concerti

La crisi del settore musicale a causa del Covid – 19: la richiesta di un intervento mirato per salvare l’intera filiera

Pubblicato il 21 Apr 2020 alle 6:48am

Le principali associazioni che rappresentano l’intera filiera imprenditoriale della musica, dal live alle case discografiche, e gli editori musicali, hanno inviato ieri al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e ai Ministri dei beni Culturali e dell’Economia, Franceschini e Gualtieri, una serie di interventi in cui evidenziano lo stato di crisi del settore a causa del coronavirus e la necessità di misure urgenti da mettere subito in atto, per un comparto che, secondo i dati per Italia Creativa da EY, vale quasi cinque miliardi di euro, occupando oltre 169 mila persone.

Le associazioni firmatarie sono: AFI, Anem, Assomusica, FEM, FIMI e PMI.

Con il decreto del 4 marzo 2020 il Governo ha sospeso le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura. In seguito sono state chiuse anche le attività commerciali, esercizi attivi nell’esercizio della vendita di musica registrata.

L’impatto di tali interventi è subito emerso nella sua complessità, e veridicità. Secondo Assomusica, a fine stagione estiva, le perdite saranno di circa 350 milioni di euro, solo per il settore del live.

A queste si andranno ad aggiungere anche quelle legate all’indotto musicale, che ammontano a circa 600 milioni di euro, solo per gli eventi di musica popolare contemporanea, a cui lavorano circa 60 mila persone: famiglie e imprese che necessitano di uno sforzo e un supporto finanziario straordinario e duraturo da parte delle Istituzioni governative italiane.

A questa situazione, si aggiunge poi, anche l’aspetto relativo ai diritti d’autore non corrisposti da chiusura degli esercizi commerciali, discoteche, palestre ed altri luoghi di aggregazione. Il potenziale danno, per gli autori e gli editori musicali, è stimato da Siae in termini di mancati incassi per un totale euro 200 milioni, cifra destinata a crescere ulteriormente in base alla durata dell’emergenza sanitaria e in base alle tempistiche di graduale riapertura delle diverse attività legate al settore musicale. Le vendite di dischi e CD sono crollate ad esempio, di oltre il 70% tra i mesi di marzo e di aprile (dati FIMI) e anche il digitale ha subito delle perdite, a causa della contrazione di novità in uscita, ricavi in meno per 100 milioni di euro.

Infine, il fermo delle attività musicali, ha portato già perdite di posti di lavoro, e a musicisti, tecnici, ecc che in questi mesi non percepiranno alcun compenso.

Gli interventi urgenti richiesti allo Stato, sono i seguenti:

1) Aumento del fondo emergenze (Art. 89 – DL Cura Italia) a 200 milioni ed elaborazione di criteri oggettivi per la ripartizione del Fondo Em ergenze di cui all’art. 89 per i settori culturali colpiti dalla pandemia 2) Un contributo a fondo perduto per i mesi perduti a causa del lockdown alle imprese musicali 3) Sospensione di tasse e contributii per le industrie del settore musica per l’esercizio 2020, posticipando le contribuzioni con un meccanismo di rateizzazione pluriennale 4) Estensione della durata dei voucher da 12 a minimo 18 mesi per i concerti annullati (art. 88 DL Cura Italia) 5) Creazione di un bonus cult ura per le fam iglie (estendendo l’attuale bonus per i diciottenni). L’estensione del tax credit per le produzioni musicali, oggi previsto solo per l’opera prima, seconda e terza a tutte le produzioni, così come avviene nel cinema 6) IVA al 4% per la musica e lo spettacolo, così come avviene per i libri 7) L’annunciato “reddito di emergenza” deve coinvolgere anche figure anomale, contratti a chiamata e precari vari, del settore dello spettacolo ad oggi non ricompresi nell’articolo 38 relativo all’indennità ai lavoratori dello spettacolo, articolo che ha introdotto troppe variabili che esclude moltissimi lavoratori 8) Revisione delle pendenze erariali per gli organizzatori di spettacoli dal vivo per appianare tutte le asimmetrie nell’applicazione dell’IVA sugli spettacoli dal vivo 9) Apertura di un tavolo tecnico di confronto con il Comitato tecnico-scientifico e la Task Force presieduta dal Dott. Colao con la presenza di una rappresentanza delle Associazioni in grado di fornire indicazioni sugli strumenti di controllo e prevenzione da adottare in futuro alla ripresa delle attività live. 10) Certezza sui tempi per la ripresa delle attività ai fini di una efficace programmazione dei lavori.

Radio Italia Live – Il concerto, slitta a data da destinarsi a causa del Coronavirus

Pubblicato il 21 Apr 2020 alle 6:20am

RADIO ITALIA LIVE – IL CONCERTO, come la gran parte di tutti gli eventi live, non potrà tenersi, come previsto, il 7 giugno prossimo.

La decisione, condivisa con il Comune di Milano, è legata all’emergenza sanitaria di Coronavirus e ai necessari provvedimenti disposti per il massimo contenimento della sua diffusione.

