione di uno spazio di 3000 metri quadrati, per un investimento di 13 milioni di euro, che offre attività di assistenza per famiglie con bambini con disabilità, attività di riabilitazione infantile, attività sportive, corsi e laboratori aperti a tutti.

“La nostra famiglia – spiega Guido Giubergia, ad di Ersel, storica agenzia di famiglia di gestione patrimoniale – ha sempre aiutato chi ha bisogno, da mio nonno Giuseppe a mio padre Renzo, e lo faranno anche le future generazioni. Questo centro vuole essere aperto il più possibile a tutti, soprattutto ai disabili e alle loro famiglie, ma anche a chi vi cerca un momento di relax, in piscina o negli altri spazi”.

“Se tutti quelli che operano nella finanza cittadina avessero intrapreso avventure simili la città avrebbe di più. Questo centro lancia un messaggio positivo di inclusione”, dice il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.

Salvo bimbo di 6 anni colpito da ictus grazie ad uno stent

Pubblicato il 17 Mag 2018 alle 6:44am

Un bambino di 6 anni colpito da ictus è stato salvato dall’equipe medica della Città della Salute di Torino grazie all’inserimento di uno stent in una arteria cerebrale. (altro…)

Torino, Ospedale San Giovanni Bosco, a donna di 60 anni non comunicano che ha tumore alla colecisti. Ecco cosa accade

Pubblicato il 10 Mag 2018 alle 6:12am

E’ accaduto all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino un grave caso di malasanità.

Il nasocomio dove una donna di 60 anni era in cura – si sono dimenticate di dirle che aveva un cancro in stadio avanzato. Quando lo hanno fatto per la donna non c’era più nulla da fare.

«Se c’è qualche problema la contatteremo, altrimenti potrà stare tranquilla», in genere funziona così dopo aver eseguito un esame istologico.

Ebbene quello che è accaduto alla signora Angela, ha qualcosa di sconcertante. Dopo essere stata operata a causa di calcoli alla cistifellea ed essersi sottoposta ad accertamenti istologici il risultato ottenuto dal laboratorio era quello di un ‘adenocarcinoma infiltrante della colecisti’.

La paziente però non è mai venuta a conoscenza dell’esito della biopsia se non quando era ormai troppo tardi.

Ad essere coinvolti nella vicenda sono stati due medici del San Giovanni Bosco: Paolo Voghera e Renzo Leli, i quali dovranno affrontare un processo per non aver comunicato alla signora Angela del tumore maligno. Il decesso è avvenuto nell’anno 2015 ma la prima udienza è stata fissata il 29 maggio del 2019.

La donna poteva tentare qualche cura per salvarsi e godersi la vita, sapendo che poteva anche morire.

Torino, dipendente ha la leucemia, guarisce ma nel giorno del compleanno viene licenziato

Pubblicato il 10 Dic 2017 alle 11:11am

E’ accaduto a Orbassano, in una fabbrica di vernici alle porte di Torino. Un dipendente di 57 anni ha prima dovuto fare i conti con la leucemia, e poi con la perdita del posto di lavoro. (altro…)

San Giovanni Bosco di Torino: utilizzata la pompa cardiaca più piccola al mondo dalle elevate prestazioni

Pubblicato il 02 Nov 2017 alle 9:55am

Al San Giovanni Bosco di Torino hanno utilizzato per la prima volta, un nuovissimo sistema di supporto alla circolazione, poco invasivo e dalle elevate prestazioni, alternativo alla circolazione extracorporea, una pompa cardiaca più piccola al mondo. (altro…)

Al via l’11ª edizione del Festival MiTo, la Natura come tema universale attorno al quale superare paure e conflitti

Pubblicato il 04 Set 2017 alle 6:14am

E’ partita ieri da Milano, l’undicesima edizione del festival MiTo che propone la Natura come tema universale attorno al quale superare paure e conflitti. Oggi sarà la volta di Torino. (altro…)

Torino, riapre l’Ospedale Valdese, sarà l’esordio della Casa della Salute

Pubblicato il 26 Lug 2017 alle 7:51am

Lunedì 31 luglio riapre l’ospedale Valdese. Ad annunciarlo è l’Asl di Torino ma la notizia fa ben sperare sia i residenti che la Circoscrizione 8 che da tempo si batteva per far tornare un presidio ospedaliero così importante sul territorio torinese. (altro…)

Antonino Cannavacciuolo, apre a Torino un nuovo bistrot

Pubblicato il 25 Lug 2017 alle 6:53am

Antonino Cannavacciuolo ha aperto ieri a Torino il nuovo bistrot in zona Gran Madre.

