La leggenda della batteria Steve Gadd torna in Italia con il “Steve Gadd Band Italia Tour”! La prima italiana l’8 aprile al Teatro Ciak di Milano

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 31 Mar 2018 alle ore 8:55am

Dopo il tour che ha registrato tutti sold out nel 2017, la leggenda della batteria Steve Gadd fa il suo ritorno in Italia con la sua band, in un imperdibile tour che prenderà il via il prossimo 8 aprile dal Teatro Ciak di MILANO, per poi proseguire il suo cammino fino al 15 aprile nelle principali città italiane: Roma, Salerno, Bari, Bologna, Bergamo e Torino.

È possibile acquistare i biglietti in prevendita per la data di Milano (realizzata in collaborazione con ZenArt Management) su TicketOne.it (prezzo: 60 € primo settore – 45 € secondo settore + prevendita).

Queste tutte le date del tour, confermate ad oggi:

8 APRILE – MILANO – TEATRO CIAK
9 APRILE – PORDENONE – TEATRO GIUSEPPE VERDI
10 APRILE – SAN LAZZARO DI SAVENA – CIRCOLO SAN LAZZARO
11 APRILE – SALERNO – MODO RISTORANTE
12 APRILE – BARI – SHOWVILLE
13 APRILE – OSTERIA NUOVA (RM) – CROSSROADS
14 APRILE – RANICA (BG) – CLUB DRUSO
15 APRILE – COLLEGNO (TO) – LA LAVANDERIA A VAPORE

Fra più influenti batteristi di tutti i tempi, con centinaia di collaborazioni sui palchi più prestigiosi del mondo con artisti di fama internazionale come Paul McCartney, Eric Clapton, Frank Sinatra, James Taylor, Paul Simon, Ray Charles, Barbara Streisand & Barry Gibb, Peter Gabriel, STEVE GADD incanterà il pubblico con l’inconfondibile stile groove che caratterizza la sua celebre batteria, il suo senso del tempo metronomico e la sua battuta ritmica secca e pulita, accompagnato sul palco da una line up da super band composta da Michael Landau alla chitarra, Jimmy Johnson al basso e da Kevin Hays al pianoforte e alle tastiere.

Il tour in Italia sarà anche l’occasione per presentare dal vivo il nuovo album “Steve Gadd Band” (BFM Jazz), uscito lo scorso 23 marzo, quarto disco della band dopo i precedenti “Gadditude” (2013), “70 Strong” (2015) e “Way Back Home (Live from Rochester, NY)” (2016), quest’ultimo nominato ai Grammy Awards per Best Contemporary Instrumental Album.