Enzo Avitabile

Enzo Avitabile, Lorenzo Jovanotti, Ackeejuice Rockers e Manu Dibango: esce oggi 26 giugno per Universal Music “Simm’tutt’uno”

Pubblicato il 26 Giu 2020 alle 6:04am

Esce oggi, 26 giugno per Universal Music “Simm’ tutt’uno”, nuova musica per Enzo Avitabile e I Bottari di Portico, Lorenzo Jovanotti, Ackeejuice Rockers e Manu Dibango.

Il Jova Beach ha generato una comunità di artisti di ogni generazione proveniente da ogni luogo e da ogni suono del mondo. Gli artisti sono rimasti tutti in contatto perché le serate del Jova Beach hanno creato un legame forte, indissolubile.

“Simm’ tutt’uno” nasce da quel legame profondo, da quella fratellanza musicale della serata a Castel Volturno, quando Avitabile e i Bottari di Portico hanno accompagnato Lorenzo sul palco in pieno sole e poi ancora durante la serata per una versione infuocatissima di Yes i know che poi è diventata Soul express e poi O’ Vient quando a loro si sono uniti anche Clementino e Rocco Hunt.

“Premetto che Enzo è un artista che ho sempre seguito e amato moltissimo – dichiara Lorenzo Jovanotti – dai tempi di Soul express non l’ho mai perso di vista, ma non ci eravamo mai incontrati di persona. E’ un viaggiatore della musica, un grande cerimoniere del battito universale. Quando ha accettato l’invito a suonare insieme al Jova Beach sono stato felice e quella di Castel Volturno è stata una serata memorabile. Quando ci siamo salutati ci siamo dati appuntamento A chissà quando ma speriamo a presto. E infatti eccoci qua!”

Quando ho girato il video con Afrika Bambaataa ho incrociato Lorenzo nella trasmissione “1,2,3 Jovanotti” – sottolinea Enzo Avitabile. Da allora sono passati parecchi anni e di cose ne sono successe. Ho un ricordo nitido di quel momento, Lorenzo è sempre stato un Artista, un ricercatore di nuovi linguaggi e forme espressive. Non si è mai rinchiuso in un genere, ha sempre creato un suo genere con uno stile personale e accogliente. Esattamente come in questo brano.

Liberamente ispirato a “Salvamm’o Munno” – titletrack dell’omonimo album di Avitabile del 2004 – il nuovo brano nasce da quell’incontro in spiaggia dove i due artisti hanno regalato un set indimenticabile scolpito nei cuori di chi c’era. Nasce da quella jam la collaborazione artistica, da oggi disponibile dappertutto, con gli Ackeejuice Rockers (anche loro ospiti fissi del Jova Beach) chiamati da Lorenzo per lavorare al pezzo come fosse destinato ai club, e con la traccia del sax del gigantesco Manu Dibango. Il leggendario musicista camerunense recentemente scomparso, infatti, grande protagonista del brano Musica di Lorenzo 2015 cc, aveva collaborato con Enzo per la versione di “Salvamm’o Munno” del 2004 e il ritrovamento di quella traccia ha ulteriormente impreziosito la jam.

Enzo: Questo brano è un inno alla vita, un mosaico di umanità, un condominio di anime che danzano a ritmo dell’Universo. Con un’aspirazione che è più di una speranza: salvare il Mondo!

“Simm’ tutt’uno” è un pezzo nuovo, tutta energia, tutto groove e voglia di saltare e celebrare, nel quale si fondono le nature degli artisti mentre sul pavimento sonoro batte il ritmo ancestrale dei Bottari di Portico.

“Simm’ tutt’uno” era già pronto ad uscire all’inizio dell’anno ed Enzo pensava di inserirlo in un suo album futuro. Ma riascoltandolo nei giorni del lockdown è apparso evidente quanto fosse potente e quanto potesse rafforzare lo spirito di una comune appartenenza alla musica ed evocare lo spirito di una vera ripartenza.

