mare

Perché bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno

Pubblicato il 09 Ago 2019 alle 6:15am

Un valido alleato per la salute è l’acqua. Umberto Solimene, dell’Università degli Studi di Milano, suggerisce di consumarne almeno 8 bicchieri al giorno. (altro…)

Congestione digestiva dopo il bagno, come si presenta e cosa fare

Pubblicato il 10 Lug 2019 alle 7:55am

Parliamo di congestione digestiva ogni qualvolta si avverte un brusco calo della temperatura interna. Il flusso sanguigno si sposta dall’addome, dove si era accumulato in quantità superiori al solito per agevolare la digestione, fino a riscaldare il corpo e provocare di fatto un blocco del processo digestivo. Quando mangiamo infatti il sangue si sposta verso gli organi digestivi, dove porta l’ossigeno necessario per la trasformazione del cibo, nel momento in cui la temperatura corporea però cala improvvisamente, il flusso sanguigno diminuisce e si sposta nelle zone più periferiche rallentando pertanto i processi digestivi e causando malessere. (altro…)

Cellulare in spiaggia, come non disturbare

Pubblicato il 07 Lug 2019 alle 7:31am

Quante volte siamo “molestati” dal comportamento incivile del nostro vicino di lettino in spiaggia? Riusciamo davvero a “staccare” e a goderci appieno le vacanze, oppure tendiamo sempre a dare un occhio o un orecchio al nostro smartphone? Il Trend Radar di Samsung ha scoperto che su 1.500 giovani tra i 25 e i 35 anni, ha voluto indagare i comportamenti legati allo smartphone nel corso dell’estate, alla scoperta di come la vita da spiaggia si combini sempre di più con la tecnologia. (altro…)

Prova costume e stress psicofisico, perché?

Pubblicato il 25 Giu 2019 alle 7:04am

Secondo un recente studio condotto dal National Center for Biotechnology Information, basare la propria identità sociale sulla forma fisica contribuisce all’aumento di peso e cattiva salute.

Complice uno stile di vita sedentario (16%) e poca attenzione nei confronti dell’alimentazione (33%), il 54% degli adulti si sente impreparato alla prova costume, ogni anno. Con conseguenti crisi d’ansia e abbassamento dell’autostima.

A dirlo anche un recente pubblicato su In a Bottle (www.inabottle.it) condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 1.300 italiani fra i 20 e i 55 anni, cui è stato chiesto quanto si sentano fisicamente pronti all’estate.

Ebbene, è emerso che per il 21% delle persone non è il momento ideale per spogliarsi in pubblico, e il 33% si dichiara poco contento della propria silhouette. L’idea di dover esibire più leggeri o costumi da bagno genera ansia nel 38% delle persone intervistate a causa del probabile giudizio altrui, minore autostima (22%) e, in alcuni casi, perfino depressione (17%).

Secondo gli esperti è più probabile che il cambiamento avvenga quando si apportano modifiche basate su chi si è piuttosto che su come si pensa di essere percepiti. Per questo motivo, per rimettersi in forma, occorre fare scelte allineate con i propri valori e abitudini, senza legarli a fattori esterni.

Ma perché si sente il bisogno di una “remise en forme” in vista dell’estate? La maggior parte degli intervistati (35%) dice poiché vuole fare bella figura con gli altri, mentre c’è chi lo fa per fare conquiste è il 22%, contro il 28% che punta invece semplicemente allo star bene con se stessi.

Per 6 italiani su 10 (62%) la zona che più suscita preoccupazione è il girovita, a seguire glutei (55%), cosce (43%) e braccia (32%).

Carlo Galimberti, psicologo sociale della comunicazione presso l’Università Cattolica di Milano, è convinto che l’approccio giusto per tornare in forma sia legato al concetto di “Psicologia Positiva”, che “consiste nel considerare i fenomeni della vita psichica in riferimento a 3 dimensioni: edonica (ciò che ci dà piacere), eudemonica (legata agli aspetti valoriali che portano all’autorealizzazione) e sociale (la qualità dell’interazione con gli altri).

Per quanto riguarda la prova costume, le attività avviate devono rispondere a questi tre aspetti fondamentali affinché vengano vissute in modo sano: dobbiamo essere indirizzati verso cose che ci piacciono, che non vengano percepite come obbligo e che si sposino con i nostri valori, in questo caso lo stare bene con se stessi viene prima di ogni cosa, anche del sentirsi in forma”.

E per tornare in forma, il 48% degli italiani pensa a condurre una dieta ferrea, mentre il 33% a iscriversi in palestra a corsi “last minute”, e ancora il 23% ad abolire dolci e gelati, infine il 28% aumenterà il consumo di acqua, frutta e verdura (28%).

“Per ritrovare o mantenere la giusta forma fisica – consiglia Maurizio Fiocca, Nutrizionista e docente di Scienze dell’Alimentazione a Milano – l’idratazione risulta fondamentale. Tutti i processi enzimatici, biochimici nel nostro organismo avvengono in presenza di acqua. Una mancanza di acqua porta a una riduzione dell’efficienza delle operazioni metaboliche. Soprattutto per le donne, più esposte a problemi legati alla ritenzione idrica e alla circolazione al livello delle gambe, avere un aumento del consumo di acqua permette un migliore drenaggio e una riduzione dell’effetto buccia d’arancia”.

