morti

Sanità, cure di scarsa qualità uccidono più della mancanza di cure

Pubblicato il 16 Set 2018 alle 7:23am

Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet, un’assistenza sanitaria di scarsa qualità è responsabile di circa cinque milioni di morti all’anno, più di quelli causati dalla mancanza di cure stesse (3,6 milioni). (altro…)

Infezioni ospedaliere in Italia, si parla di ben 7mila morti lʼanno

Pubblicato il 03 Lug 2018 alle 2:35pm

In Italia le infezioni ospedaliere provocano settemila morti ogni anno, il doppio di quelli che si registrano in incidenti stradali. E’ l’allarme lanciato dagli esperti, che hanno individuato tra le cause principali la decontaminazione non corretta e l’utilizzo eccessivo di antibiotici.

Il record di infezioni dopo un intervento chirurgico è stato rilevato in Vale d’Aosta, con 500 casi ogni 100mila dimessi, mentre la Regione più virtuosa sembra essere l’Abruzzo, con 70 casi.

Questi i dati emersi secondo il rapporto presentato al forum nazionale promosso dal Centro Studi Mediterranea Europa a Napoli, dal quale si rileva che negli ospedali si registrano circa 50mila casi di infezioni ogni anno, rappresentate dal 22% dall’Escherichia Coli, per il 12,5% dallo Staphylococcus Aureus e per il 9% dal Klebsiella Pneumoniae.

I reparti dove è più facile contagiarsi sono quello di Terapia Intensiva (20,60% dei casi), Medicina (15,33%) e Chirurgia (14,20%).

Asperger, il pioniere dell’autismo complice del nazismo

Pubblicato il 22 Apr 2018 alle 8:21am

Un documento che svela la vera identità di Hans Asperger. Il noto pediatra che nel 1944 scoprì l’autismo. Forma ancora oggi conosciuta con il nome di sindrome di asperger. L’uomo, a quanto pare, non svolgeva semplicemente la professione di medico e ricercatore, ma, bensì, in qualche modo era complice delle morti di centinaia di bambini durante il regime di Adolf Hitler. Pare, infatti, che fosse stato coinvolto attivamente nel programma di eutanasia durante il regime nazista in Austria. Ecco tutti i dettagli in merito.

Secondo quanto riportato dalla BBC, sarebbero stati ritrovati dei documenti totalmente nuovi riguardanti Hans Asperger. L’uomo studiò medicina a Vienna fece il dottorato nel 1931 prima di essere assunto alla direzione del reparto di pedagogia infantile presso la clinica dei bambini dell’Università di Vienna. Durante gli anni della seconda guerra mondiale assunse il ruolo di ufficiale medico in Croazia. Ma la sua fama inizio intorno al 1944, momento in cui pubblicò anche alcuni testi che riguardavano l’ormai famosa sindrome di asperger, una malattia dello spettro autistico. Terminata la guerra riuscì ad ottenere la Cattedra di Pediatria all’Università di Vienna, luogo in cui nel 1977 divenne professore emerito. Ma, a quanto pare, dietro la sua normale vita c’era anche qualcosa di oscuro, di terribile.

Non era l’uomo, il professionista che tutti che credevano.

Hans Asperger non proteggeva i suoi pazienti dal regime nazista. Ma, al contrario, secondo alcuni documenti, cartelle cliniche e testi, l’uomo avrebbe condotto un’altra attività alternativa: avrebbe inviato i piccoli pazienti a morire presso la clinica Am Spiegelgrund di Vienna.

La scoperta è stata fatta dal medico austriaco Herwig Czech, e riportata sulla rivista Molecular Autism.

Asperger è riuscito a fare carriera anche grazie a questo. Secondo Czech, infatti, «è riuscito ad adattarsi al regime nazista ed è stato premiato per le sue affermazioni di lealtà con opportunità di carriera». Asperger «era l’ingranaggio della macchina da guerra nazista, occhi e orecchie del Terzo Reich», scrivono alcuni accademici di Cambridge.

Quasi ottocento bambini sarebbero morti per fame e freddo, mentre altri sarebbero stati oggetto di terribili esperimenti. Il tutto all’interno di un programma Aktion T4, di eutanasia autorizzato da Adolf Hitler, che aveva l’obiettivo di uccidere i disabili e le persone considerate incurabili.

