Il ministro Gilberto Pichetto al question time alla Camera di ieri ha detto: “Le istruttorie condotte dalle Autorità di bacino distrettuali e dagli Uffici ministeriali, sulla scorta delle proposte formulate dalle Regioni e Province autonome, porteranno, a breve, al finanziamento di 139 interventi” contro il dissesto idrogeologico, “con oltre 350 milioni di euro a carico del bilancio del ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica”.

“Il 49% del territorio dell’isola” di Ischia “è classificato a pericolosità elevata e molto elevata per frane nei Piani di Assetto Idrogeologico e sono oltre 13.000 gli abitanti residenti nelle aree a maggiore pericolosità per frane.

Purtroppo, è amaro ricordare che per la “messa in sicurezza della zona costiera” e per “la riduzione dell’erosione e la stabilizzazione dei versanti nel comune di Casamicciola” sono stati stanziati 12 anni fa dal Ministero dell’Ambiente complessivamente 3 milioni e 100 mila euro, ma gli interventi risultano ancora in fase di progettazione”.

“Nel disegno di legge di bilancio è stata inserito un articolo che ha previsto la costituzione di apposito fondo per il contrasto al consumo di suolo, al fine di consentire la programmazione ed il finanziamento di interventi per la rinaturalizzazione di suoli degradati o in via di degrado in ambito urbano e periurbano, con una dotazione complessiva di 160 milioni di euro”, ha detto ancora il ministro Pichetto, al question time alla Camera.

fotocrediti greenme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.