Lorenzo: “Ripartire” è una di quelle parole che vogliono dire cose diverse ma che oggi sono la stessa cosa. Ripartire nel senso di ricominciare e Ripartire nel senso di dividere una cosa per distribuirne le parti.

Ripartire è fare le parti per unire, perché ce ne sia abbastanza per tutti. La musica non si è mai fermata, durante la quarantena era nelle case, nella rete, alle finestre, nelle cuffie, nei cuori. Mancava la danza però, la ritualità dello stare insieme nello stesso battito, e questo pezzo va in quella direzione! “Simm’ tutt’uno!”

“Simm’ tutt’uno” esce in tre versioni differenti: oltre alla traccia originale saranno disponibili due nuove versioni, una firmata da Ackeejuice Rockers e un Extrafunk version di Leonardo “Fresco” Beccafichi.

Ackeejuice Rockers: “Il 13 Maggio ci ha scritto Lorenzo, chiedendoci di ascoltare un pezzo che aveva fatto con Enzo Avitabile e proponendoci di lavorare ad un remix, in allegato c’era l’mp3 della session.

Scaricato il file abbiamo schiacciato play e wow, siamo stati catapultati indietro nel tempo, al 13 luglio dell’anno scorso, Jova Beach Party a Castel Volturno. In quell’occasione, oltre ad aver goduto del calore campano abbiamo avuto il piacere di conoscere Enzo ed assistere al suo live con i Bottari e Jova.

E’ stato proprio durante quella jam che abbiamo sentito per la prima volta “Salvamm’o Munno” nella versione che sarebbe poi diventata “SIMM TUTT’UNO”.

Presi stra-bene abbiamo accettato la proposta e il nostro remix è piaciuto così tanto sia a Lorenzo che a Enzo, che hanno deciso di tenerlo come original track”

L’Artwork è stato realizzato da Marco Blackcap e Francesco Dibenedetto per WOW Agency. Il brano è mixato da Pino “Pinaxa” Pischetola. La produzione artistica è di Andrea Aragosa per Black Tarantella, la produzione esecutiva è di Marco Sorrentino.

Photo Credit Ufficio Stampa

Enzo Avitabile vincitore de il Globo d’Oro per le musiche del film “Indivisibili”

Pubblicato il 15 Giu 2017 alle 11:49am

Altro importante riconoscimento per il maestro Enzo Avitabile. Il compositore di Marianella si aggiudica il Globo d’Oro per le musiche del film di Edoardo De Angelis, “Indivisibili”. Così, dopo il trionfo ai David di Donatello (come miglior musicista e miglior brano originale), al Premio Ennio Morricone e al Ciack d’oro per la colonna sonora di “Indivisibili”, la vittoria del Premio Ubu per le musiche dell’opera teatrale di Pippo Delbono, “Vangelo”, Enzo Avitabile riceve nel 2017 anche quest’altro prestigioso riconoscimento. (altro…)

Enzo Avitabile, domani all’Auditorium Parco Della Musica, dopo il concerto il firmacopie dell’album Lotto Infinito

Pubblicato il 19 Nov 2016 alle 10:18am

Domenica 20 novembre ENZO AVITABILE si esibirà all’Auditorium Parco della Musica di Roma accompagnato dai Bottari di Portico e con special guest il camerunese Manu Dibango al sassofono (Sala Sinopoli – ore 21.00). (altro…)

Enzo Avitabile, esce il 7 ottobre il nuovo album di inediti “Lotto infinito”

Pubblicato il 27 Set 2016 alle 8:36am

A quattro anni di distanza dall’ultimo disco “Black Tarantella”, il 7 ottobre esce il nuovo album di inediti “Lotto infinito” di inediti di ENZO AVITABILE, il primo per Sony Music Italy nella lunga carriera del compositore, cantante e polistrumentista partenopeo. (altro…)

XXI Ed. “Vo’ on the Folks”, Brendola 20 febbraio, Patrizia Laquidara con le Canterine del Feo incontra le voci bulgare Bisserov Sisters

Pubblicato il 17 Feb 2016 alle 6:02am

Arriva il secondo appuntamento con la XXI edizione del “Vo’ on the Folks”, storica rassegna veneta che indaga il rapporto tra le musiche popolari del mondo. Dopo il sold out della serata inaugurale con l’entusiasmante concerto acustico del compositore partenopeo Enzo Avitabile, sabato 20 febbraio è la volta di Patrizia Laquidara in scena con le Canterine del Feo, in un incontro tra voci tutto al femminile con l’ensemble vocale bulgaro Bisserov Sisters.