Terremoto di magnitudo 6,4 a Taiwan: crolla albergo, 4 morti e 150 dispersi

Pubblicato il 07 Feb 2018 alle 12:02pm

Poco prima della mezzanotte un terremoto di magnitudo 6,4, con epicentro ad appena nove chilometri di profondità, ha fatto tremare l’intera isola di Taiwan, causando il crollo di un albergo nella città portuale di Hua-Lien. Il bilancio provvisorio è di almeno quattro morti e oltre 200 feriti, ma i dispersi sono ancora numerosi: secondo alcune stime sarebbero circa 150. Centocinquanta persone sono state messe in salvo. La scossa è stata avvertita anche nella capitale Taipei. Non è stato lanciato l’allarme tsunami. (altro…)

Milano: deraglia treno tra Segrate e Pioltello, almeno tre morti e un centinaio di feriti

Pubblicato il 25 Gen 2018 alle 9:51am

Il treno regionale 10452 è deragliato intorno alle 7 di questa mattina a Seggiano di Pioltello, nel Milanese. Era pieno di lavoratori e studenti, almeno 3 le vittime accertate. Almeno 10 i codici rossi e 100 le persone ferite in modo lieve che sono state portate in ospedale in codice verde.

Il convoglio proveniva da Cremona ed era diretto a Milano Porta Garibaldi, è deragliato fra le stazioni di Treviglio e Pioltello.

Dall’Emilia Romagna è giunta una eliambulanza. Intervenuti anche vigili del fuoco, Polfer e carabinieri di Cassano D’Adda. Pesantissime le ripercussioni alla linea ferroviaria e stradale. Sospese le partenze di Trenitalia.

A deragliare, cosa strana, sarebbero state due vetture centrali. Si parla di possibile cedimento strutturale. Ma gli accertamenti sono ancora in corso.

I feriti sono stati portati negli ospedali della zona. L’ospedale San Raffaele, il Niguarda di Milano, il San Gerardo di Monza hanno rimandato gli interventi previsti in giornata non urgenti per dare la massima attenzione ai feriti in arrivo.

Rigopiano: la gente stava morendo “Ma chi doveva provvedere ai soccorsi scherzava sulla spa”

Pubblicato il 30 Nov 2017 alle 5:37am

Una tragedia annunciata, è quella poi accaduta all’Hotel Rigopiano di Farindola il 18 gennaio scorso, dove persero la vita 29 persone. (altro…)

Manhattan, attentato terroristico: furgone contro ciclisti, 8 morti e 15 feriti

Pubblicato il 01 Nov 2017 alle 10:37am

Ha lasciato un biglietto accanto al furgone che aveva usato per la strage, nel quale aveva scritto che agiva per mano dell’Isis, il killer che ieri ha seminato il terrore al World Trade Center, il ‘Ground Zero’ dell’11 settembre.

Alle tre del pomeriggio un camion è piombato su di una pista ciclabile di Manhattan, la più affollata, facendo almeno otto morti e una quindicina di feriti, ma il bilancio rischia di aggravarsi con il passare delle ore.

Si tratta infatti di un 29enne di nome Sayfullo Habibullaevic Saipov, di origini uzbeke. Vive a Tampa, in Florida, e sarebbe arrivato negli Stati Uniti nel 2010. Sarebbe stato neutralizzato dalla polizia ad un chilometro dalla strage, mentre gridava ”Allahu Akhbar”.

A darne notizia la Cbs. Nel corso della conferenza stampa insieme con il capo della polizia Jim O’Neill e il governatore Andrew Cuomo, il sindaco di New York ha annunciato che si è trattato di “un atto terroristico particolarmente codardo”.

Salute, da inizio anno 4.652 casi di morbillo: quattro le vittime registrate

Pubblicato il 13 Ott 2017 alle 10:51am

Sono 4.652 i casi di morbillo accertati in Italia dall’inizio dell’anno all’8 ottobre. A riferirlo è il ministero della Salute nell’infografica settimanale che fornisce una panoramica sulla distribuzione dei casi segnalati al Sistema di sorveglianza integrata morbillo e rosolia per regione, per fascia di età e stato vaccinale. Quattro le vittime registrate nello stesso periodo dell’anno. (altro…)

Messico: la terra trema ancora. Il sisma è di magnitudo 7,1, si temono centinaia di vittime

Pubblicato il 20 Set 2017 alle 10:10am

La terra trema ancora in Messico e torna la paura tra la popolazione. Appena 12 giorni dopo il sisma di magnitudo 8.2 , che ha sconvolto il Paese, e ha causato almeno 98 morti, un nuovo terremoto di magnitudo 7,1 della scala Richter è stato registrato a 12 chilometri a sudest di Axochiapan, nello stato di Morelos, a circa 160 chilometri dalla capitale messicana. (altro…)

Ischia, terremoto vulcanico di 4.0: 2 morti e 36 feriti primo bilancio delle vittime

Pubblicato il 22 Ago 2017 alle 10:23am

È di due vittime e 36 feriti – nessuno in codice rosso – il bilancio della scossa di terremoto di magnitudo 4, che ha colpito ieri sera l’isola di Ischia e la costa flegrea in Campania. Centinaia le persone scese in strada, crolli e danni a case e a chiese. Isolati numerosi alberghi. (altro…)