Londra

Università, Londra scalza Parigi: Milano prima di Roma

Pubblicato il 14 Mag 2018 alle 6:30am

Per la prima volta Londra è in cima alla classifica di QS Best Student Cities. La capitale inglese supera la capitale francese e Montreal, detentrici del primato 2016 e 2017, che quest’anno dovranno accontentarsi del quinto e quarto posto. Secondo e terzo posto per Tokyo e Melbourne, come riportato da Skuola.net. (altro…)

Londra, esplosione in metropolitana, 22 feriti. Si pensa ad un attentato terroristico

Pubblicato il 15 Set 2017 alle 3:13pm

Un’esplosione, questa mattina, nell’ora di punta per i pendolari (9,20 in Italia), ha interessato la District Line, nei pressi della fermata di Parsons Green, quartiere Fulham, zona ovest della città. Panico tra i passeggeri. Ventidue i feriti trasportati in ospedale, ma nessuno è in condizioni gravi. (altro…)

Gianna Nannini si trasferisce a Londra per sposare la compagna Carla e assicurare un futuro alla piccola Penelope

Pubblicato il 06 Lug 2017 alle 12:00pm

Gianna Nannini in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, ha ha annunciato di volersi trasferire a Londra per unirsi civilmente alla compagna Carla e garantire un futuro alla sua Penelope.

La cantante toscana, 61 anni, è pronta a unirsi civilmente a Carla e ad affidarsi alla stepchild adoption per tutelare sua figlia Penelope. “Non ci sono leggi in Italia che mi garantiscano cosa succederebbe a Penelope se me ne andassi in cielo. Quindi me ne vado in Inghilterra, dove sono rispettata nei miei diritti umani di mamma” – spiega l’artista italiana.

Gianna Nannini aveva anticipato questa decisione nella sua autobiografia, intitolata Cazzi Miei. La cantante, spera, però, di fare presto ritorno in Italia: “Londra è tutto il mondo, tutti i colori diversi che stanno assieme, ma gli inglesi sono sempre stati ‘brexit’. Mi manca la mia terra, mi manca il mio vino. Tornerò prima o poi per vivere questo lato legato alla natura”.

Morte Pietro Sanna, italiano ucciso a Londra, la polizia arresta una donna

Pubblicato il 28 Giu 2017 alle 10:30am

E’ arrivata una svolta nelle indagini sulla morte di Pietro Sanna, il nuorese di 23 anni ucciso a coltellate nella sua casa a Canning Town, zona Est della capitale britannica.

In un comunicato stampa, Scotland Yard fa sapere di aver arrestato una donna che potrebbe essere la coinquilina del giovane ucciso, la prima ad aver lanciato l’allarme.

Al momento la donna si trova nella stazione di polizia di East London. Scotland Yard ricorda di essere stata chiamata “a Ravenscroft Close, E16, intorno alle 11.40 locali di lunedì dopo che un uomo era stato trovato morto con numerose ferite da arma da taglio in una proprietà residenziale.

L’ispettore capo Gary Holmes, che guida le indagini, ha detto che “nonostante l’arresto, l’inchiesta è ancora agli stadi iniziali. Chiedo con urgenza a chi possiede informazioni di manifestarsi. Chiedo a tutti i testimoni e a chi possiede informazioni su questo attacco fatale di contattare l’incident room il più presto possibile”.

Gli investigatori non hanno fornito altri particolari. In giornata si svolgerà l’autopsia sul corpo di Pietro. Sanna si era trasferito a Londra da un paio d’anni assieme a un fratello per lavoro.

Londra, 27 grattacieli evacuati perché non a norma, oltre 4mila sfollati

Pubblicato il 26 Giu 2017 alle 5:16am

Dopo il devastante incendio della Grenfell Tower di londra, in cui 79 persone hanno perso la vita, le autorità britanniche corrono ai ripari per scongiurare altre tragedie come quella. (altro…)

Londra, confermata la morte dei due giovani italiani, Gloria e Marco, nel rogo della Grenfell Tower

Pubblicato il 17 Giu 2017 alle 10:14am

E’ arrivata la conferma ufficiale, gli italiani Gloria Trevisan e Marco Gottardi sono morti nel rogo della Grenfell Tower a Londra. (altro…)

Incendio a Grenfell Tower a Londra, 30 feriti, molti morti

Pubblicato il 14 Giu 2017 alle 9:37am

Incendio alla Grenfell Tower di Londra, grattacielo residenziale di 27 piani nella zona di North Kensington. Trenta i feriti ricoverati negli ospedali mentre i vigili del fuoco sostengono che ci sono sicuramente dei morti.