Alla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola, in provincia di Vicenza, va in scena un doppio concerto con al centro la voce, il canto, il racconto. Un viaggio attraverso antiche tradizioni apparentemente lontane che, partendo dalla catena montuosa del Pirin – ai confini tra Bulgaria e Macedonia – conduce al Feo, una piccola contrada di Monte di Malo.

Patrizia Laquidara – accompagnata da Enrico Terragnoli (basso) e Daniele Santimone (chitarra 7 corde e cavaquinho) – rende omaggio alla sua terra d’adozione con un progetto musicale in dialetto vicentino. Un lavoro appassionato, ricco di sonorità e di ricerca, in linea con le tradizioni folk indagate in precedenza e animato da figure tipiche dell’immaginario popolare veneto. A impreziosire il tutto, la presenza del coro delle Canterine del Feo, cinque “ragazzine” tra i settanta e gli ottant’anni che affiancono la cantautrice di origine siciliana, vincitrice nel 2011 della Targa Tenco per il miglior album in dialetto con “Il canto dell’Anguana” (prodotto da Giancarlo Trenti per Slang Music). Un progetto molto particolare – pubblicato a quattro anni da “Funambola”, disco prodotto dal grande Arto Lindsay – che narra di una misteriosa creatura con le sembianze di donna/serpente che, secondo le leggende dell’alto-vicentino, appare nei pressi di caverne, corsi d’acqua, pozzi e sorgenti e, grazie alla loro influsso, acquista poteri magici.

Cantante, autrice, compositrice, attrice di teatro e cinema, Patrizia Laquidara spazia con estrema disinvoltura dalla canzone d’autore alla musica popolare, fino alla sperimentazione vocale.

Ad aprire la serata, alle ore 21, saranno le Bisserov Sister. Seguendo un’antica tradizione orale, Mitra Lazarova Stoimenova, Vera Stefanova Ignatova, Lyubimka Lazarova e Rositsa Stefanova propongono un stile molto personale che include le tipiche caratteristiche musicali del dialetto della regione dei Pirin: la combinazione di suoni peculiari di una diafonia primitiva e molto ritmica, tramandata di generazione in generazione.

Oganizzato dalla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola e Frame Evolution, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura e la Cassa Rurale e Artigiana di Brendola, il “Vo’ on the Folks” proseguirà il 5 marzo con Riccardo Tesi & Banditaliana, anticipato dall’esibizione di Roberto Tombesi dei Calicanto, mentre il 19 marzo per la chiusura dell’edizione 2016, spazio ad uno dei massimi virtuosi al mondo di uilleann pipes, l’irlandese John McSherry.

Info e prenotazioni:

Sala della Comunità – via Carbonara,28 – Brendola (VI) – tel. e fax 0444 401132

www.saladellacomunita.com – info@saladellacomunita.com

Prenotazioni con pagamento on-line o presso filiali Cassa Rurale di Brendola: Biglietto intero 14€ Prenotazioni senza pagamento on-line e pagamento in Sala: Biglietto intero 15€

È possibile prenotare i biglietti per i concerti direttamente sul sito internet della rassegna, con il ritiro almeno mezzora prima dell’inizio dello spettacolo.