A sorpresa, però, domenica, lo chef stellato ha voluto inaugurare il ristorante con una “prova tecnica di menu”.

Ore e ore trascorse ai fornelli della cucina, open, per testare con il suo staff il menu prelibato da proporre ai clienti.

L’inaugurazione è stata «una giornata di prova» come l’ha definita lo stesso Cannavacciuolo, fra una pizzetta napoletana fritta e altri invitanti bocconcini destinati all’aperitivo.

Il locale è di un’eleganza sobria e studiato nei minimi dettagli per mettere a proprio agio ogni cliente. È a due piani, con quello sotterraneo «molto più torinese, con i mattoncini a vista» spiega Cannavacciuolo. «Non appena ho visto questa location dietro la Gran Madre l’ho subito sentita il posto mio, in grado di dare grandi sensazioni positive. E per questo in due minuti ho detto sì».

Torino, il figlio muore sul Cervino lei discute la tesi al posto suo

Pubblicato il 22 Lug 2017 alle 10:08am

“Luca e io l’abbiamo costruita insieme questa tesi, discuterla al posto suo mi è sembrata la cosa più naturale, anche se, non avrei mai pensato che l’Universita’ mi avrebbe invitato ad una cerimonia così”.

Cristina Giordana, mamma di Luca, con queste parole ha discusso ieri mattina a Torino la tesi in biologia molecolare su ‘Gli effetti del succo di barbabietola sulla prestazione sportiva ad alta quota’ al posto del figlio morto lo scorso 8 luglio sul Monte Cervino dopo una gara di corsa in montagna.

Luca aveva consegnato la tesi solo pochi giorni prima.

“Questa è una storia incredibile come incredibile è stata tutta la vita di mio figlio, compresa la sua dipartita”, aggiunge la mamma che tra le prime foto proiettate insieme alle slide utilizzate per illustrare la tesi ha scelto di mostrarne una che ritrae il Cervino con le nuvole quasi negli stessi momenti in cui il figlio perdeva la vita.

“Questa tesi mette insieme tanti aspetti che sono il riassunto della passione di Luca, lui voleva ottimizzare tutto e anche un elaborato non doveva essere una perdita di tempo. Per questo nella tesi si parla di quota e sport, perché Luca aveva un sogno nel cassetto, scalare gli 8 mila metri del Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo”.

“Per me quell’impresa era impossibile da condividere anche perché avevo paura, al massimo gli avevo detto, ti possiamo finanziare, ma lui ha pensato, come in tutte le altre situazioni, di provare un concorso europeo, lo ha vinto e avrebbe avuto il completo finanziamento ma adesso il Dhaulagiri è troppo basso per lui”, ha concluso la mamma del giovane morto, in un incidente sul Cervino.

La corona d’alloro Luca non la voleva. La laurea triennale in Biologia per lui significava ben altro. Avrebbe voluto festeggiare a modo suo. Magari con un’arrampicata in solitaria sul Cervino. Come il giorno che ha perso la vita. Un giorno maledetto, a Croce Carral, a quota 3.800 metri. Luca Borgone, studente cuneese di 22 anni, è inciampato ed è precipitato per più di cento metri. Poche ore dopo è stato ritrovato il suo cadavere.

Credit Photo Corriere della Sera

Tumore del colon retto: a Torino inaugurato il primo Centro Diagnostico italiano dedicato alla Colonscopia VirtualeCAD

Pubblicato il 06 Lug 2017 alle 11:06am

E’ stato inaugurato pochi gironi fa a Torino, il primo Centro Diagnostico in Italia esclusivamente dedicato alla Colonscopia Virtuale CAD per la diagnosi dei tumori del colon-retto, anche con l’ausilio di un sofisticato CAD (Computer Aided Detection). (altro…)