I benefici del mare sulla salute

Pubblicato il 04 Giu 2019 alle 6:56am

Molte volte, per determinate patologie, e per chi ne ha le possibilità, i medici prescrivono di andare al mare, con una certa regolarità. (altro…)

Baubeach diventa lido ecofriendly

Pubblicato il 17 Apr 2019 alle 1:09pm

Comincia il prossimo 19 aprile la stagione estiva della Baubeach, la spiaggia per cani ecofriendly di Maccarese, vicino Roma che quest’anno tra le tante novità apre anche una BauSpa organizzata da yolettatori professionisti, per cui sarà possibile tornare a casa dopo la giornata al mare, con il cane profumato e asciutto, sempre nel rispetto dell’ambiente, grazie all’utilizzo di prodotti biocompatibili. (altro…)

Ambiente e territorio: trivelle trovato l’accordo. Stop per 18 mesi

Pubblicato il 24 Gen 2019 alle 10:37am

E’ intesa tra Lega e 5Stelle sul tema trivellazioni, che aveva fatto rischiare la solidità del governo.

Ieri l’aut aut da parte del ministro dell’Ambiente Sergio Costa – che aveva dato un ultimatum, minacciando le dimissioni – portando ad uno stallo del decreto Semplificazioni in commissione Lavori pubblici al Senato.

Il compromesso prevedeva lo stop alle ricerche di idrocarburi per 18 mesi e un aumento di 25 volte dei canoni di concessione. Secondo Repubblica, fonti leghiste confermano l’accordo che ha sciolto il nodo trivelle, e spianato la strada al decreto Semplificazioni, ma fanno anche trapelare che cresce “l’irritazione” per certe posizioni dei 5 stelle e “del partito del No”.

Ora la commissione, in congiunta con la Affari costituzionali, potrà proseguire i lavori sul dl Semplificazioni. “L’obiettivo è chiudere i lavori in mattinata per proseguire nel pomeriggio in Aula e arrivare all’approvazione entro domani”, dice il presidente della commissione, Mauro Coltorti (M5s).

Treno investe famiglia a Brancaleone: morti due bambini, madre molto grave

Pubblicato il 09 Ago 2018 alle 8:49am

Due bambini sono morti dopo essere stati investiti da un convoglio mentre attraversavano i binari insieme alla loro madre lungo la linea jonica a Brancaleone. Si tratta di un’insegnante milanese in vacanza con il compagno, sempre insegnante di Milano ma originario di Brancaleone, che al momento dell’incidente era poco distante dal gruppo travolto dal treno in corsa. L’uomo stava parcheggiando l’auto per poi raggiungerli.

La donna si chiama Simona dell’Acqua e i suoi figli avuti dall’ex marito Lorenzo e Giulia Pipolo. E’ in gravissime condizioni, ha anche una figlia più grande di 16 anni.

L’incidente è avvenuto in contrada “San Giorgio”, tra Brancaleone e Locri. La donna e i due figli stavano attraversando i binari per raggiungere il mare. I tre, secondo una prima ricostruzione, non si sarebbero accorti del sopraggiungere del treno, che li avrebbe investiti di lì a poco.

I due bambini, un maschio ed una femmina, avevano 12 e 6 anni. La madre, di 49 anni, è stata ricoverata negli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Secondo una prima ricostruzione, l’incidente potrebbe avere avuto origine dopo che la la bambina è scappata dalla mano della madre mentre insieme a lei ed al fratellino attraversavano i binari.

La donna sarebbe stata poi costretta ad inseguire la figlia per raggiungerla e fermarla affinché si allontanasse dai binari insieme al fratello più grande.

In quel momento sarebbe sopraggiunto il treno regionale partito da Reggio Calabria e diretto a Catanzaro Lido che ha travolto in pieno il gruppo familiare, uccidendo sul colpo i due bambini.

“Sono sconvolto per la morte dei due bimbi travolti da un treno in corsa a Brancaleone, in Calabria. La mia totale vicinanza alla madre ferita e ai familiari. Stiamo verificando i fatti e stiamo perlustrando il luogo dell’incidente, centimetro per centimetro“. Lo scrive il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli su Facebook. “Ma state certi – si legge ancora nel post – che faremo di tutto per evitare che accada di nuovo. Investiremo di piu’ in ogni ambito della sicurezza ferroviaria, compresa la sensibilizzazione dei cittadini rispetto ai comportamenti piu’ corretti da tenere quando ci si trova nei pressi di un binario“.

Solo il 13% degli oceani è incontaminato

Pubblicato il 31 Lug 2018 alle 9:04am

Nel mondo, solo il 13% degli oceani e mari è incontaminato. A dirlo è uno studio guidato dall’università del Queensland pubblicato sulla rivista scientifica Current Biology, che ha preso in esame le aree marine prive di impatti umani significativi come la pesca e il trasporto marittimo. (altro…)

Scoperto un nuovo esemplare di squalo: sembra un “alieno” e assomiglia a ET

Pubblicato il 30 Lug 2018 alle 6:17am

E’ stato scoperto dai ricercatori del Florida Institute of Technology una nuova razza di squalo che sembra essere un alieno e assomiglia tanto a ET. Gli scienziati hanno catturato un esemplare nel Golfo del Messico. I suoi occhi sono enormi e tondi.

Si tratta di nuova specie che alla sua scoperta è stata battezzata con il nome di “Squalus clarkae” (o “Il gattuccio di Genie”) in onore della biologa marina Eugenie Clark, grande pioniera nello studio del comportamento degli squali, fra le prime biologhe marine al mondo, soprannominata Shark Lady.