“Vo’ on the Folks”, XXI edizione, inaugura il maestro del groove Enzo Avitabile

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 7:50am

Il maestro del groove Enzo Avitabile, il piper irlandese John McSherry, l’incontro tra le voci di Patrizia Laquidara con le Canterine del Feo e le bulgare Bisserov Sisters, il virtuoso della sei corde blues Nik Valente, le sonorità popolari di Riccardo Tesi & Banditaliana e gli organetti dell’etnomusicologo Roberto Tombesi, saranno i prossimi protagonisti di “Vo’ on the Folks”, storica rassegna veneta, giunta alla sua 21esima edizione, che indaga sul rapporto che corre tra le diverse musiche popolari nel mondo.

In programma alla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola (Vicenza) dal 6 febbraio al 19 marzo 2016, il “Vo’ on the Folks” diretto da Paolo Sgevano, sarà inaugurato sabato 6 alle ore 21, da Enzo Avitabile con il progetto “Acoustic World”.

Il compositore e polistrumentista partenopeo ripercorrerà in chiave acustica gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti dai suoi progetti dal 2003 ad oggi: “Salvamm ‘O Munno”, “Sacro Sud”, “Festa Farina e Forca”, “Napoletana” e “Black Tarantella”. Avitabile (voce, tamburo, arpina, fiati), accompagnato da Gianluigi Di Fenza alla chitarra e Carlo Avitabile alle percussioni, proporrà un concerto intimo, con al centro il suo personalissimo linguaggio musicale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della world music e probabilmente l’artista italiano più rappresentativo di questo genere musicale.

In apertura, il chitarrista e cantante vicentino Nick Valente (Premio della Critica al concorso VicenzaNetMusic) presenterà in trio con Francesco Martini alle tastiere e Alessandro Valente alla batteria il suo recente ep, “Qualcosa di diverso”.

Sabato 20 febbraio, il secondo appuntamento sarà con Patrizia Laquidara in scena con le Canterine del Feo in un incontro tra voci tutto al femminile – da qui all’Est – con l’ensemble vocale bulgaro, Bisserov Sisters.

Un viaggio attraverso antiche tradizioni apparentemente lontane che, partendo dalla catena montuosa del Pirin conduce al Feo, una piccola contrada di Monte di Malo, dove si nasconde l’Anguana.

Il 5 marzo, sarà la volta delle musiche popolari italiane con un doppio appuntamento live. Prima, Roberto Tombesi (leader dei Calicanto) ripercorrerà, tra ricerche etnomusicologiche e nuove proposte musicali, 25 anni di attività artistica che ha avuto nell’organetto un costante punto di riferimento espressivo. Poi, Riccardo Tesi & Banditaliana – tra i gruppi italiani più acclamati della scena world internazionale – proporrà un coinvolgente set tra folk, jazz, riti della tradizione toscana, echi mediterranei e canzone d’autore.

Accanto a Tesi – compositore e organettista già al fianco di Fabrizio De André e Ivano Fossati, Claudio Carboni si esibirà ai sassofoni e Gigi Biolcati alle percussioni.

In chiusura, sabato 19 marzo, John McSherry, uno dei massimi virtuosi al mondo di uilleann pipes, andrà in scena con la tradizionale cornamusa irlandese, nata tra il ‘500 e il ‘600.

Il musicista originario di Belfast, fondatore dei Tamalin, Lúnasa e At First Light, ha all’attivo collaborazioni e registrazioni con Sinéad O’Connor, Clannad, The Corrs, Dónal Lunny e Nancy Griffiths.

Organizzato dalla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola e Frame Evolution, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura e la Cassa Rurale e Artigiana di Brendola, il “Vo’ on the Folks” si conferma come spazio privilegiato per la riscoperta e la tutela di preziose tradizioni da conservare e tramandare. Come testimoniano gli ospiti che si sono alternati in tutti questi anni: Kocani Orkestar, Hevia, Joana Amendoeira, Tannahill Weavers, Fiamma Fumana, Antonella Ruggiero con Maurizio Camardi, Djamel Laroussi, Phamie Gow, Vincenzo Zitello, Mairtin O’Connor, Dervishi Rotanti, Motion Trio, Pierre Bensusan, Söndörgő, Jim Hurst solo per citarne alcuni.

