ottobre 24th, 2016

Emergenza migranti, attesi per oggi oltre 4200

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 11:23am

Continua a salire l’emergenza migranti. Solo per la giornata di oggi sono in arrivo oltre 42oo persone in diversi porti italiani, dopo i salvataggi tra le coste del Nordafrica e quelle siciliane. (altro…)

La nuova collezione autunno inverno 2016/2017 di Mara Venier per Luisa Viola

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 11:08am

Mara Venier per Luisa Viola, ha presentato giorni fa presso il concept store “Miroglio Piazza Scala” in Milano la nuova collezione autunno inverno 2016 2017. (altro…)

Equitalia addio, ecco come funzionerà il nuovo ente di riscossione dell’Agenzia delle Entrate. Quali sgravi possibili

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 10:41am

Addio a Equitalia dal primo luglio 2017, via a sanzioni e interessi di mora sulle cartelle, si passerà alla “rottamazione” dei soli interessi per le multe.

Questo è quanto sancito dal decreto fiscale del governo che, dopo la firma del presidente Mattarella, oggi potrebbe approdare già in Parlamento.

Dalla prossima estate infatti, Equitalia sarà sostituita da un Ente pubblico economico (perdendo la veste di spa) chiamato “Agenzia delle Entrate-Riscossione”, sottoposto all’indirizzo e alla vigilanza del ministero dell’Economia. Il nuovo Ente sarà presieduto dal direttore dell’Agenzia delle Entrate.

«È una riforma che migliora la capacità di riscossione – spiega il ministro Padoan – e ci permette di velocizzare il nuovo approccio al rapporto tra Fisco e contribuente basato sulla collaborazione».

Dipendenti Equitalia sul piede di guerra. Manterranno il contratto privatistico, perché nel testo del governo si parla di una «selezione e verifica delle competenze» e questo ha messo in allerta i sindacati.

Il viceministro all’Economia, Enrico Zanetti, ha però precisato che «il passaggio nel nuovo Ente sarà per tutti senza soluzione di continuità e nel mantenimento delle posizioni giuridiche e contrattuali».

Per quanto riguarda le cartelle esattoriali, si prevede una “rottamazione” con il pagamento della sola quota capitale e l’esclusione di sanzioni e interessi di mora.

Il governo precisa che saranno escluse le multe per violazione del Codice della strada. Per queste ultime, infatti, trattandosi di sanzioni amministrative, l’alleggerimento si potrà applicare «limitatamente agli interessi».

La “definizione agevolata” permetterà dunque di cancellare sanzioni e interessi di mora. Riguarderà i ruoli dei soli anni 2000-2015 (sui quali sarà possibile usufruire dello “sconto” anche per l’Iva). Resterà da pagare, oltre all’importo dovuto inizialmente, anche l’aggio per il concessionario della riscossione.

Per le multe stradali, in quanto sanzioni amministrative, si potranno togliere solo gli interessi (e le maggiorazioni per il ritardato pagamento).

Entro 15 giorni Equitalia pubblicherà i moduli per aderire alla rottamazione. Il contribuente potrà aderire entro 90 giorni dalla pubblicazione del decreto e potrà scegliere di pagare in quattro rate. Ma per chi non rispetterà i pagamenti torneranno sanzioni e interessi delle vecchie cartelle.

Altra agevolazione è quella che si fermano anche ganasce fiscali e pignoramento.

Bebe Vio posta foto ‘Operazione Cenerentola’, mentre va a restituire abito cena prestato da Dior

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 7:58am

“Operazione Cenerentola. Andiamo a riconsegnare il super vestito (pezzo unico della collezione Paris FW 2016) che Maria Grazia Chiuri, la direttrice artistica di Dior, mi ha gentilmente prestato per la cena alla Casa Bianca. Grazie mi sono sentita una principessa”.

Ha scritto così la campionessa paralimpica Beatrice Vio in un post postato sul suo profilo Instagram a pochi giorni dal ritorno dagli Stati Uniti d’America, dove si è recata insieme al presidente del consiglio italiano Matteo Renzi e ad una delegazione di eccellenze italiane.

La foto postata da Bebe, immortala la campionessa paraolimpica per le vie del centro di Milano mentre si reca presso lo showroom Dior per riconsegnare l’abito da gran sera che ha indossato per la cena alla Casa Bianca e che tutti abbiamo potuto vedere nel selfie con Barack Obama.

Il vestito, pezzo unico della collezione Paris FW 2016, le era stato prestato da Maria Grazia Chiuri giusto per l’importante occasione.

Mastectomia, meno di una donna su 3 ricorre alla ricostruzione, perché non sa che è gratuita

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 6:37am

In Italia meno di una donna su tre decide di farsi ricostruire il seno dopo aver subito una mastectomia a causa di un tumore, soprattutto per paura o inconsapevolezza, o impossibilità, perché teme di non poter fronteggiare i costi molto alti.

E’ quanto è emerso da un convegno organizzato al Policlinico Gemelli di Roma in occasione del Bra Day 2016, Giornata internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria.

“L’obiettivo è informare chi affronta la malattia che la ricostruzione rientra nei servizi del Sistema sanitario nazionale”, ha sottolineato Marzia Salgarello, presidente della Beautiful After Breast Cancer Italia Onlus.

Giornata Mondiale della Psoriasi, 28 ottobre, visite gratuite. 3mln di italiani ne soffrono ma non si curano

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 5:48am

Sarebbero tre milioni gli italiani costretti a fare i conti con la psoriasi, malattia infiammatoria cronica della pelle dall’altissimo impatto estetico, e sociale, almeno nei casi più gravi.

Per almeno 750mila le terapie sono inadeguate, tardive per colpa della crisi e delle Regioni che tagliano il budget, col rischio che la malattia progredisca e diventi sempre più grave.

A lanciare l’allarme, in occasione della Giornata mondiale della psoriasi, che si celebra il 29 ottobre, l’Adipso (Associazione per la difesa degli psoriasici) mette in guardia spiegando che la situazione potrebbe addirittura sfuggirre di mano.

Parla infatti con numeri alla mano, di 12 mila persone, che sono in terapia biologica con i farmaci di nuova generazione, ma ad averne bisogno sarebbero addirittura 750 mila. Per questo, qualcosa bisogna fare al più presto.

Altro problema che emerge è che «La maggior parte dei pazienti viene discriminata – spiega il presidende dell’associazione – si sentono chiusi in una gabbia, ma la chiave per aprirla è una terapia corretta e tempestiva dal momento che tanti, affetti da forme lievi o misconosciute, restano disorientati negli ambulatori tradizionali e non ricevono la diagnosi».

Per questo motivo, in occasione della Giornata mondiale della psoriasi, ci sarà un open day in oltre 150 ospedali e in alcune piazze gazebo informativi. «Uno psoriasico grave non curato – ha concluso la Maccarone – non va al lavoro, non può prendersi cura della famiglia, è spesso costretto al ricovero e finisce non di rado nel tunnel della depressione».