L’intento del sindaco di Milano, Giuseppe Sala condiviso anche da Mario Volanti, fondatore e presidente di Radio Italia, è quello di riprogrammare il tradizionale appuntamento non appena ci saranno le condizioni per ritornare tutti insieme in piazza a festeggiare con la grande musica italiana.

Francesca Michielin, da oggi su Vevo, il videoclip di “Monolocale Feat. Fabri Fibra” – Un viaggio ideale a New York City

Pubblicato il 07 Apr 2020 alle 3:25pm

È disponibile da oggi su VEVO il videoclip di MONOLOCALE feat. Fabri Fibra, il nuovo singolo di Francesca Michielin estratto dall’album FEAT (STATO DI NATURA), uscito il 13 marzo per Sony Music. È ad una gallery di iconiche immagini di New York City che Francesca Michielin ha affidato la rappresentazione visiva della sua idea di vivere sintetico descritta nella collaborazione con Fabri Fibra.

Pensato dalla stessa Francesca Michielin con il fidato regista Giacomo Triglia, il video ha un particolare fascino old school. Ritorna il fil rouge dell’album: l’incontro-scontro tra diversi mondi, a partire da quello tra la natura e la città, che viene rappresentato in tutte le sue sfaccettature è presente anche nel videoclip attraverso la contrapposizione tra immagini in time lapse e frame che scorrono più lenti. Le immagini della città, emblema della frenesia e della vita fugace, vengono accostate alle immagini di parchi, skate park e campi da basket, luoghi dove anche le città si fermano e dove le relazioni possono rinascere.

Proseguono intanto le vendite per il grande evento live del 20 settembre 2020 al Carroponte di Milano. Biglietti disponibili sul sito di TicketOne (www.ticketone.it).

Luciano Ligabue celebra 30 anni di grandissima carriera musicale con un tour europeo

Pubblicato il 12 Mar 2020 alle 7:43am

Il 2020 è un anno molto importante per LUCIANO LIGABUE che celebra 30 anni di grandissima carriera musicale! (altro…)

Raf e Tozzi, posticipate le prime date del tour per emergenza coronavirus

Pubblicato il 10 Mar 2020 alle 6:15am

Alla luce dei recenti avvenimenti e delle vigenti disposizioni ministeriali, per il Coronavirus, vengono rinviate le prime date del tour di RAF e UMBERTO TOZZI. (altro…)

IL VOLO in concerto nel Nord America poi tour anche in Italia

Pubblicato il 31 Gen 2020 alle 5:59am

Dopo il successo ottenuto con i concerti tenuti in Giappone, Europa e Sud America nel 2019, IL VOLO, il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali, è tornato in Nord America! (altro…)

Marco Masini, il 7 febbraio prossimo esce il nuovo album “Masini +1, 30th Anniversary”, con il brano in gara al 70° Festival di Sanremo “Il confronto”. Da aprile in tour nei principali teatri italiani

Pubblicato il 15 Gen 2020 alle 6:31am

Era il 1990 quando nei negozi di dischi usciva “Marco Masini”, l’omonimo primo album dell’artista toscano che nel corso degli anni ha pubblicato undici album in studio rimasti nel cuore degli italiani. Indimenticabili anche singoli come “T’innamorerai”, “Bella Stronza”, “Ci vorrebbe il mare”, “L’uomo volante”, “Raccontami di te” o, ancora, “Spostato di un secondo”, brano con cui ha partecipato al Festival di Sanremo nel 2017. (altro…)

Marco Mengoni: si è concluso l’altro ieri con il sold-out a Londra l'”Atlantico Tour” con oltre 300 mila spettatori in Italia ed Europa

Pubblicato il 20 Dic 2019 alle 7:43am

E’ stato lo storico Shepherd’s Bush Empire di Londra ad ospitare l’ultimo concerto, mercoledì sera ancora una volta sold out, dell’ATLANTICO TOUR di Marco Mengoni. Una serie lunghissima di live con oltre 50 date sold out e più di 300 mila biglietti venduti per un viaggio straordinario, partito ormai quasi un anno fa, proprio in Europa e che ha poi conquistato anche l’Italia, con una serie di tutto esaurito e nuove date aggiunte fino ad arrivare, tra le altre, a ben 7 Forum di Milano, 4 Palasport di Roma, 3 Arena di Verona e 3 date a Firenze tutte sold out.

Dopo la parentesi estiva di FUORI ATLANTICO TOUR, 6 date a impatto zero con cui Marco ha voluto portare il suo pubblico alla scoperta della bellezza del patrimonio artistico e naturale del nostro Paese, ATLANTICO TOUR è ritornato nei palazzetti italiani per chiudere ancora in Europa. dove tutto è cominciato, con l’ultima data in una delle venue più conosciute per la musica live a Londra: Shepherd’s Bush Empire. A sorpresa, è apparso sul palco anche Tom Walker, pluripremiato esponente del cantautorato pop, che con Marco ha duettato sulle note di Hola (I say), brano incluso in Atlantico, l’album multiplatino di Mengoni la cui uscita ha dato il via a questo nuovo progetto musicale.