Info e prenotazioni: Sala della Comunità – via Carbonara,28 – Brendola (VI) – tel. e fax 0444 401132 www.saladellacomunita.com – info@saladellacomunita.com Prenotazioni con pagamento on-line o presso filiali Cassa Rurale di Brendola: Biglietto intero 14€ Prenotazioni senza pagamento on-line e pagamento in Sala: Biglietto intero 15€ È possibile prenotare i biglietti per i concerti direttamente sul sito internet della rassegna, con il ritiro almeno mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Capodanno a Napoli con Max Gazzè, Enzo Avitabile, Lina Sastri e tanti altri ospiti in ricordo di Pino Daniele e Luca De Filippo

Pubblicato il 29 Dic 2015 alle 10:03am

Parola, suono, gesto e danza. Sono questi i quattro elementi guida, al centro del Capodanno 2015, della città di Napoli.

Enzo Avitabile ha messo su «Un grande spettacolo», insieme al comune di Napoli che avrà come fulcro piazza Plebiscito.

Un ricordo speciale a due grandi figli di Napoli, due grandi artisti che quest’anno ci hanno lasciato, Pino Daniele e Luca de Filippo.

«Questo concerto potrebbe chiamarsi “I Suoni Comunicanti”, perché partendo da una musica iniziale si propagherà, proprio come i vasi comunicanti, verso altre sonorità ricevendo influenze ed energie». Spiega Enzo Avitabile. Ad aprire la serata (dalle 21.30 in poi) sarà però Max Gazzè che passerà poi il microfono e il palco ad Enzo Avitabile per «una commistione di generi e generazioni».

A fare da intro i ritmi ancestrali di «Ruglio» dei Bottari, poi sul palco si avvicenderanno Lina Sastri, Tony Esposito, Rino Zurzolo, Nello Daniele, Daby Tourè e Clementino, in un crescendo armonico con cui si aspetterà l’arrivo del nuovo anno.

Ogni artista avrà un suo preciso ruolo. Alla Sastri il compito di omaggiare Luca De Filippo, recentemente scomparso, con un’apertura a «pastellessa» ovvero una musica di origine contadina prodotta dalla percussione di botti, tini e falci che insieme alla sua voce antica porterà qualcosa di magico in piazza. Oltre a De Filippo, si ricorderà Pino Daniele.

«Non un omaggio, perché quello lo faccio ogni volta che mi esibisco e sublimeremo il 19 marzo con il memorial a lui dedicato, ma un modo per ribadire quel legame di suono e di sangue che abbiamo tutti noi con lui».

Tre i brani del «nero a metà» che saranno riproposti in piazza: «Terra mia», «Napul’è» e «Yes I know my way». «Da quando non c’è più, .- dice ancora il fratello commosso – lo ricordo ogni istante della mia vita. Ritornare nella piazza dove l’abbiamo salutato per l’ultima volta mi rende conscio che sarà un’emozione molto forte».

Ma l’arrivo del nuovo anno non si festeggerà solo in piazza del Plebiscito, saranno quattro i punti di ritrovo per questa grande festa: Piazza Vittoria con la musica dal vivo, Rotonda Diaz con l’Ibiza dancefloor, Borgo Marinari con il revival anni ’70-’80,

La Linea 1 della metro e le funicolari faranno un orario continuato fino alle 13 del 1 gennaio.

Poi all’una e 30 si terranno i consueti fuochi d’artificio con un appello da parte del sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Leuciana Festival, dal 30 agosto al 5 settembre, con con Bob Geldof, Edoardo Bennato, Uto Ughi, Enzo Avitabile e altri

Pubblicato il 13 Ago 2015 alle 6:26am

Torna anche quest’anno, dal 30 agosto al 5 settembre 2015 il consueto appuntamento con la LEUCIANA FESTIVAL, alla sua XVI edizione, con la direzione artistica del maestro Enzo Avitabile. (altro…)