Bonus casa, le novità sulle ristrutturazioni del 2017, stretta sulle detrazioni dei mobili

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Dic 2016 alle ore 6:20am

ristrutturare casa bonus fiscale
Nel 1998 sono partiti i bonus fiscali sulle ristrutturazioni, alla fine di quest’anno le famiglie hanno speso per soli lavori coperti dal vantaggio fiscale circa 205 miliardi di euro, ai quali si aggiungeranno i quasi 32 miliardi spesi dal 2007 per l’efficienza energetica.

La legge di Stabilità 2017 prevede infatti alcune importanti modifiche sui incentivi.

Nel 2016 era previsto un bonus del 65%, da dividere in dieci anni, su un tetto di 96 mila euro per le opere effettuate nelle zone a rischio sismico 1 e 2.

Dal 1° gennaio la detrazione cambia, scende al 50% ma si può dividere in cinque anni e applicare anche per gli immobili siti nelle zone classificate di rischio 3.

Inoltre se i lavori consentiranno di diminuire di una classe il rischio sismico, la detrazione salirà al 70%, e se il miglioramento sarà di due classi salirà addirittura all’80%.

Le detrazioni, infine, sono aumentate di un ulteriore 5% se i lavori riguarderanno parti comuni condominiali.

Ci sarà pero, una stretta sui mobili: nel 2017 non ci saranno più specifiche agevolazioni per i giovani; sarà possibile detrarre il 50% su un massimo di 10mila euro per acquisti di arredi o grandi elettrodomestici ma solo se le spese saranno legate a ristrutturazioni avviate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017.