Sanremo 2019, ascolti lusinghieri sulla fascia giovanile. Stasera Cocciante, Mannoia, Mengoni e il Premio alla carriera a Pino Daniele

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 06 Feb 2019 alle ore 3:11pm

La seconda serata di Sanremo 2019 sarà questa più corta rispetto a quella passata, in termini di orario. Gli artisti che si esibiranno saranno solo 12, rispetto ai 24 in gara, che si sono esibiti tutti nella prima serata di debutto sanremese.

Nel corso della conferenza stampa di questa mattina, al Teatro Ariston di Sanremo, in cui erano presenti i conduttori del festival e i dirigenti rai, si è fatto anche il punto della situazione degli ascolti di ieri sera, calato di due punti e mezzo di share rispetto alla prima serata del 2018, sempre condotta da Claudio Baglioni ma con due co-conduttori diversi: Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino.

Risultato che non desta però alcuna preoccupazione nella direttrice di Rai1 Teresa De Santis, che è felice che il dato di ascolto sia inerente al pubblico più giovane.

Infatti dice anche che “Baglioni, musicalmente e umanamente ha messo su qualcosa di veramente straordinario”.

La direttrice di RaiUno, spiega infatti: “Musicalmente è proprio il Festival che desideravo. Le polemiche sul rapporto tra musica e varietà ci sono sempre state. Claudio Baglioni ha avuto il grande merito di scovare talenti nei vari generi, anche tra le etichette indipendenti. Mettere 24 canzoni in gara è un lavoro faticosissimo, lui, Claudio Bisio e Virginia Raffaele hanno organizzato la serata molto bene. Per quanto riguarda, il risultato è grande e ci premia sull’ascolto di fasce di pubblico, come i giovani, che altrimenti RaiUno non intercetterebbe perché il pubblico ‘tradizionale’ sta invecchiando. Abbiamo fatto un record sui giovani (15-24 anni) e mantenuto i buoni risultati sui laureati che un tempo avrebbero ‘snobbato’ il Festival, sono dati che vanno anche questi sottolineati”.
E più, dice ancora: “Il Festival di Sanremo è stato l’evento televisivo con maggiori interazioni sui social di tutta l’attuale stagione televisiva.

“Grazie alla mia giacca”, l’intervento divertito di Claudio Bisio. A questo punto, la direttrice di RaiUno scherza dicendo: “Vi assicuro che nessun divano è stato maltrattato per realizzare la sua giacca”.

Bisio- Raffale, coppia comica che ha fatto poca comicità risponde alle critiche e si riscatta in conferenza stampa.

Bisio: “Io ho salutato Bocelli, Virginia i Casamonica in quanto a gaffe non ci si può lamentare”.
“Ce la caviamo meglio quando improvvisiamo. Meno cose scritte abbiamo, meglio è per noi. So che posso fare di meglio, ho fatto errori personali e gaffe, neanche avevo mangiato e mi hanno dato delle bustine di magnesio per avere energie”.

Virginia Raffaele: “Dicono sia magnesio…” e Bisio spiega come ha avuto le bustine di magnesio. “E pensare che ho salutato Andrea Bocelli con la mano… ma da lì mi sono sciolto, peggio di così non potevo fare”.

Virginia Raffaele commenta poi la prima serata con queste parole: “Nonostante l’emozione iniziale, credo sia andata molto bene. Faccio l’attrice amo questo lavoro in tutte le forme, faccio un passo alla volta. Rispetto la sacralità del Festival”.

Bisio e le polemiche sul monologo di Baglioni sovversivo dice: “Salvini? E’ spiritosissimo, l’ho conosciuto a Porta a Porta quando uscì Benvenuti al Sud. Fu una serata piacevolissima. Il testo l’ho riscritto 20 volte, sentivo una tensione fortissima”.

Claudio Baglioni dice la sua rispondendo alle critiche dei giornalisti in sala stampa. “Il mio lavoro servirà anche a chi verrà dopo”. “Chiunque verrà dopo sono cavoli suoi”.

“È strano entrare da papa e uscire da cardinale. – Dice ancora il cantautore romano – Qui si naviga a vista. Se farò il terzo Sanremo? Chiedetelo al direttore di Rai1, ma non ora. Chiedeteglielo sabato. Non bisogna mai pensare al proprio giardinetto e bisogna impegnarsi perché il festival non perda certe connotazioni”. “Siamo complessivamente soddisfatti, soprattutto di aver fatto un passo indietro per lasciar spazio alla musica e inserire 24 concorrenti in gara. Avevamo l’obiettivo di un Festival popolar-nazionale, credo ci siamo riusciti. Questa sera avremo 12 canzoni, per dare più spazio all’intrattenimento”. Baglioni ha infatti annunciato gli ospiti della serata odierna, che saranno: Riccardo Cocciante, Fiorella Mannoia, Michelle Hunziker, Mengoni, Laura Chiatti e Michele Riondino, Pippo Baudo, Pio e Amedeo e la consegna del Premio a Pino Daniele.
Sicuramente il padrone di casa non si risparmierà nel rendere omaggio al grande amico e collega, scomparso 4 anni fa, cantando una sua canzone.

Inoltre, pensando al 2020, per celebrare la 70ma edizione del Festival della Canzone Italiana, la direttrice di Rai 1 Teresa De Santis, parla di un’edizione corale: “non escludendo”, proprio, la partecipazione di Claudio Baglioni.

Intoppi, gaffe, anche l’audio che è stato a tratti traballante. E Baglioni che svela un retroscena: “Il pianista di Patty Pravo e Briga ha avuto un bisogno impellente di fare pipì”.

Poi l’annuncio della scaletta di questa sera.

In ordine alfabetico si esibiranno Achille Lauro, Arisa, Loredana Berté, Shade con Federica Carta, Ex Otago, Einar, Ghemon, Il Volo, Nek, Negrita, Daniele Silvestri e Paola Turci.