Un’epidemia di morbillo ha causato la morte di ben 700 bambini e contagiato migliaia di adulti in tutto lo Zimbabwe. Al 6 settembre, il Ministero della salute e dell’infanzia del Paese aveva segnalato più di 6.500 casi e 704 decessi.

La campagna di immunizzazione, secondo quanto riportato dal New York Times, è diminuita in modo significativo in Zimbabwe durante la pandemia da Covid-19.

Ricordiamo che l’epidemia da morbillo ha molteplici cause. I genitori sono rimasti lontani dai centri sanitari, mentre la chiusura delle scuole e i lunghi lockdown hanno fatto naufragare le campagne di sensibilizzazione.

A luglio scorso, l’ONU e l’Unicef avevano annunciato alla comunità scientifica internazionale, che milioni di bambini, soprattutto nei Paesi più poveri, avevano saltato alcune o tutte le vaccinazioni infantili a causa dell’emergenza pandemica causata dal Covid-19, dei conflitti armati e di altri ostacoli vari.

Le agenzie delle Nazioni Unite hanno definito la situazione odierna il più grande arretramento nell’immunizzazione di routine degli ultimi 30 anni e hanno spiegato che, combinato con i tassi di malnutrizione in rapido aumento, la vita di milioni di bambini è in serio pericolo di vita.

foto crediti africaexpress.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.