Un tour che ha riscosso grande successo anche negli appuntamenti all’estero e che ha visto rapidamente andare sold out le date oltre confine con, tra le altre, ben 4 date in Germania, 2 in Spagna, 2 in Svizzera oltre a Francia, Olanda e Belgio a conferma del percorso straordinario che, in pochi anni, ha portato il cantautore ad essere protagonista della scena musicale italiana e molto apprezzato anche in Europa.

Quest’ultima data a Londra arriva a conclusione di un progetto unico, con il quale Mengoni celebra 10 anni di carriera e oltre 50 dischi di platino, e dopo la recente uscita di ATLANTICO ON TOUR, un doppio album che include la versione originale di ATLANTICO, 19 tracce live registrate durante il tour e tre inediti. Un album che porta con sé, ancora una volta, un forte messaggio di attenzione per l’ambiente. Marco, già ambasciatore per l’Italia della campagna internazionale Planet or plastic? di National Geographic, ha infatti nscelto di usare un particolare packaging sostenibile in cartone naturale biodegradabile in soli due mesi e, al posto della plastica, la fibra di mais.

A testimoniare la versatilità dell’artista, il debutto di quest’anno con la serie “Il Riff di Marco Mengoni”, podcast a cadenza quindicinale con personaggi appartenenti ai mondi più svariati. In cui il focus della serie è un elemento ricorrente nelle vite di ciascuno che, esattamente come il riff in una canzone, diventa il nostro tratto distintivo nella vita. Prossimo appuntamento lunedì 23 dicembre: sulle principali piattaforme di streaming e podcast arriva il quinto episodio con ospite Alessandro Cattelan.

Fiorella Mannoia, ritorna live a dicembre nei teatri italiani il “Personale Tour”. Il gran finale a Roma il 28 dicembre all’Auditorium Parco della Musica

Pubblicato il 01 Dic 2019 alle 11:43am

Fiorella Mannoia torna live dal prossimo 3 dicembre con il “PERSONALE TOUR”, dopo una pausa dal tour che ha ha riscosso negli ultimi mesi grande successo, con più di 60 concerti nei teatri e nelle arene outdoor della penisola, per riabbracciare il suo pubblico dal vivo e coinvolgerlo con uno spettacolo intenso e ricco di emozioni. Il “PERSONALE TOUR” farà tappa martedì 3 dicembre al Teatro Augusteo di Napoli e vedrà Fiorella protagonista sul palco per presentare al suo pubblico il suo ultimo disco di inediti, “PERSONALE”, e i suoi più grandi successi. Il tour si chiuderà il 28 dicembre, nella Capitale, con il concerto il concerto di chiusura all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Ad accompagnare Fiorella sul palco durante il tour i musicisti Diego Corradin (batteria), Claudio Storniolo (pianoforte e tastiere), Luca Visigalli (basso), Carlo Di Francesco (percussioni e alla direzione musicale), Max Rosati (chitarre) e Alessandro “Doc” De Crescenzo (chitarre).

Queste le date del “PERSONALE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners:

3 dicembre al Teatro Augusteo di Napoli

5 dicembre al Teatro Impero di Marsala (TP)

6 dicembre al Teatro Metropolitan di Catania

7 dicembre al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto (ME)

11 dicembre al Teatro Galleria di Legnano (MI)

12 dicembre al Grana Padano Theatre di Mantova

14 dicembre al Teatro Moderno di Grosseto

15 dicembre al Teatro Verdi di Montecatini (PT)

17 dicembre al Teatro Colosseo di Torino

18 dicembre al Volkshaus di Zurigo

20 dicembre al Teatro delle Muse di Ancona

21 dicembre al Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia

28 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma (Sala Santa Cecilia)

Gli ultimi biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita autorizzati (per info www.friendsandpartners.it).

Attualmente è in radio il singolo “IMPARARE AD ESSERE UNA DONNA”, scritto da Fiorella insieme a Federica Abbate e Cheope. Un brano in cui trovano spazio le riflessioni di una donna che non smette mai di imparare il mestiere della vita, affrontandola “sul campo e mai dagli spalti, senza risparmi”. Il video del brano, visibile al seguente link http://www.youtube.com/watch?v=1w6WeHgtyfM, raccoglie alcune delle immagini live girate durante la prima parte del “PERSONALE TOUR”, spettacolo che Fiorella sta attualmente portando in giro in tutta Italia e con cui ogni sera riabbraccia ed emoziona il suo pubblico.

Gianna Nannini, oggi a Sanremo per ritirare il Premio Tenco 2019. Esibizione in un set a sorpresa Il 15 novembre esce il suo nuovo disco “La Differenza”

Pubblicato il 19 Ott 2019 alle 6:33am

Sabato 19 ottobre, GIANNA NANNINI ritirerà al Teatro Ariston di Sanremo il PREMIO TENCO 2019, il riconoscimento assegnato dal 1974 agli artisti che hanno apportato un contributo importante alla canzone nel mondo. (altro…)