Alcuni residenti si sarebbero lanciati addirittura nel vuoto per sfuggire alle fiamme.

Trenta le persone ricoverate nei 5 ospedali della città. Il bilancio è ancora provvisorio. Nell’edificio centinaia di residenti. Ancora ignote le cause del rogo.

Il fuoco ha avuto origine nella parte inferiore della torre di cemento, intorno al quarto o quinto piano. Quaranta i mezzi di soccorso con duecento vigili del fuoco sono stati impegnati nelle operazioni di soccorso e spegnimento. Purtroppo, però, l’acqua sparata dai pompieri poteva raggiungere soltanto la metà inferiore del palazzo, che ha continuato a bruciare per ore, riducendosi a uno scheletro annerito, fino a quando l’intensità delle fiamme si è ridotta da sola.

Attentato Londra: van su pedoni e accoltellamenti, 6 morti e 48 feriti

Pubblicato il 04 Giu 2017 alle 10:26am

Ancora sangue, ancora morte e terrore a Londra. Tre terroristi, tre uomini armati di coltelli, alle 22,08 (le 23:08 in Italia), si sono lanciati a bordo di un furgone bianco a tutta velocità (almeno 80 chilometri orari) sul London Bridge. Hanno proceduto a ziz zag per cercare di colpire quante più persone possibili. Poi nella fuga verso Borough Market, i 3 attentatori armati di coltelli da cucina hanno accoltellato le persone che si trovavano davanti al loro passaggio.

Alla fine il bilancio delle vittime – ancora provvisorio – è di 6 morti e 48 feriti. Alcuni di questi sarebbero francesi e molti, come ha spiegato questa mattina il sindaco della capitale britannica Sadiq Khan, “sono in condizioni molto gravi”.

L’attentato è avvenuto a pochi giorni di distanza da quello di Manchester, dove un kamikaze si è fatto esplodere al concerto di Ariana Grande. E a 4 dalle elezioni in Gran Bretagna. La minaccia terroristica ancora “alta” e “sono possibili altri attacchi in Gran Bretagna”, ha detto Khan, aggiungendo però che le elezioni dovranno essere svolte regolarmente. Intanto, però i politici britannici hanno sospeso la campagna elettorale.

La polizia ha ucciso i tre uomini ed esclude che ce ne siano altri in fuga. Tutti e tre i killer avrebbero avuti agganciati addosso candelotti metallici. Secondo le autorità locali ‘falsi’ giubbotti da kamikaze. In base ad alcune testimonianze i tre avevano “tratti mediorientali” e sarebbero scesi dal furgone urlando “lo facciamo in nome di Allah”.

Subito dopo l’attentato chiusa la fermata della metropolitana del London Bridge, così come il ponte. Il panico ha sconvolto la notte londinese. E’ scattata una grande gara di solidarietà.

I ristoranti e i bar intorno al London Bridge e al Borough Market hanno offerto rifugio e ospitalità a chi si trovava in zona (e hanno messo a disposizione telefoni e rete per contattare familiari e amici). In tanti hanno offerto un posto letto per la notte, alcuni anche un té caldo e un pasto improvvisato: persone fisiche ma anche molte chiese e comunità, come quella di Sikh, che ha pubblicato una mappa dei punti in cui trovare rifugio e ristoro.

Londra, Parlamento sotto attacco: sale a 4 morti e 40 feriti il bilancio delle vittime

Pubblicato il 23 Mar 2017 alle 9:18am

Sale a 40 feriti e a 4 morti, il bilancio delle vittime dell’attentato terroristico di ieri nel cuore della città di Londra, nel cuore politico del Paese. A causa di un suv nero che si è avventato a tutta velocità sui passanti sul ponte di Westminster e nella sua corsa è andato a schiantarsi contro le ringhiere del palazzo. (altro…)

Londra, il virus dellʼHiv sparisce dal sangue di un paziente

Pubblicato il 05 Ott 2016 alle 5:08am

Ha 44 anni ed il primo uomo che sembrerebbe aver sconfitto l’Hiv. Il paziente è stato sottoposto a una nuova sperimentazione clinica messa a punto da un gruppo di ricercatori di ben cinque università inglesi: dopo aver assunto il nuovo farmaco il suo sangue sarebbe apparso sano. (altro…)